Stagione 2021/2022 - campionato serie B

U13 – Finale di stagione amaro

ANTENORE VIRTUS PADOVA – REYER VENEZIA  54-59 (17-17; 7-11; 11-19; 19-12)

La prima gara disputata martedì 25 li vedeva opposti ai veneziani della Reyer che all’andata li avevano sconfitti per un solo punto al Pala Ancillotto, per cui i Virtussini scendevano in campo con una gran voglia di rivincita.

Pronti partenza via 9-0 per i ragazzi di Coach F, che sembrano partiti col piglio giusto e costringono il coach ospite ad un time-out dopo 3 minuti.

All’uscita dal minuto di sospensione gli oro-granata sembrano aver preso le misure ai neroverdi e cominciano a imbrigliare le loro azioni d’attacco riducendo il gap di punti fino alla parità arrivata alla sirena del primo periodo 17-17.

Quella che sembrava una serata cominciata nei migliori dei modi si trasforma in un incubo!!!

Nella seconda frazione di gioco i Minitusi non riescono a congegnare valide azioni in attacco complici i raddoppi difensivi dei veneziani che sembrano moltiplicare le forze per chiudere tutti gli spazi nel loro pitturato, inoltre in difesa Cadoni e compagni non riescono a limitare gli avversari. Cresce il nervosismo e il pensiero di dover per forza vincere l’incontro pesa sulle mani e sulle gambe dei nostri ragazzi. Troppi errori anche su conclusioni facili e troppi rimbalzi non catturati, la palla sembra sapone quando è il nostro momento di agguantarla. I lagunari piazzano un mini break di 4 punti che taglia ancor di più le gambe ai padovani. Fine secondo quarto 24-28.

Negli spogliatoi i coach Franceschini e Visentin predicano calma e invitano a giocate più lineari e meno forzature.

Al rientro dall’intervallo lungo però i Virtussini sembrano non uscire dal torpore del brutto finale di secondo quarto. Diverse palle perse ed alcuni errori difensivi favoriscono gli ospiti che hanno vita facile e portano a casa il terzo periodo incrementando il loro vantaggio. Fine terzo quarto il punteggio è 35-47

Brutto quarto quello appena finito e il terrore di non farcela pesa sulle teste dei Virtussini. Coach Franceschini raccoglie i suoi ragazzi davanti alla lavagnetta, che però resta pulita, e li invita a raccogliere le energie rimaste per un ultimo quarto ad alta intensità.

Questa volta l’appello non cade nel vuoto e si assiste ad 10 minuti ad alta intensità difensiva che limita il gioco degli ospiti e finalmente l’effetto saponetta sui rimbalzi, soprattutto in attacco, svanisce e a 2 minuti dalla fine i neroverdi si riportano a -3 dagli orogranata. Quando la rimonta sembra completata e il sorpasso è a portata di mano l’ennesima distrazione difensiva e un paio di imprecisioni in attacco vanificano tutto. Alla sirena finale Virtus Padova 54 – Reyer Venezia 59.

Risultato pesante che spegne le ultime speranze di ambizione in casa neroverde. Una vittoria avrebbe rinviato all’ultima di campionato il verdetto finale del torneo.

Venerdì 27 a Rubano va in scena l’ultimo atto del campionato, contro la Rucker San Vendemiano

ANTENORE VIRTUS PADOVA-RUCKER SAN VENDEMIANO 44 – 49 (6-8; 15-14; 7-16; 16-11)

Gli strascichi della sconfitta di martedì contro la Reyer si fanno sentire e l’incontro non sembra voler decollare nel primo quarto.

Vigneri e compagni inanellano un errore dopo l’altro in attacco, buttando via il primo quarto perso per 6-8.

La musica sembra cambiare nella seconda frazione di gioco con gli ospiti che però non cedono il passo e rispondono punto su punto ai Virtussini, mantenendo il comando della partita. Fine secondo quarto 21-22.

Le raccomandazioni negli spogliatoi sono sempre le stesse, attenzione in difesa e circolazione di palla in attacco alla ricerca di conclusioni facili.

Raccomandazioni che sembrano però cadere nel vuoto e la terza frazione di gioco diventa il “dèjà vu” del terzo quarto di martedì contro la Reyer. Palle perse e disattenzioni difensive favoriscono i trevigiani che portano il loro vantaggio sul 28-38 a fine terzo periodo.

Ancora una volta coach Franceschini e coach Visentin invitano i propri ragazzi a mettere in campo tutte le energie perché la partita non è finita e ancora tutto si può raddrizzare.

In campo l’intensità difensiva di Baldon Galli & Co paga i dividendi, permettendo diverse rapide ripartenze che assottigliano il divario di punti con gli ospiti. Ma il finale comunque non cambia, come contro la Reyer martedì, ad un passo dal sorpasso un paio di errori in attacco su conclusioni da sotto canestro vanificano gli sforzi fatti e consegnano la vittoria agli ospiti.

Con queste due sconfitte va in archivio il campionato U13 Elite dei nostri ragazzi.

Il bilancio dell’annata si può ritenere molto positivo con diverse vittorie di sostanza nelle partite che contano, e con poche sconfitte arrivate solo per errori di gioventù, soprattutto errori di attenzione nei momenti clou e decisivi di alcuni match, ma il gruppo è cresciuto molto dall’inizio dell’anno, grazie all’ottimo lavoro settimanale in palestra svolto da staff tecnico e giocatori.

#LungaVita