Stagione 2021/2022 - campionato serie B

U13 – Trionfo al Memorial Garbosi

Il weekend pasquale ha visto impegnata la formazione U13 Elite NeroVerde, in quella che è la più longeva manifestazione di basket giovanile del nostro paese, disputatasi a Varese, il “Memorial E. Garbosi”.

Fin dalla partenza si respira aria di entusiasmo, il periodo è più che positivo per i ragazzi di coach, anzi, Coach Franceschini che arrivano a questo appuntamento con le belle vittorie su Petrarca e Tezenis, con il tanto atteso reintegro in squadra del nostro “Ciosot terrible” Fede Zambonin, lontano dal parquet da ormai 4 mesi e con due furgoni nuovi fiammanti pronti ad accompagnarci in tante trasferte da qui in avanti! (Grazie Ferri Auto!!)

Torneo che ha visto passare sui propri parquet i giovanissimi Andrea Meneghin, Danilo Gallinari, Marco Belinelli insieme a molti altri che adesso ammiriamo su palcoscenici prestigiosi, e che nell’albo d’oro registra formazioni blasonate come la Scavolini Pesaro, la Virtus Bologna, Cantù, la stessa Varese e che adesso dovrà essere aggiornato col nome della Virtus Padova!!!

Ebbene si!! I terribili U13 di coach Franceschini salgono sul gradino più alto del podio con pieno merito dimostrandosi dei veri “cannibali” dei tornei di categoria, terzo trionfo su altrettanti tornei disputati!!!

Questi i 12 campioncini portati a Varese dai Coach Franceschini, Visentin :

Adjei Nicholas, Baldon Galli Giacomo, Cadoni Matteo, Chimetto Edoardo, Diakile Emanuel, Ferrin Vittorio, Germano Partha, Ravazzolo Giovanni, Tommasin Edoardo, Vigneri Davide, Zambonin Federico, Zanutto Riccardo.

La prima giornata del torneo disputatasi venerdì 15, prevedeva l’incontro dei 16mi di finale contro i pari età del Basket Venegono.

Una partita senza tanti sussulti, con i ragazzi di coach F sempre avanti nel punteggio, che nonostante la stanchezza della trasferta affrontata, chiudono la partita già all’intervallo lungo con un perentorio +39 per poi amministrare l’incontro, risparmiando energie per il lungo week end di partite in scaletta.

Risultato finale Basket Venegono 42 – Virtus Antenore Padova 118.

Partita di esordio facile per i neroverdi ma che ha fatto vedere buone giocate con il giusto approccio al torneo in termini di mentalità e impegno agonistico.

Sabato 16 in programma 2 gare, con i ragazzi di coach F scesi in campo al mattino per l’incontro di ottavi di finale contro il Gamma Basket Segrate.

Incontro che ha visto nel primo quarto i ragazzi NeroVerdi far fatica a destarsi dal torpore della sveglia mattutina, mettendo in campo nel primo quarto poca convinzione e un po’ di superficialità nelle conclusioni a canestro. È solo nella seconda frazione di gioco che si accendono i motori di Adjei – Ferrin & CO, che cominciano a “macinare basket” facendo subito capire il “finale della storia” + 24 a metà gara e al fischio della sirena finale Gamma Basket Segrate 55 – Virtus Antenore Padova 83.

Che la giornata sarebbe stata lunga e impegnativa era previsto, ma che le coronarie dei tifosi-parenti NeroVerdi a seguito della squadra sarebbero state messe a dura prova nel pomeriggio un po’ meno!!!

Stessa palestra del mattino, stessa panchina, stessa tribuna! Va in scena il quarto di finale contro la Libertas Cernusco, formazione già incontrata al torneo di Borgomanero disputato ai primi di Novembre. Nel prepartita lo staff virtussino ricorda a tutti che quella di Borgomanero fu una gara molto combattuta portata a casa dai nostri di “corto muso”!!

Di fronte troviamo una squadra più fisica e con alcuni elementi di ottima tecnica e spiccato carattere, che sin da subito mettono in difficolta i ragazzi padovani.

