Stagione 19/20 campionato serie B

Virtus Padova – Oxygen Bassano 63:48 / La squadra Under 15 Eccellenza strappa il biglietto per la fase interzonale!

Under 15 Eccellenza – Campione Regionale, 5. giornata
Il commento di coach Salvato

Parziali
11-21; 19-10; 24-9; 9-8

Virtus Padova
Varagnolo, Zanella 1, Pellicano 10, Bacchin, Trentin 5, Mazzonetto 6, Marinello 20, Pezzolo 2, Croccolo 8, Trento, Guevarra 2, Buratto 9  (T3p: 4; Tl: 5/10)
Coach: Salvato e Franceschini.

Oxygen Bassano
Torresin, Cremonese 2, Sartore 2, Mujagic, Pianegonda 4, Marangoni 7, Santacatterina, Gianesini 12, Molo, Zini 15, Serraglio 4, Passuello 2   (T3p: 2; Tl: 4/11)
Coach: Mattioli e Lazzarini.

Siamo all’ultima giornata della fase ad orologio del campionato eccellenza, e la formazione nero-verde si gioca tutto tra le mura casalinghe della Palestra Petter contro l’Oxygen Bassano. Partita di valore enorme per la Virtus: vittoria significherebbe il secondo posto in classifica e il passaggio diretto all’interzona, al contrario la sconfitta ci farebbe chiudere la fase al quarto posto, e quindi al toto-spareggio.
Bassano viene a Padova invece a cuor leggero, ormai sicura del quinto posto, e con la serenità di chi non ha nulla da perdere. Ed il primo quarto inizia proprio come previsto, con una partenza arrembante degli ospiti, che si appoggiano sui temuti Pianegonda e Gianesini per trovare canestri importanti, mentre la palla pesa per i padroni di casa che infilano a canestro con più continuità solo sul finale di periodo con Marinello. Terminiamo sul 21-11, ma con la voglia di ritornare subito in campo a dimostrare qualcosa di più.

La reazione non si fa attendere, e con un parziale di 19-10 riprendiamo le redini dell’incontro, grazie ad una difesa più attenta, ad una maggior energia a rimbalzo e ad un po’ più lucidità nella gestione offensiva. Marinello è inarrestabile dentro l’area, mentre dietro le plance dominano a rimbalzo Zanella, Trento e un ritrovato Guevarra. Andiamo negli spogliatoi sotto di un solo punto (30-31), ma la coscienza che l’inerzia è cambiata e gli spettri sono stati scacciati (Cit).

Il terzo periodo è un assedio nero-verde: Pellicano e Croccolo seminano il panico recuperando palloni e finalizzando in contropiede, mentre Trentin e Mazzonetto bagnano copiosamente le polveri delle bocche di fuoco bassanesi, concedendo a Buratto di dominare a rimbalzo. Gli ospiti trovano punti dal solo Zini, vera spina nel fianco per la difesa nero-verde, abile a crearsi spazio per il tiro e a gestire con sapienza la palla. Ma Trentin sigilla il quarto con una bomba glaciale, portandosi all’ultimo intervallino sul 54-40.

Riprendiamo l’ultimo periodo dove l’avevamo lasciato: difesa attenta e contropiede, grazie anche alle energie fresche di Varagnolo e Bacchin che sfiancano i portatori di palla vicentini mentre Pezzolo porta a casa tutti i rimbalzi difensivi e offensivi. Tocchiamo il +20, e terminiamo la partita senza grossi patemi, complice un calo fisiologico degli avversari che troveranno la bomba di Gianesini proprio al buzzer finale per -15 (63-48).

Grande esultanza quindi per la formazione Nero-Verde, che può quindi festeggiare il passaggio diretto all’Interzona (12-14 Maggio in Emilia Romagna), prendendosi con determinazione il secondo posto in Veneto, alle spalle della sola Reyer. Un risultato che paga certamente fatica, lavoro e avversità affrontate durante la stagione, ma che di sicuro non deve esaurire le ambizioni virtussine: ci aspetta ora un’altra avventura, ancora più tosta ed intrigante, ed ogni occasione è utile per poter crescere come individui e come squadra. Da martedì (dopo la promessa partita a calcetto, ndr) ci allacciamo forte le scarpe e riprendiamo il lavoro in palestra, più determinati di prima!!!