Stagione 19/20 campionato serie B

Broetto Virtus, la vittoria nel mirino

Domani l’esordio alla Kioene Arena con la grande festa per Busca

Una presentazione effervescente e poco formale. Ieri mattina, com’è tradizione alla vigilia del debutto casalingo (domani ore 18, Kioene Arena), la Broetto Virtus è stata ricevuta a Palazzo Moroni dall’assessore allo sport Cinzia Rampazzo.
Invertito il protocollo: la foto sulla scalinata, vista la presenza del sindaco Bitonci, prima dei saluti di rito. Durante i quali il presidente virtussino Gianfranco Bernardi, fresco 80enne (compiuti mercoledì, Auguri!), ha incalzato l’assessore: «Viene davvero a vederci? L’amministrazione ci sosterrà anche se andiamo in serie A? Abbiamo un patrimonio di 800 ragazzi e 42 tra tecnici e istruttori: le palestre ci costano centomila euro l’anno…». A proposito di impianti, in maniera informale ieri ha trovato conferma l’intenzione del Comune di realizzare un palasport per il basket (zona Plebiscito) con tre o quattro campi e tribune mobili.
L’assessore Rampazzo, cui il dirigente Roberto Rugo ha presentato i due nuovi acquisti (Nobile e Cusinato) e i due giovani cresciuti nel vivaio (Ferrara e Bonetto), ha ribadito la vicinanza: «Rappresentate un faro per i più giovani, vi auguro di fare meglio dell’anno scorso». Concetti ribaditi anche da Roberto Nardi, padovano e neopresidente della Fip regionale, che ha sottolineato l’importanza dell’avere riportato il basket cittadino nel suo “tempio”, la Kioene Arena.
Domani, nell’esordio stagionale di fronte ai suoi tifosi, la Broetto Virtus affronta Iseo. Da una neopromossa (domenica a Cagliari) all’altra. «Squadra che ha vinto il difficile girone lombardo e che fino al 2011, prima di problemi economici, era stabile nella categoria – spiega il coach Friso – Noi siamo ancora senza Stojkov (rientra tra quindici giorni, ndr): un’assenza pesante, ma alla quale abbiamo saputo supplire giocando in maniera regolare. Cosa che dobbiamo fare anche questa volta». Nell’intervallo della gara, il ritiro della maglia dello storico capitano virtussino Leo Busca.

Giovanni Pellecchia
alt
8 ottobre 2016