Virtus piegata solo nel finale

(Il Gazzettino) Sconfitta a testa alta. La Virtus ieri sera è uscita superata, nel punteggio finale (105-94) ma non nel gioco, dal campo della vice-capolista Piacenza (che una settimana fa sullo stesso parquet si era aggiudicata lo scontro al vertice con Cento): 22-16, 42-46 e 72-55 i parziali.

La formazione di Daniele Rubini, dopo il 2-0 iniziale dei locali, prendeva il comando delle operazioni: sul 14-8, però, bastavano un paio di palle perse perchè i locali, sospinti dall’ex nazionale Rombaldoni, ribaltassero il risultato con un parziale di 10 a 0. La Virtus, che appoggiava con continuità la palla dentro l’area a Nobile (17 punti nel primo tempo), andava comunque avanti all’intervallo grazie a due giocate da tre punti consecutive di Lazzaro e Miaschi. Era, complessivamente, un primo tempo sontuoso quello disputato dai neroverdi. Che pure nella ripresa, aperta da un altro 8 a 0 dei locali, avevano ancora la forza di rimettere il naso avanti con quattro punti consecutivi di capitan Crosato e una giocata sull’asse play-pivot Piazza-Nobile (60-56 al 24′).

Poi, però, saliva in cattedra Piacenza (12 a 3 il parziale finale della frazione), superando quota cento.

Giovanni Pellecchia
alt
10 dicembre 2017