Primo quarto con tanto agonismo su entrambi i lati del campo e con apprezzabili soluzioni individuali dei quintetti in campo, con i NeroVerdi che riescono sempre a stare davanti chiudendolo sul 18-14 al suono della prima sirena. Sugli spalti c’è la tensione dei grandi eventi e i ragazzi in campo sembrano risentirne.

Il secondo quarto scorre sugli stessi binari del primo e a metà partita allunghiamo nel punteggio, 35-27 per la Virtus.

La terza frazione di gioco vede Zanutto e compagni soffrire l’intensità dei lombardi. Il nostro attacco non riesce ad incedere neanche con i nostri totem Zambonin e Diakile che faticano a concretizzare le numerose carambole conquistate, e la difesa che soffre la precisione e l’estro delle loro guardie che riportano a metà frazione i lombardi ad un possesso di distanza. Serve un time out per rimettere tutto a posto! E così all’uscita dal minuto alziamo la pressione difensiva con Vigneri e Cadoni che mettono in difficoltà i portatori di palla avversari e Baldon Galli e Tommasin che limitano i lunghi nel pitturato rendendo impossibile la via del canestro ai cernuschesi. In attacco ci pensa Germano a riportare su il punteggio che a fine terzo quarto è di 50-41 per noi.

Ultima frazione di gioco che continua con lo stesso trend del terzo quarto e dopo pochi minuti gli avversari pagano il dispendio di energie e una situazione falli non favorevole non riuscendo a far girare l’inerzia della partita oramai a favore dei padovani che con Chimetto e Cadoni mettono i sigilli al punteggio volando in semifinale.  Virtus Antenore Padova 66 – Libertas Cernusco 48.

Prima vera prova di forza quella dei quarti di finale con i giovani padovani che, nonostante il doppio impegno della giornata, mostrano una condizione fisica-atletica invidiabile, facendo la differenza in campo!!!

La domenica di Pasqua ha in programma la semifinale da disputare contro l’ABA Legnano, formazione sconfitta in finale al Torneo di Borgomanero, quindi con tanta voglia di rivincita nei nostri confronti.

I pari età legnanesi mettono in campo una buona organizzazione di gioco affidata al talento dei loro piccoli a cui i virtussini contrappongono la maggior fisicità sotto i tabelloni e i primi 2 quarti trascorrono con nessuna delle 2 compagini che riesce a far girare con decisione a proprio favore l’inerzia della gara ma con i virtussini sempre avanti nel punteggio. Si va all’intervallo lungo sul 35 a 33 per i Virtussini, con le bombe di Zanutto prima e di Ravazzolo poi, negli ultimi 2 possessi NeroVerdi.

Nel terzo quarto la partita cresce d’intensità e la difesa Virtussina non molla un centimetro agli avversari che trovano con molta difficoltà la retina del canestro ma il lavoro difensivo non viene bilanciato in attacco, dove la troppa frenesia nelle conclusioni e qualche imprecisione nell’appoggio alla tabella non consente di allungare nel punteggio, ma restiamo sempre avanti chiudendo la frazione di gioco sul +4.

Il non aver allungato quando lo si poteva fare, tiene sempre in corsa i lombardi, che cominciano l’ultima frazione di gioco con più determinazione e al 33° sorpassano i padovani che, per la prima volta nel torneo, si trovano a rincorrere l’avversario. Ma la rincorsa dura poco!!! All’uscita da un provvidenziale time out, ricomincia il lavoro difensivo asfissiante delle guardie padovane che spezza il gioco legnanese costringendo gli avversari a forzare le conclusioni e sotto i tabelloni i nostri lunghi, grazie alla loro maggior stazza, limitano i pari ruolo avversari. Il lavoro difensivo oltre a riconquistar palla fa innervosire gli avversari che commettono diversi falli nel tentativo di rimediare agli errori fatti o cercando di contenere gli uno contro uno di Germano e Baldon Galli. Situazione che fa girare a favore dei virtussini le sorti dell’incontro con gli avversari che non riescono a trovare i giusti accoppiamenti difensivi e con i NeroVerdi che fanno diversi giri dalla “linea della carità”, segnando punti decisivi che consentono l’approdo alla finale del torneo.

