Stagione 19/20 campionato serie B

E domani la Virtus festeggia don Alberico

(Il Mattino)
La Virtus Padova festeggia il suo padre spirituale. Durante l’intervallo lungo del derby tra i neroverdi e Vicenza, in programma domani, ore 20.30, alla Kioene Arena, la società di via dei Tadi consegnerà al mitico don Alberico Alfonsi un riconoscimento per l’attività svolta nel patronato del Duomo dal 1966 alla fine degli anni ’70. Il parroco fu una figura di capitale importanza nella storia societaria rilanciando il gruppo sportivo in un periodo di crisi, grazie al suo modo di concepire lo sport come autentica espressione di formazione cristiana, nonché volano educativo e formativo. Già lo scorso agosto gli amici del patronato del Duomo, compresi ex giocatori e allenatori della Virtus, avevano partecipato a un raduno per salutare il carismatico sacerdote ormai prossimo alla “pensione”. Quest’anno, infatti, il vescovo Claudio Cipolla ha adottato la regola in base a cui i parroci, una volta raggiunta l’età di 75 anni, debbano lasciare il sacerdozio attivo. Il 77enne don Alberico è sempre stato amatissimo, tanto che i suoi parrocchiani hanno inviato al vescovo una petizione perché restasse alle Cave, ma è stato costretto a sottostare al regolamento. «Quando ho visto arrivare la lettera con i timbri a secco del Papa mi sono emozionato, sentimento che è cresciuto quando ho letto l’invito del pontefice che mi raccomandava la puntualità», racconta don Alfonsi. Per celebrarlo nel migliore dei modi, hanno annunciato la propria presenza alla partita diversi personaggi del mondo sportivo padovano, fra cui anche il sindaco Sergio Giordani e l’assessore allo sport Diego Bonavina.
Mattia Rossetto
mattino_logo
1° novembre 2017