Stagione 2023/2024 - Campionato serie B Nazionale

Una Virtus cinica e concreta vince in trasferta a San Severo   

La squadra di Coach De Nicolao in Puglia conduce dall’inizio alla fine dilagando nel quarto quarto  

San Severo (FG), 10.03.2024 –  La Virtus Padova rientra dalla trasferta pugliese con un successo importante e due punti in più in classifica, ottenuti contro la Cestistica di San Severo, sesta della classe, con una prova di carattere e una serata ad alte percentuali (50% sia da due che da tre punti) che le hanno consentito di dilagare nel quarto quarto fino al più ventuno finale (53-74). I ragazzi di Coach De Nicolao, nella sfida del Pala Falcone e Borsellino, hanno preso il comando nel punteggio sin dalla palla a due senza poi permettere ai padroni di casa di rientrare, mostrando la necessaria dose di cinismo e concretezza nei momenti chiave della gara.

L’avvio del match mostra una Virtus molto convincente che, con un primo quarto all’insegna della precisione al tiro, si prende il vantaggio con merito (12-25) rendendo la vita difficile ai padroni di casa con una difesa impenetrabile. Nei secondi 10’ di gioco, pur chiudendo avanti (32-39) alla pausa lunga, i neroverdi non riescono a replicare con continuità la stessa energia tanto in difesa, quanto in attacco. Dagli spogliatoi San Severo rientra provando a colmare subito il gap, ma la Virtus si affida ai suoi migliori interpreti di serata con Cecchinato, Molinaro, Ferrari e Scanzi a prendersi a turno la scena. I  fade-away a marchio di fabbrica Scanzi (11 punti), la solidità nel pitturato di Molinaro (doppia doppia da 10 punti e 17 rimbalzi), unite alle bombe di un prolifico e preciso Cecchinato (migliore in campo con 22 punti, 7 assist e 4/5 da oltre l’arco), consentono a Padova di aprire l’ultima frazione con un buon margine di vantaggio (43-59).

Negli ultimi dieci di gioco, i ragazzi di Coach De Nicolao riescono ad amministrare la gara, resistendo al tentativo di rientro pugliese e mettendo poi il sigillo al risultato nella seconda metà della frazione con il break aperto da una penetrazione dell’inossidabile Michele Ferrari (15 punti) e chiuso da altre due bombe di Cecchinato e quella di Scanzi che fissano a tabellone il più ventuno finale (53-74).

Dopo una serie di belle prestazioni da applausi, senza però centrare i due punti, la Virtus riparte da San Severo, con questa vittoria che da fiducia e morale in vista del finale di stagione. I neroverdi, che il prossimo weekend non scenderanno in campo con il campionato fermo per la Coppa Italia di categoria, saranno impegnati tra due settimane contro la Pallacanestro Roseto nel big match del Palaberta di domenica 24 marzo alle ore 18.

 

La voce del Coach 

“Siamo estremamente soddisfatti di quanto fatto stasera, specialmente a livello difensivo, riuscendo a tenere a 53 punti una squadra come San Severo sul suo parquet.  Tutta la squadra ha messo in campo grande attenzione nell’eseguire, con continuità e costanza, quanto avevamo preparato in settimana.  – commenta a fine partita il Coach della Virtus Padova, Riccardo De NicolaoVenivamo da una serie di buone prestazioni, che non ci avevano portato però punti in classifica. In queste settimane abbiamo  sempre continuato a lavorare con serenità e convinzione e adesso questa vittoria, oltre ai due punti, ci da molto morale in vista di questo importante finale di stagione.”. 

