Un’Aurora da non perdere

Questa sera si gioca il secondo tempo. Il significato della partita di questa sera nelle parole di coach Rubini dopo l’esaltante vittoria di domenica.

La grande prova della Virtus contro Lecco acquisterà il giusto valore solo se sarà bissata da un altro referto rosa nella nuova partita interna che si gioca questa sera contro l’Aurora Desio. Vietato guardarsi allo specchio, cullarsi nei complimenti e perdere la concentrazione.

Desio è una squadra pericolosa, allenata da Fabrizio Frates, un grande coach sceso in B dopo una vita spesa nella massima serie, che ha vissuto un inizio difficile e adesso ha raggiunto  un bel periodo di forma ed è reduce da un  successo interno su Rimini che ha portato la quarta vittoria consecutiva (quinta nelle ultime sei gare giocate).

Con questa vittoria la Rimadesio è salita a quota 10 punti in classifica condividendo con i neroverdi e Olginate la settima posizione. I blu-arancio sono una squadra con baricentro sugli esterni, il play Fumagalli arrivato in estate da Lecco, la guardia Perez e l’ala Fiorito, anche loro firmati quest’anno, costituiscono le bocche da fuoco del team brianzolo. A loro si affiancano buoni giocatori come Casati, Brown, Mazzoleni e il giovane centro Corti, un ’98 che, sfruttando i problemi fisici dell’ex Benetton De Paoli, sta facendosi valere.

I lombardi sono reduci da una buona gara con i Crabs, in cui l’eccellente percentuale nel tiro da 3 (11/20 dopo lo 0/5 iniziale) ha fatto la differenza nel corso del secondo tempo, in cui l’Aurora è sempre riuscita a mantenere il comando ad eccezione del 40 pari al 22’.

Ci vorranno lo stesso trattamento difensivo riservato a Lecco e una buona reattività nelle gambe per contrastare la dinamicità di una squadra che se gioca al suo ritmo e ha spazi per bombardare il canestro, può fare molto male.

Appuntamento alle 20.30, facendo attenzione a non inciampare sul barattolo del latte munto domenica con mille fatiche!