Stagione 19/20 campionato serie B

Una Crema da digerire in fretta, giovedì sera c’è il derby

La Virtus dura lo spazio del primo tempo, poi l’energia e la precisione di una Crema che con il passare dei minuti si esalta, chiudono la partita

Pall. Crema – Virtus Padova   73-57

Pall. Crema: Paolin 19 (5/11, 2/6), Dagnello 9 (3/5, 1/5), Del Sorbo 13 (1/3, 3/5), Peroni 13 (0/2, 4/7), Amanti 5 (2/4, 0/0), Molteni (0/1, 0/0), Poggi (0/0, 0/0), Ferraro 14 (2/2, 3/6), Davide Benzi e Gazzillo n.e.   All. Salieri.  Ass. Dognini e Di Gregorio.

Tirida 2: 13/28 (46%) – Tiri da 3: 13/29 (45%) – Tiri liberi: 8/11 (73%) – Rimbalzi: 35 (5+30 – Poggi 7) – Assist: 19 (Peroni 6)

Virtus Padova: Piazza 15 (4/5, 1/3), Canelo 10 (1/8, 2/6), Schiavon 2 (1/3, 0/0), Crosato 8 (4/5, 0/6), Nobile 6 (3/6, 0/3), Calzavara 3 (0/0, 1/1), Buia (0/1, 0/1), Miaschi 2 (1/2, 0/4), Lazzaro 11 (3/6, 0/2), Visentin n.e.   All. Rubini.  Ass. Primon e De Nicolao.

Tiri da 2: 17/36 (47%) – Tiri da 3: 4/26 (15%) – Tiri liberi: 11/14 (79%) – Rimbalzi: 29 (11+18 – Crosato 11) – Assist: 14 (Canelo 5)

Parziali: 20-14, 19-19 (39-33), 21-15 (60-48), 13-9 (73-57).

Statistiche

Una sconfitta netta, una di quelle per cui non ci possono essere recriminazioni (almeno da parte dei supporter). Crema e la Virtus hanno giocato un bel primo tempo, durante il quale i neroverdi pur essendo sempre di rincorsa hanno saputo opporsi alla pressione asfisiante degli avversari, nella ripresa invece si sono visti solo gli indemoniati ragazzi di coach Salieri e ai virtussini non è rimasto che far loro i complimenti e iniziare subito a pensare al derby con Vicenza che si giocherà tra 4 giorni a causa dell’indisponibilità della Kioene nel pomeriggio festivo di mercoledì.

Una partita fantastica, la più bella dell’anno scrivono i giornalisti locali, ed in effetti la Crema di questa sera ci ha impressionato facendoci tornare alla mente le trasferte a Lecco degli ultimi due anni. Energia, tanta anzi tantissima, mani addosso, sempre, con perseveranza, tanto da costringere gli arbitri a cambiare il metro, precisione nelle conclusioni, alta, ben espressa dalle percentuali: 46% da 2,  45% da 3.

Di Crema si sapeva, squadra di grande atletismo con ottimi attaccanti come Paolin, Dagnello e Peroni che si sono confermati tali, con Del Sorbo che è una sicurezza e questa sera è stato chirurgico, Poggi una roccia a rimbalzo, abbiamo scoperto Ferraro, un under arrivato da Trieste che ha colpito da ogni parte del campo con grande precisione. Oltre all’attacco i cremaschi hanno grande spirito difensivo, basti dire che sono la squadra che subisce meno punti, una media di 60.8. Insomma questa sera Crema è sembrata impeccabile e crediamo che Salieri dormirà tranquillo: se la sua squadra è e resterà questa per tutta la stagione, sarà un’annata che gli regalerà tantissime soddisfazioni.

Rubini le ha provate tutte, dando fondo alle rotazioni, cambiando le soluzioni tattiche, emblematici i due tentativi di zona puniti da una gragnuola di bombe, cercando sempre di stimolare la reazione dei suoi giocatori, ma quando da 3 si segnano 12 punti contro i 39 degli avversari, tirando con una media del 15%, e a rimbalzo si chiude sotto di 6 contro una squadra che gioca senza centri, allora è difficile venirne fuori. A volte è sembrato che i virtussini avessero una marcia in meno degli avversari e la precisione offensiva è stata decisamente insufficiente per ribattere agli scatenati cremaschi.

Da stasera si pensa già a giovedì, alle 20.30 si giocherà il quinto derby con Vicenza in serie B. E’ una partita attesissima, anche i ragazzi di coach Silvestrucci ci arrivano freschi di una sconfitta, questa sera sono stati battuti da Lecco di 9 (73-64). Una partita da non perdere… per tutti, ad iniziare dai tifosi!