 

La cronaca della partita Allianz Pazienza San Severo – Virtus Padova 

PRIMO QUARTO

Coach De Nicolao conferma il quintetto di avvio scelto una settimana fa nel match di Ruvo con Antelli, Cecchinato, Scanzi, Ferrari e Molinaro. Un canestro dalla media di Lorenzo Molinaro apre la sfida e, dopo lo 0/2 in lunetta di Fall, il lungo di casa si fa perdonare appoggiando la parità al termine del primo minuto di gioco. Un altro canestro di Molinaro, a fil di sirena dei 24’’, e un bel fade-away di Scanzi portano avanti (2-6) una Virtus che difende bene la propria area in questo avvio. Pazin e Magrini, in due azioni, impattano alzando i ritmi, prima di un bel arresto e tiro di Michele Antelli (6-8). Il play neroverde serve poi in transizione la palla che Michele Ferrari deve solo depositare per il più quattro padovano dopo i primi 4’ di gioco. San Severo litiga con il ferro e, dall’altra parte, è ancora Ferrari a punire la difesa pugliese in penetrazione (6-12). La tripla di Magrini sblocca i suoi che recuperano subito palla e in contropiede tornano a meno uno (11-12) a metà frazione. Giacomo Cecchinato serve prima l’assist per la bomba di Michele Ferrari e, dopo una buona difesa, stavolta è il numero 1 neroverde a trovare il tiro dalla media, con l’aiuto della tabella, che firma il più sei Virtus (11-17). I padroni di casa ricorrono all’immediato time-out ma, al rientro in campo, subiscono altri due punti frutto di una bella giocata a tre griffata Molinaro, Antelli e Ferrari che appoggia l’11-19. Dall’altra parte Pierotti, spedito in lunetta, fa solo uno su due mentre Bianconi in post basso ritocca il massimo vantaggio a nove lunghezze (12-21). Una palla recuperata da Antelli si trasforma nel più undici in contropiede e, nell’azione successiva, è Andrea Scanzi a recuperare e convertire in contropiede solitario (12-25). I padroni di casa faticano ad entrare in partita con Lorenzo Molinaro che chiude l’area con le due stoppate consecutive che consentono alla Virtus di mantenere le tredici lunghezze di margine alla fine del primo quarto.

SECONDO QUARTO

San Severo segna da sotto in avvio di secondo quarto, dopo due rimbalzi offensivi, e poi da oltre l’arco (17-25) provando a riprendersi l’inerzia con uno sprint che Coach De Nicolao cerca di bloccare sul nascere chiamando subito il suo primo minuto di sospensione. Adesso è Padova a faticare in attacco e Tchintcharauli con un gioco da tre punti riporta i padroni di casa a meno cinque (20-25). I neroverdi provano a rimettersi in carreggiata con il viaggio in lunetta e i due liberi di Giacomo Cecchinato ma subiscono ancora la verve di Tchintcharauli in schiacciata (22-27). La Virtus spreca un paio di attacchi ma, sull’asse Scanzi-Molinaro, pesca il canestro con fallo subito e il libero supplementare del lungo neroverde (22-30). Tchintcharauli è un bel fattore sotto canestro per i suoi, dove manda a referto altri due punti, come altrettanto fa Andrea Scanzi con un fade-away dei suoi (24-32). Matteo Cagliani, dalla linea della carità, riporta in doppia cifra il vantaggio per Padova che subisce però quattro punti consecutivi che riportano i pugliesi a contatto (28-34). Cagliani torna in lunetta e mette a referto altri due punti ma immediata arriva la risposta di San Severo con Gatto prima e Pazin poi ai liberi (32-36). Lorenzo Molinaro, a 1’ 41’’ dalla pausa lunga, lotta a rimbalzo d’attacco guadagnando due liberi di cui solo uno va a bersaglio. Dopo un minuto senza nulla da registrare, in uscita dal time-out chiesto dalla panchina neroverde, la gara viene nuovamente interrotta per un fortuito scontro di gioco tra Fall e Bianconi. Con 32’’ da giocare e i due giocatori ristabiliti in campo, Lorenzo Molinaro estrae dal cilindro una gran giocata e i due punti a rimbalzo d’attacco che chiudono il secondo quarto sul 32-39 in favore della Virtus Padova.

