Stagione 19/20 campionato serie B

Under 16 Gold

NOVENTA – VIRTUS ORFEO   43-50

Parziali: 14-5; 4-10; 18-11; 7-24

VIRTUS ORFEO: Visentin, Origani 5, Sirimarco 3, Antonello 4, Tani, Paoli 2, Bacchin 6, Ghinato 9, Moreale, Bonetto 19, Barbiero 2, Negri. All. Pittarello L.

Sono passati solo due giorni dalla sfortunata partita con S. Giorgio e abbiamo subito l’occasione per rifarci in casa di Noventa. Sappiamo che la partita non sarà scontata e il primo quarto ce ne da subito dimostrazione ponendoci di fronte ad un inizio partita decisamente in salita. Complice una partenza da parte nostra col freno a mano tirato, delle percentuali da fuori che di sicuro non ci aiutano e il n° 11 di Noventa autore di ben 13 punti nel solo primo quarto, concludiamo la prima frazione con 14 punti subiti e solo 5 segnati. Non il migliore inizio. Al rientro in campo alziamo un po’ l’intensità e le dinamiche si invertono, troviamo due buoni tiri da tre con Nicolò e un Edoardo oggi in gran forma e difendiamo con più cattiveria costringendo Noventa ad un quarto da soli quattro punti segnati, ma ancora una volta diversa sfortuna nelle conclusioni specialmente da fuori non ci permette di segnare e riagganciare gli avversari anche quando costruiamo buone azioni offensive. Il terzo quarto è un altalena di parziali fra le due squadre: iniziamo bene noi riuscendo a riportarci in parità, risponde Noventa ributtandoci in doppia cifra di svantaggio e infine concludiamo bene noi negli ultimi possessi trovandoci comunque costretti a cominciare l’ultima frazione sotto di 10. Prima di cominciare l’ultimo quarto facciamo mente locale sull’ultima partita giocata qui a Noventa, non più di un mese fa, in cui con aggressività e contropiedi avevamo preso un sostanzioso vantaggio nel giro di pochi minuti: la partita si può recuperare, dobbiamo solo crederci! I ragazzi dimostrano di non aver assolutamente mollato e con un quarto quarto molto buono fatto di intensità, press, palle recuperate e buone conclusioni (finalmente la palla ha iniziato ad entrare!) recuperiamo i padroni di casa e portiamo a casa la partita con un parziale di 7-24. Per la prima volta quest’anno riusciamo a vincere una partita in rimonta, segnando nei soli dieci minuti finali la metà dei punti totali , di sicuro un ottima dimostrazione di carattere!

VIRTUS ORFEO – POL. S. GIORGIO   47-49

Parziali: 10-11; 13-14; 15-10; 9-14

VIRTUS ORFEO: Visentin, Origani 4, Sirimarco, Antonello, Tani, Bacchin 2, Ghinato 7, Moreale, Bonetto 10, Tono 19, Barbiero 3, Negri 2. All. Pittarello L.

POL. S. GIORGIO: Rosa 5, Boscolo, Severino 2, Zennaro 7, Squartoni 10, Romani, Geremia 2, Fabris, Salvoro 9, Chiaramonte 11. All. Poletti D.

Conclusasi la prima parte di campionato, incominciamo la seconda fase affrontando subito Polisportiva San Giorgio, ovvero la squadra che si è classificata meglio fra quelle del girone Verona/Vicenza che andremo ad affrontare. La partita si presenta tosta e sappiamo che ci aspetta una bella battaglia ma partiamo sicuri dei nostri mezzi visti i buoni allenamenti delle settimane precedenti e le buone prestazioni offerte nelle ultime giornate di campionato.

Pronti e via, l’inizio non è sicuramente di quelli che avevamo pensato. Complice un atteggiamento troppo timido in difesa da parte dei nostri e delle buone soluzioni da parte degli ospiti andiamo subito sotto con un parziale di 0-7. Troviamo un po’ di respiro con una buona penetrazione di Origani ma subito dall’altre parte S. Giorgio torna a punirci: Time-Out! Ci ripetiamo quanto premesso in spogliatoio prima della partita e i ragazzi ritornano subito in campo con un altro atteggiamento che frutta due palle recuperate veloci trasformate in contropiedi facili per i primi 4 punti di Ema Tono. La musica da parte nostra è cambiata e nei restanti minuti riusciamo a ricucire un po’ lo strappo concedendo solo un altro canestro agli avversari che chiudono comunque il primo quarto in vantaggio 10-11. Ripartiamo bene nei secondi dieci minuti e questa volta è Edo Ghinato che con tre conclusioni da fuori di fila messe a segno ci porta per la prima volta sopra nel punteggio. Ma S. Giorgio non è squadra da arrendersi facilmente e ci fa pagare a caro prezzo qualche palla persa di troppo e qualche rimbalzo in attacco concesso con troppa facilità. Risultato alla fine dei primi venti minuti: 23-25. Il punteggio basso è di sicuro merito delle due difese che si sono dimostrate pronte e combattive più che di demeriti degli attacchi e quindi quando torniamo in campo sappiamo bene il lavoro da fare, ben consci che la partita è da vincere sulla metà campo difensiva più che su quella offensiva. A differenza dell’inizio del primo quarto questa volta siamo noi a partire subito forte e trovare buoni canestri da sotto che ci riportano subito in vantaggio costringendo S. Giorgio al time-out. Al ritorno in campo ci troviamo ad affrontare una zona 2-3 che ci crea qualche problema iniziale, superato comunque trovando dei buoni tiri che per nostra sfortuna non entrano. A questo punto è il nostro Ema a salire in cattedra e con ben tre bombe nel solo terzo quarto ci permette di costruire un piccolo vantaggio che convince gli avversari a tornare a difendere a uomo. Iniziamo così gli ultimi decisivi dieci minuti in vantaggio 38-35. La partita diventa una gara di nervi in cui siamo bravi a rendere difficile ogni conclusione degli avversari e piano piano riusciamo ad andare sul +8 con cinque minuti sul cronometro. Ma la gara è ben lontana dal ritenersi conclusa. S. Giorgio non molla e trascinata dal n° 56 si rifà sotto ricucendo lo strappo. Due rimesse a nostro favore sbagliate banalmente e due buone conclusioni costruite da sotto ma “sputate” dal ferro consentono ai ragazzi di Verona di prendere tre lunghezze di vantaggio a un minuto dalla fine. Per ben due volte riusciamo a subire fallo e presentarci sulla linea del tiro libero ma la palla è pesante ed entra una sola volta su quattro. Sul rimbalzo difensivo la palla esce toccata dagli ospiti, time-out e rimessa per noi con 4 secondi da giocare. Purtroppo sugli sviluppi dell’azione non troviamo il canestro che ci serviva e sono i ragazzi di Verona a festeggiare i due punti portati a casa. Nonostante il rammarico per un risultato che poteva andare diversamente, usciamo dal campo a testa alta protagonisti forse della miglior prestazione dell’anno da un punto di vista difensivo e consci di potercela giocare con tutti. Oggi chiunque è entrato in campo è riuscito a dare il suo contributo e questa è già un’ottima premessa per affrontare le prossime gare! FORZA VIRTUS!