Stagione 19/20 campionato serie B

La Virtus prova a riscattarsi con l’aiuto del fattore campo

(Il Gazzettino)
La Virtus confida nel suo fortino. Domani al palasport di Rubano, la formazione di Daniele Rubini affronta… la Crema del girone, una delle tre grandi assieme a Cento e Piacenza. La squadra lombarda, che «ha un potenziale notevole negli esterni» – osservava Rubini – e nella gara d’andata mise sotto capitan Crosato e compagni (-16), è reduce dalla rocambolesca ma entusiasmante vittoria nella sfida per il terzo posto con Lecco dopo due tempi supplementari, piazzando un 10-0 di parziale negli ultimi novanta secondi dei 40′ regolamentari. Crema è un avversario giovane e atletico – scrive Virtuspadova.it – in grado di giocare un basket veloce strutturato da coach Salieri, uno dei big della categoria, su una difesa di grande personalità e un attacco spumeggiante. Nelle sue fila, i due migliori marcatori sono Dagnello e Paolin, entrambi in doppia cifra; il terzo, Peroni, infortunato è stato sostituito da Tommaso Bianchi.
In casa neroverde i due nuovi arrivi, Lorenzo De Zardo (che giovedì pomeriggio nella storica palestra Frescura in via Tadi è rimasto con i gruppi minibasket) ed Edoardo Maresca, si stanno sempre più inserendo ed in settimana hanno ribadito l’obiettivo comune. La squadra pur arrivando al confronto con uno spirito opposto a quello degli avversari – si legge ancora su Virtuspadova.it – è motivatissima e ha l’occasione per poter riscattare la scottante sconfitta patita a Reggio Emilia. Anche questa settimana si è allenata con la giusta intensità e confida nel sostegno dei suoi supporter che sanno trasformare il campo di via Rovigo a Rubano nella tana capace di esaltare il morale dei suoi portacolori». Novella Penelope, che disfa in trasferta quanto di buono ordito tra le mura amiche, la Virtus sul parquet di casa (sia la Kioene Arena o, appunto, Rubano) ha alzato bandiera bianca solo con la capolista.

Giovanni Pellecchia
alt
3 febbraio 2018