Stagione 2023/2024 - Campionato serie B Nazionale

Per la Virtus è un ritorno amaro nella tana di Rubano

L’entusiasmante rimonta del quarto quarto non si completa e Lumezzane fa suo il recupero 

Rubano, 22.11.2023 –  Nel recupero della quarta giornata del campionato di Serie B Nazionale al PalaRubano la Virtus Padova cede con Lumezzane che resiste all’entusiasmante rimonta dei neroverdi nel decisivo quarto quarto con i ragazzi di Coach De Nicolao che, dopo essere tornati fino al meno tre, in un concitato finale non trovano l’aggancio perdendo 75-82 e lasciando i due punti in classifica ai lombardi.

I neroverdi iniziano con il piglio giusto nel primo quarto (19-17) spinti dalle bombe di Cecchinato e Capitan Schiavon provando a scaldare la tana di Rubano che si accende sull’alley oop Antelli-Molinaro. Nella seconda frazione i neroverdi segnano con il contagocce e il canestro sembra davvero stregato mentre Lumezzane prende fiducia e, nonostante cinque punti consecutivi di Cecchinato, chiude avanti di nove all’intervallo (31-40). Al rientro in campo gli ospiti sembrano averne di più e, sulle ali dell’entusiasmo, volano fino al più diciassette sul 42-59. I neroverdi negli ultimi 10’ compiono il massimo sforzo e, a suon di triple, gradualmente iniziano a ridurre il gap. Lumezzane risponde sempre colpo su colpo ma la Virtus trova il parziale che fa credere nella rimonta partendo dalla tripla di Capitan Schiavon, passando per le tre di Scanzi (14 punti) e chiudendo con quella di Lorenzo Molinaro (16 punti) che fa meno tre sul 75-78. La rimonta neroverde si chiude qui perché, nel concitato finale, Lumezzane trova il canestro e i liberi della staffa che le garantiscono di espugnare il PalaRubano.

Per la Virtus ora è già tempo di pensare alla prossima gara, la terza consecutiva in casa, fissata per domenica 26 al Palaberta di Montegrotto contro San Severo per cercare il pronto riscatto e tornare alla vittoria.

La voce del Coach 

“Oggi Lumezzane ha messo in campo più voglia e più energia, che le hanno consentito di raggiungere la vittoria finale nonostante la nostra rimonta finale nel quarto quarto.  – ha commentato a fine partita il coach della Virtus Padova, Riccardo De Nicolao Quest’anno ogni partita è una sfida a sé che può presentare tante incognite. Ora rimaniamo concentrati sul prosieguo del campionato, consapevoli che dobbiamo affrontare ogni partita dando sempre il 110% delle nostre possibilità.”. 

La cronaca della partita Virtus Padova – LuxArm Lumezzane 

PRIMO QUARTO 

Dopo un minuto a canestri inviolati Lumezzane sblocca il punteggio. Cecchinato in contropiede pareggia e, dopo un recupero difensivo di Michele Antelli, è ancora il numero 1 neroverde a segnare da oltre l’arco (5-2). La LuxArm realizza nel pitturato e con la bomba di Di Meco effettua il sorpasso (5-7). Capitan Schiavon, con una bomba dall’angolo risponde, e il due su due ai liberi di Niemi e Ferrari si annullano nel risultato (10-9). L’alley oop della premiata ditta Antelli-Molinaro infiamma la tana di Rubano ma ancora Niemi, con una bella penetrazione riporta i suoi a meno uno. Molinaro con una bomba e il canestro in contropiede di Michele Ferrari (17-13) convincono Coach Saputo a chiamare la prima sospensione a 2’ dalla prima sirena. Lumezzane torna a segnare in uscita dal timeout, la Virtus risponde ancora con Michele Ferrari grazie a un altro suo canestro in area ma gli ospiti riescono a chiudere sotto di due sole lunghezze alla fine del primo quarto (19-17).

SECONDO QUARTO 

Ad inizio secondo quarto Lumezzane pareggia e sorpassa, giusto un’azione prima che Corrado Bianconi si iscriva a referto con il canestro, il fallo subito e libero aggiuntivo che consentono ai neroverdi di tornare avanti (22-21). Due punti di Scanzi e una penetrazione bruciante di Antelli rispondono alle fiammate degli ospiti che però, con la bomba di Mastrangelo, rimettono la testa avanti (26-29). Coach De Nicolao decide di spendere il suo primo timeout ma i lombardi continuano a macinare punti e allungano (26-33) a 3’ dall’intervallo. Giacomo Cecchinato sblocca i neroverdi con cinque punti in rapida successione frutto di una bella penetrazione e una bomba delle sue ma Lumezzane resta avanti e sale al massimo vantaggio, a più nove, che resiste sino all’intervallo (31-40).

