Stagione 2021/2022 - campionato serie B

U19 Academy – Serata da dimenticare

 Solesino – Virtus Bk Academy 81-63   (15-15 ; 16-28; 15-25; 17-13 )

Virtus Bk Academy: Pittarello, 18, Mantoan, 10, Greco 7, Sedusi 7, Mucci 6, Lazzaro 5, Coccolo 4, Vannucci 3, D’Eredità 3, Contarini, Michelon, Stevanin.

Allenatore: Augusti

 I 2004 neroverdi, già qualificati con largo anticipo per le finali, giocano solo per 15 minuti e poi si addormentano regalando la partita al Solesino.

 Coach Augusti lo aveva previsto: un calo di tensione dopo la qualificazione anticipata alle finali era nell’aria e per questo durante gli allenamenti settimanali aveva insistito soprattutto sulla tenuta psicologica, esortando i ragazzi a non rilassarsi e a giocare le ultime due partite con la stessa grinta dimostrata nelle occasioni precedenti.

Il forfait del Monselice, che ha preferito non presentarsi a Rubano a giocare la partita di giovedì 4, penultima della fase a incrocio, ha però smorzato ulteriormente la motivazione dei ragazzi che avevano preparato con il consueto impegno la partita per giocarsela al meglio e si sono invece trovati in un palasport vuoto e senza avversario.

Nella gara seguente, tra due squadre già qualificate e nella quale era in palio unicamente la prima posizione nel girone, i ragazzi sono, in realtà, scesi in campo convinti e organizzati, giocando molto bene nel Q1 e nella prima metà del Q2, riuscendo ad arginare senza troppe difficoltà le folate offensive dei padroni di casa apparsi, al contrario, fin troppo motivati e battaglieri (ben due i tecnici per proteste comminati dall’arbitro agli avversari).

Quando però, dopo le prime rotazioni, i padroni di casa hanno allungato nel punteggio grazie ad un paio di azioni belle e fortunate i NeroVerdi hanno mollato psicologicamente, smettendo a tratti di giocare. Coach Augusti ha capito che il tanto temuto calo di tensione, per alcuni, era arrivato (meglio ora che in finale) e, pur continuando a spronare i ragazzi in campo a dare il meglio, ha scelto di non inasprire la situazione lasciando scorrere la partita e continuando con i suoi esperimenti di rotazione per tutto il Q3.

All’inizio dell’ultima frazione, smaltita la sbornia, i virtussini hanno però dato forti segni di ripresa ricominciando a giocare bene ed imponendosi nettamente nel parziale, e ciò con merito e non per concessione degli avversari: era il segnale che il coach aspettava e che i ragazzi gli hanno voluto dare per lasciare intatte e le speranze di ben figurare nelle finali della prossima settimana.

#LungaVita