Stagione 19/20 campionato serie B

Un derby presidenziale

L’Antenore Energia tornata da Crema con lo slancio del +33 questa sera ha l’occasione giusta per dimostrare se Padova possa vantare sogni di alta classifica.


Il derby con SanVe è sentito per questioni territoriali e ha sempre riservato partite combattute, esiti mai scontati e quest’anno ha in più il pathos generato dalle reciproche ambizioni.
Dopo la promozione di questa estate a San Vendemiano hanno cambiato pelle trasformando la squadra salutando idoli come Pin dal Pos e Muner e con innestando un centro con esperienza di serie come Vedovato, alcuni protagonisti della serie B, il play Bloise, la guardia Perin e il lungo Malbasa, e molti giovani prospetti di grande fisicità.
Grazie anche alle qualità di coach Mian, ex giocatore professionista cresciuto come allenatore nel settore giovanile di Treviso, in team della pedemontana si è subito amalgamato disputando un ottimo precampionato e sprintando con grande decisione in avvio di campionato. Appaiati in classifica ai Neroverdi i ragazzi della Marca, reduci da una sofferta vittoria interna con Olginate, sono particolarmente pericolosi in trasferta dove si sono già imposti su campi difficili come quelli di Lecco, Orzinuovi e Lugo.
Giocano un basket fisico che sfrutta l’atletismo di tutti i giocatori della rosa e sono particolarmente efficaci nel tiro dalla lunga dove si distinguono in particolare le grandi doti balistiche della guardia Perin, che ricordiamo nelle ultime stagioni a Faenza, del play Bloise, arrivato da Varese, e dei due reduci della cavalcata vincente dello scorso campionato, Mossi un lungo polivalente che sta tirando con medie da grande protagonista (51% da 2 e 46% da 3) e Rossetto, altro lungo dalle mani dolci (46% da 2 e 41% da 3).
L’Antenore arriva al big match in buona salute e per riuscire nell’impresa di superare i ragazzi di Milan, che nei due incontri disputati nel precampionato hanno dimostrato di essere molto indigesti, dovrà fare della difesa la sua arma vincente. Un arma su cui coach Rubini sta costruendo la stagione e di cui Piazza e De Nicolao, rispettivamente primo e secondo nella classifica per palle recuperate del girone, sono la cartina al tornasole.
Sarà una partita interessante e l’annunciata presenza sugli spalti del presidente federale Gianni Petrucci è la dimostrazione delle grandi attese e dell’importanza del match. Un peccato che l’indisponibilita’ della Kioene Arena costringa agli spazi angusti di via Rovigo ma per questo si spera nel bel progetto dell’assessore Bonavina, anche lui annunciato in tribuna.