TERZO QUARTO

Al rientro dagli spogliatoi, dopo quasi due minuti conditi da una serie di errori al tiro e palle perse, è Padova la prima a trovare la via del canestro con il tiro in allontanamento di Andrea Scanzi. Un accelerata di Pierotti vale il 34-41, prima del viaggio in lunetta di Michele Ferrari che frutta altri due punti alla causa neroverde. Dopo 3’ della ripresa, il terzo fallo personale a testa per Antelli e Ferrari sono una bella tegola per Padova, così come la tripla che riporta i padroni di casa a meno sei (37-43). Un arresto e tiro pulitissimo di Giacomo Cecchinato è ossigeno, ma immediata arriva la contro-risposta di Magrini. Cecchinato, da oltre l’arco, prova a caricarsi i suoi sulle spalle con la bomba del più nove e, nell’azione successivi, Cagliani concede il bis sempre con un canestro pesante (39-51). Pierotti trova due punti nel pitturato, ma la bomba di tabella firmata Cecchinato apre ulteriormente il divario (41-54). San Severo sbatte sulla difesa neroverde, affidandosi a iniziative dei singoli, con Padova che, per più volte, non approfitta dei passaggi a vuoto dei pugliesi. A 2’ dalla terza sirena, con la Virtus in bonus, i padroni di casa non concretizzano il viaggio in lunetta con Gatto ma altrettanto fanno i neroverdi dall’altra parte non riuscendo più ad appoggiare punti al tabellone. Con il punteggio inchiodato sul 41-54 Magrini si presenta in lunetta e, con due liberi, sblocca il risultato. Matteo Cagliani, anche lui dalla linea della carità, fa uno su due, aprendo così all’ultimo minuto della terza frazione in cui si fanno registrare un bel canestro di Bianconi, su assist di Cecchinato, una palla recuperata in difesa da Padova e il canestro a fil di sirena di Cecchinato che chiude il terzo parziale sul 43-59.

 

QUARTO QUARTO

L’ultima frazione viene inaugurata da quattro punti di marca pugliese (47-59), cui seguono quasi 2’ a retine inviolate e il digiuno in attacco di Padova in questo quarto quarto continua a perdurare a lungo. Una bella penetrazione di Michele Ferrari sblocca a metà frazione la Virtus che allunga ancora con una giocata sull’asse Cecchinato-Ferrari (47-63). Dopo il minuto di sospensione richiesto dai pugliesi, a 3’ 40’’ dalla sirena finale, Giacomo Cecchinato scocca la bomba che ritocca il massimo vantaggio (47-66). Gatto risponde con la tripla dall’angolo e la schiacciata del meno quindici per i suoi, lasciando però solo 3’ da giocare. Il viaggio in lunetta di Cecchinato mette altri due punti in cascina per la Virtus che, dopo una realizzazione di Petrushevski, mette il sigillo sulla partita con un’altra incredibile tripla che porta la firma di Cecchinato (53-71). Nell’azione seguente, il numero uno neroverde si trasforma in assist-man (sette per lui a fine serata), servendo ad Andre Scanzi la palla per la bomba del più ventuno su cui termina il match (53-74).

 

 

ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO  53 – VIRTUS PADOVA 74

ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO

Petrushevski 12 (3/3, 2/3), Magrini 11 (3/3, 1/7), Gatto 8 (4/7, 0/4), Tchintcharauli 7 (3/3, 0/1), Pazin 6 (2/4, 0/1), Pierotti 5 (2/9, 0/3), Fall 2 (1/4, 0/0), Guastamacchia 2 (1/3, 0/1), Frattoni 0 (0/3, 0/1), Montanari n.e., Urbano n.e.

VIRTUS PADOVA

Cecchinato 22 (3/8, 4/5), Ferrari 15 (5/8, 1/1), Scanzi 11 (4/5, 1/3), Molinaro 10 (4/10, 0/1), Bianconi 8 (2/2, 0/3), Antelli 4 (2/4, 0/0), Cagliani 4 (0/1, 1/1), Osellieri 0 (0/2, 0/0), Schiavon, Marchet

 

Arbitri: Luchi e Melai

Note:

Parziali: 12-25; 32-39 (20-14); 43-59 (11-20); 53-74 (10-15)

Tiri da due: 
San Severo 19/39
Virtus Padova 20/40

Tiri da tre:
San Severo 3/21
Virtus Padova 7/14

Tiri liberi:
San Severo 6/11
Virtus Padova 13/15

Rimbalzi:
San Severo 33
Virtus Padova 36

Assist:
San Severo 14
Virtus Padova 14