TERZO QUARTO 

Gli ospiti continuano a spingere in avvio di ripresa e, dopo un canestro in area di Lorenzo Molinaro, allargano il divario fino a quindici lunghezze (33-47) con una Virtus, anche sfortunata al tiro, che non riesce ad attaccare con fluidità e ordine la zona ospite scivolando sotto nel punteggio. Michele Ferrari, dopo un rimbalzo d’attacco, ferma l’emorragia offensiva con un bel gancio, e il due su due in lunetta di Scanzi è utile a ridurre il gap a undici punti. Lumezzane non si scompone e con quattro punti in fila torna immediatamente a più quindici. Michele Antelli realizza una tripla importante a metà quarto (40-52) ma gli ospiti continuano a punire la difesa neroverde e, dopo un canestro di Molinaro, a 2’ dalla fine del parziale allungano con la bomba di Niemi e mantengono un margine di assoluta sicurezza (42-59). Negli ultimi 90’’ la Virtus prova a rimettersi in carreggiata con i sei punti, due a testa, di Ferrari, Molinaro e Bianconi, parzialmente vanificati dal gioco da tre punti di Cecchi che fa il 49-62 di fine terzo quarto.

QUARTO QUARTO 

Il due su due in lunetta di Molinaro apre gli ultimi 10’ della partita con la Virtus che prova ad accelerare i ritmi e rientrare a contatto con la bomba di Corrado Bianconi (54-62). Dopo due belle difese dei neroverdi Capitan Schiavon dall’angolo trova la tripla del meno cinque (57-62) che mantiene aperto il parziale di 8-0 e fa tornare ad esultare il PalaRubano. In uscita dal timeout LuxArm, Niemi manda a referto una bomba e, dopo uno sfortunato tiro di Bianconi che balla sul ferro, l’assist per il canestro in area che sembra spezzare l’entusiasmo e riportare l’inerzia nelle mani di Lumezzane (57-67). Ci pensa Capitan Schiavon con un’altra gran bomba a suonare la carica ma gli ospiti in penetrazione fanno più nove e poi più dodici con un’altra tripla a metà quarto (60-72). Andrea Scanzi manda a bersaglio una bomba importante ma due liberi di Niemi tengono a undici lunghezze di distacco (63-74) con poco meno di 4’ sul cronometro. Allo scadere dei 24’’ ancora Scanzi brucia la retina da oltre l’arco provando a caricare l’ambiente. Dopo un canestro ospite Michele Ferrari, servito da Scanzi, trova un importante gioco da tre punti sotto canestro (69-76). Padova alza la pressione ma dalla lunetta gli ospiti riescono a tenersi ancora a distanza (69-78). Scanzi è letteralmente on fire e segna ancora da tre. Padova difende forte, recupera palla e fa meno tre (75-78) con il canestro pesante di Molinaro. Con la forza della disperazione Lumezzane realizza un canestro in area dopo un rimbalzo in attacco e sul capovolgimento di fronte, forse toccato, Ferrari manca l’appoggio. Per quasi quaranta secondi in campo succede di tutto con la Virtus che recupera e poi perde subito palla, mandando Di Meco in lunetta a 30’’ dalla fine. Il numero undici ospite fa due su due e, con i neroverdi che non trovano più il canestro, di fatto chiude i conti sul 75-82 finale.

 

VIRTUS PADOVA  75 – LUX ARM LUMEZZANE 82

VIRTUS PADOVA

Molinaro 16 (4/6; 2/5); Scanzi 14 (1/3; 3/10); Ferrari 13 (5/11); Cecchinato 10 (2/3; 2/7); Schiavon 9 (0/0; 3/7); Bianconi 8 (2/4; 1/3); Antelli 5 (1/2; 1/3); Osellieri (0/1); Padovani n.e.; Zanetti n.e.; Guevarra n.e.; Bedin n.e.

LUX ARM LUMEZZANE

Di Meco 19 (6/9; 1/2); Niemi 16 (3/9; 2/6); Cecchi 16 (6/8; 0/2); Spizzichini 10 (4/7); Mastrangelo 10 (2/4; 2/4); Minoli 7 (2/4; 1/4); Deminicis 4 (2/2); Arrighini n.e.; Becchetti n.e.; Salvinelli n.e.; Maresca n.e.

 

Arbitri: Occhiuzzi e Corrias

Note:

Parziali: 19-17; 31-40 (12-23); 49-62 (18-22); 75-82 (26-20)

Tiri da due: 
Virtus Padova 15/29
Lumezzane 25/43

Tiri da tre:
Virtus Padova 12/36
Lumezzane 6/18

Tiri liberi:
Virtus Padova 9/9
Lumezzane 14/15

Rimbalzi:
Virtus Padova 29
Lumezzane 39

Assist:
Virtus Padova 21
Lumezzane 16