Stagione 2020/2021 - campionato serie B

Virtus cerca punti ancora in Romagna

 (Il Mattino)
Virtus e Unione (rispettivamente in Serie B e in Serie C Gold) sostengono oggi, ore 18, due difficili esami, che valgono il pass per l’alta classifica. Entrambe si presentano all’appuntamento, dopo una settimana segnata da un lato dagli infortuni di Stefano Calzavara e dall’altra di Giovanni Basso e Riccardo Contin.
FAENZA-VIRTUS.
Senza Calzavara, il suo secondo play di ruolo, la Virtus (vittoriosa, per la cronaca, nell’amichevole infrasettimanale di Riese Pio X per 77-97) affronta la sua seconda trasferta consecutiva nel Ravennate: dopo Lugo, i neroverdi sfidano Faenza, pronosticata dagli addetti ai lavori quale terza forza del girone B di Serie B dietro alle corazzate Cento e Piacenza. L’attuale graduatoria non rispecchia però l’effettivo potenziale dei faentini, attardati a sei punti dietro alla stessa Virtus a quota otto, complice un “mal di trasferta” che li ha visti uscire sconfitti con Cento, Palermo, Piacenza e Lecco. In compenso, Faenza è un rullo compressore tra le mura amiche, dove ha travolto tutte le sue avversarie (+30 con Reggio, +14 con Forli, +32 con Rimini).
«Questo campionato è ancora bugiardo, intendo dire che alcune squadre sono state favorite da un calendario sulla carta più facile», riflette coach Daniele Rubini, «Noi potevamo essere tra queste, ma non abbiamo saputo approfittarne. Ora, affrontiamo Faenza e poi Cento correndo il rischio di ritrovarci nella parte destra della classifica». I timori del tecnico neroverde sono avvalorati dalla caratura degli avversari e dall’assenza di Calzavara, che avrebbe potuto fare staffetta in cabina di regia con Andrea Piazza per limitare il raggio offensivo di Mattia Venucci (16.4 punti di media), pezzo pregiato del mercato di Faenza ed ex compagno di squadra dello stesso Piazza in A/2 a Chieti.
GUERRIERO-JESOLO.
In C Gold il Guerriero riceve al Pala Savio lo Jesolo, compagine che la scorsa stagione conquistò la promozione in B, salvo poi rinunciarvi clamorosamente. Le notizie non sono buone in casa Ubp: out Contin, mancherà quasi sicuramente anche Basso. Non bastassero gli infortunati, gli allenamenti sono stati condizionati da qualche sindrome influenzale. «Sarà importante che tutti diano qualcosa in più del solito riversando in campo tanta energia e voglia di vincere per fare la differenza», suona la carica coach Nicola Imbimbo, «Dobbiamo essere carichi e convinti di giocarcela fino in fondo mantenendo una continuità di rendimento per tutti i 40 minuti».
Mattia Rossetto
mattino_logo
12 novembre 2017