ABA Legnano 55 – Virtus Antenore Padova 69.

Dentro l’uovo di cioccolata, che a fine gara i genitori hanno dato ai propri ragazzi, i cestisti virtussini hanno trovato come sorpresa la finale del torneo, ma qualcuno giura di avergli sentito sussurrare …”oggi prendiamo l’uovo, domani la coppa”!!!

Lunedì di Pasquetta ore 9.00 palasport di Malnate Virtus Antenore Padova – Azzurra Trieste finalissima di un bellissimo weekend di basket.

I virtussini sin dal riscaldamento sembrano carichi e determinati, e non lasciano trasparire stanchezza per i tre giorni di gare appena trascorsi.

Osso duro i triestini che impongono subito un gran ritmo alla partita e i virtussini faticano un po’ a limitarli dovendo inseguire il punteggio per tutta la prima frazione ma riuscendo nel sorpasso al suono della pima sirena della gara, chiudendo il quarto in vantaggio per 23 a 20.

Incontro ad alta tensione con due squadre che giocano una bella pallacanestro non risparmiandosi sia in attacco che in difesa, si cammina sempre punto a punto fino al 39 a 35 di fine secondo quarto per i virtussini, che sembrano aver perso per un po’ il controllo della gara.

Al ritorno dall’intervallo lungo continua il match tiratissimo e la tensione si taglia a fette. I coach ruotano tutti gli effettivi per centellinare le energie dei ragazzi e anche chi esce dalla panchina da il suo contributo tenendo testa ad una compagine triestina agguerrita e decisa, anch’essa, a portare a casa la sua prima finale al Garbosi. La terza frazione si chiude con un piazzato triestino allo scadere del tempo che porta i friulani in vantaggio per 52 a 51 all’ultimo periodo.

In campo si assiste ad una vera finale di vero basket!

I padovani mettono in campo il loro marchio di fabbrica che ha fatto la differenza per tutto il torneo, l’intensità difensiva e recuperano il gap mettendo a 5 minuti dalla fine 3 possessi di vantaggio, tra loro e gli avversari, frutto del lavoro nel pitturato dei lunghi neroverdi. I 5 minuti finali trascorrono amministrando il vantaggio grazie ancora una volta ad una tenuta fisica atletica non comune, ammirata per tutto il torneo, ma soprattutto una gestione razionale del gioco che dimostra anche una crescita in termini di maturità dei ragazzi di coach F. Gli ultimi 2 minuti trascorrono con i Triestini che ormai in bonus portano in lunetta a più ripresa i nostri ragazzi che riescono a realizzare i punti sufficienti a chiudere il match e portare a casa la coppa!!

Virtus Antenore Padova 70 – Azzurra Trieste 67

Non smettono mai di stupirci!!!

Non ci riferiamo né al risultato del torneo né al basket espresso in campo, ma a quello che ha creato questo gruppo di ragazzi dentro, ma soprattutto fuori dal campo. Sentendoli parlare a fine torneo il ricordo che si portano a casa è quello di un weekend trascorso in compagnia ricco di aneddoti extra cestistici che li ha cementati e resi complici. Il risultato sportivo è senza dubbio frutto di questo senso di amicizia che sta crescendo, anche in palestra, che trova espressione anche in una capacità di inclusione del prossimo dimostrata anche nei confronti degli amici di Due Ville che si sono aggregati alla squadra in occasione del torneo.

Insomma la coppa va in bacheca, l’impresa resterà nelle menti di tanti, ma i sentimenti nati e cresciuti durante questo magnifico weekend Pasquale, resteranno nei loro cuori per sempre!!!

We love this game!

Forza MiniTusi!

Forza Virtus Padova!!!

#LungaVita