Stagione 19/20 campionato serie B

Neroverdi a vita

Ad un mese dall’inizio della nuova stagione ci sembra giusto dedicare un po’ di spazio a chi per anni ha vestito i nostri colori.

Alzi la mano chi, leggendo i tabellini delle partite sui giornali del lunedì, non prova una certa soddisfazione nel leggere di un ex neroverde vincente nell’ultimo turno di campionato con la sua nuova squadra, nello scoprire chi ha messo a referto un ventello o quale “ragazzino” delle giovanili ha fatto il suo esordio tra i senior. Così, improvvisamente, ci troviamo a simpatizzare e a seguire squadre di ogni categoria sparse per la penisola, diventare esperti di basket-mercato dalla seconda divisione in su e a mettere “like” sulla pagina Facebook di due dozzine di squadre.

Cominciamo la carrellata con Toto Forray, portato a Padova dal patron Bernardi nel 2004 e ormai capitano di lungo corso in quella Trento che ha accarezzato il sogno scudetto nella passata stagione. In questo avvio di campionato tanti minuti in campo chiamato a compensare il non facile inserimento del nuovo play Gutierrez nei giochi disegnati da coach Buscaglia: la compagine trentina sembra faticare a ritrovare il ritmo della passata stagione. Per ora una sola vittoria nelle quattro giornate di campionato.

In serie A2 troviamo invece Matteo Ferrara. Dopo due anni passati con noi in Serie B quest’estate l’ultimo talento lanciato dalla Virtus si è accasato a Mantova. Una squadra che con le 3 vittorie rincorre in classifica le corazzate Bologna e Trieste. Per “Ciro” nelle tre partite disputate una media di 10 minuti in campo e i primi punti segnati tra i professionisti.

In serie B dobbiamo andare al sud per trovare volti noti. Il nostro ex head coach Massimo Friso è ancora imbattuto in terra sicula: 4 vittorie su altrettante partite nel girone D con l’ambiziosa Barcellona Basket. Nello stesso girone, a Battipaglia, segnaliamo Vittorio Visentin fratello maggiore di Enrico (quest’anno stabilmente aggregato in prima squadra). Dopo un biennio a farsi le ossa ad Agrigento in A2 e un anno in B nella Gessi Borgosesia, Vittorio sembra aver trovato finalmente lo spazio che merita dimostrando tutto il suo valore con una media di 11 punti e 7 rimbalzi negli oltre 30 minuti di utilizzo.

In C Gold la lista degli ex si allunga: un Filippo Sabbadin in gran forma viaggia con quasi 16 punti di media e oltre 30 minuti di impiego: Pippo sembra aver risolto i problemi alla schiena e fin da questa estate è apparso in grandissima forma. Con lui come capitano, nella UBP è arrivato anche Riccardo Contin avvicinatosi a casa dopo un anno passato ad Arzignano (7 punti in 25 minuti a partita). Insieme a Davide Andreaus (anche lui in Virtus per uno spezzone di stagione 4 anni fa) la squadra biancorossa ha per ora ottenuto 2 vittorie e 2 sconfitte in un girone sicuramente molto competitivo. Filippo e Riccardo si troveranno di fronte come avversario il Basket Mestre di Gabriele Salvato che è venuto a salutarci, tra gli applausi del pubblico, in occasione della sfida interna contro Reggio Emilia. Solo un problemino ad una caviglia poco prima del via del campionato ha impedito a coach Volpato di sfruttare appieno suo talento: forse non è un caso che tornato Gabri nelle rotazioni, Mestre abbia ritrovato la vittoria. Infine ad Arzignano, sempre in C Gold, abbandonato da Stefano Calzavara che quest’anno è tornato alla base, è rimasto il giovane Filippo Rizzi che, confermatissimo dopo la bella stagione dell’anno scorso, viaggia a quasi 7 punti e 25 minuti di media

In C Silver il Basket Abano Montegrotto dopo la trionfale cavalcata in serie D nella passata stagione sembra non volersi fermare più e occupa i piani alti della classifica. Anche qui ritroviamo tanti volti noti come Pietro Cecchinato, Francesco Pressanto e soprattutto Andrea Mancini, capitano di mille battaglie in maglia Virtus. Pochi altri hanno lasciato un segno indelebile nei cuori dei tifosi neroverdi come lui: tra questi sicuramente c’è l’idolo di tante generazioni virtussine, Leonardo Busca, che a Limena ha deciso di insegnare pallacanestro ad avversari e compagni ancora per un po’. Non a caso il nostro giovane Federico Osellieri continua a crescere stagione dopo stagione e dopo un’ottima annata in serie D sta dimostrando di poter fare la differenza anche nelle serie superiori sotto lo sguardo attento di coach Gio’ Pellecchia, anche lui ex di lunga data. Bam e Limena dovranno vedersela con l’Albignasego allenata dal leggendario Maurizio “Chuck” Benetollo e in cui militano il top scorer Sebastiano Berto e il classe ’99 Ursel Kingway: per Albignasego con 4 vittorie e 1 sconfitta in questo inizio stagione e secondo posto a pari merito con il BAM.

Poco importa quale siano le motivazioni che hanno portato giocatori, allenatori e società a prendere strade diverse: per tutti i tifosi sotto la nuova divisa si intravede ancora la canotta neroverde.

Impossibile non fare ancora il tifo per voi!

Spero di non essermi dimenticato di nessuno: se così fosse non me ne vogliate!

LK

#staytuned

#BeVirtus

#dontlookbackinanger