Stagione 2020/2021 - campionato serie B

Virtus decimata, sconfitta al supplementare

Altro che bianco Natale. Ieri sera è stato un sabato di anti-vigilia davvero nero per le tre formazioni padovane scese in campo.
In serie B, la Virtus ha dovuto cedere le armi a Pisogne sul campo del fanalino di coda Alto Sebino: 88-85 il risultato finale di una gara sempre in equilibrio e conclusasi solo dopo un tempo supplementare (23-21, 40-38, 56-56 e 75-75 al 40′ i parziali).
I neroverdi di Daniele Rubini, di fatto privi di due big quali Canelo e Lazzaro nei dieci solo per onor di firma (problemi muscolari per il primo e scavigliatosi il secondo), sono stati costretti ad inseguire a lungo mantenendosi però sempre a ruota dei locali. Nelle loro fila, si distinguevano in particolare un Nobile da doppia doppia (18 punti e 10 rimbalzi) e i due playmaker Piazza e Calzavara. Per la Virtus, passata in vantaggio sul 65-63, la gara sembrava avviarsi meglio alla volata finale: al 35′ era sul +5 (65-70) ed era ancora avanti di due lunghezze a 20 dal termine: Costa Volpino, uscendo dal time out, impattava; mentre, dopo un altro time out e con gli ultimi 6 da giocare, non aveva uguale sorte la penetrazione con arresto e tiro a centro area di Piazza. Nell’overtime, sospinti dal suo pubblico, i bresciani partivano invece meglio portandosi subito avanti e resistendo poi ai tentativi di rimonta virtussini. La formazione padovana chiude così il girone di andata a 14 punti; l’unica vittoria in trasferta resta quella della prima giornata sul campo di Palermo.

In serie A2 Femminile, la Fanola-Onetech davanti al suo caloroso pubblico (l’ingresso era gratuito), è stata sconfitta 60-53 dal Castelnuovo Scrivia: 14-14, 25-29 e 41-40 i parziali di un incontro molto equilibrato. La formazione di Enrico Valentini, nelle cui fila si è distinta la Keys libera dagli impegni della A1 (16 punti e 7 rimbalzi), era riuscita a mettere il naso avanti nel terzo quarto ma ha poi ceduto di fatto nell’ultimo. In serie B infine, la Guerriero Pf è stata sconfitta di stretta misura sul campo del Sarcedo (68-66).

Giovanni Pellecchia
alt
24 dicembre 2017