Stagione 19/20 campionato serie B

Virtus decisa a sfruttare il fattore campo, ma c’è da migliorare il gioco d’attacco

(Il Gazzettino)
L’Antenore Energia Virtus torna davanti al pubblico padovano, domani alla Kioene Arena, per affrontare Olginate. Capitan Schiavon e compagni sono reduci da quattro successi nelle ultime cinque gare e fin qui sul parquet di casa hanno tenuto un ruolino di marcia di sette gare vinte e una sola persa, con la capolista Bernareggio nella quale, ammette il coach, «siamo stati dominati da un avversario che si è dimostrato più in palla e determinato di noi». Un percorso opposto rispetto a quello degli ospiti, che in trasferta hanno vinto solo una volta (a Mestre, la prima di campionato) e delle ultime cinque gare, nonostante il cambio di allenatore, se ne sono aggiudicati solo una (di prestigio, con la Rucker Sanve).
Nelle fila lecchesi, che il nuovo coach Contigiani vede comunque in crescita, due gli osservati speciali: l’ala Bugatti e la guardia Donadoni, che viaggiano entrambi a 11,9 punti di media. Fondamentale per i neroverdi, che vantano la miglior difesa del girone, sarà dunque l’apporto sulle loro tracce di Dagnello, Calò e dello stesso capitano. «Credo che Bernareggio, Sanve e noi nel girone di andata abbiamo fatto qualcosa di straordinario ribadisce coach Rubini – Certo, l’attacco è un problema che mi sta angustiando, e non poco (è il settimo del girone, ndr): sicuramente non sempre funziona in maniera spettacolare. I ragazzi si stanno impegnando alla grande, sta a me adesso trovare le soluzioni per essere maggiormente brillanti».

Giovanni Pellecchia