Under 18 Eccellenza sconfitti dalla Reyer

Sconfitta che lascia l’amaro in bocca per gli Under 18 Eccellenza di coach Seno.

Antenore Energia Padova – Reyer Venezia: 61-71

Parziali: 18-18; 16-22; 11-16; 16-15

Virtus Padova: Visone 6, Mazzonetto 21, Pellicano 21, Rigato 2, Baccaglini 6, Fiore, Cammisa, Pepato 2, Stecca, Trentin, Valentini, Capetta 3. All. Seno Ass. Pittarello-Gasparri

Reyer Venezia: Berdini 18, Casarin 21, Biancotto 12, Bellato 2, Possamai 12, Bolpin 2, Cravero, Da Rin De Lorenzo, Kovacs, Kiss 4, Grani. All. Buffo Ass. Molin-Zanco

Dopo due sfortunate trasferte con Trento e Brescia, l’Under18 affronta in casa un’altra fra le favorite del girone: la Reyer Venezia di coach Buffo. Obiettivoriscattare due prestazioni che ci hanno visto troppo distratti e discontinui nell’arco dei quaranta minuti; a Trento abbiamo giocato solo i primi due quarti cedendo gli ultimi due, a Brescia l’opposto: inizio da dimenticare e reazione tardiva nel terzo quarto. Serve quindi una partita di carattere per dimostrare, prima di tutto a noi stessi, che con la giusta attenzione ed intensità possiamo giocarcela con tutti.

Pronti via e la partita è già ad alti ritmi con un Mazzonetto sugli scudi autore dei primi 7 punti per Padova. Le difese trovano presto le giuste contromisure riuscendo a limitare da una parte Pellicano e Visone e dall’altra un Casarin sempre pericoloso. L’equilibrio mostrato in campo è confermato nel punteggio sul tabellone: a fine primo quarto siamo 18 pari.

Nel secondo quarto continuiamo a pungere in attacco ma siamo costretti a subire nuovamente sotto canestro, ahimè una costante delle ultime partite. La lotta nel pitturato è spesso a favore di Venezia conPossamai che chiuderà i primi venti minuti con 5/5 dal campo e un corposo lavoro a rimbalzo che vale il 34-40 per gli ospiti.

Lo svantaggio a metà partita è ampiamente recuperabile.

Entrambe le squadre rientrano in campo con un ancor più marcata intensità e le difese la fanno da padrona. Ottimo l’apporto di Mattia Cammisa che nella seconda metà della partita riesce nel non semplice compito di contenere Casarin a soli sei punti in venti minuti. Complice qualche difficoltà contro la zona e qualche tiro libero sbagliato di troppo la Reyer riesce comunque ad allungare conducendo a fine quarto per 45-56.

Nel momento forse di maggior difficoltà ne usciamo con una grande reazione e riusciamo, con i canestri di Visone e Pellicano, ad accorciare sul 55-60. Sul -5 sbagliamo due buone conclusioni da tre punti con Mazzonetto e Visone che avrebbero forse riaperto definitivamente la partita. La Reyer esce invece dal tempestivo time-out di coach Buffo con una conclusione vincente da dietro l’arco di Biancotto che allunga sul +8. Da quel momento lo svantaggio rimane pressoché invariato e le ultime conclusioni si spengono sul ferro, punteggio finale 61-71.

Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca ma ci riconsegna una squadra nuovamente combattiva, con qualche sicurezza in più e la faccia tosta di non temere nessuno. Con qualche errore in meno forse l’esito poteva essere diverso ma siamo sicuri che la strada è quella giusta per tornare da subito alla vittoria nella prossima trasferta a Desio!