Stagione 19/20 campionato serie B

Nell’Olimpo dei migliori Under18 d’Europa

Super Miaschi all’Adidas Next Generation Tournament!
A Belgrado nel torneo organizzato dall’Eurolega per le giovanili ha brillato il talento di Federico

Impegnato con la sua Reyer Venezia Under 18 nel più importante palcoscenico europeo per club.
Statistiche mostruose: secondo miglior realizzatore del torneo con 23.5 punti, terzo per valutazione e per rimbalzi e la grande soddisfazione per essere stato inserito nel quintetto ideale della manifestazione.

Intercettato sul treno che da Genova lo sta riportando a Padova dopo un weekend in libera uscita concesso da coach Rubini ci facciamo raccontare questo nuovo traguardo.

Complimenti Federico! Raccontaci questa nuova esperienza.
Torneo incredibile e difficile. Oltre la Reyer c’erano tra le altre le squadre under 18 di Zagabria, Belgrado, Sarajevo e Praga. La scuola slava è veramente impressionante: i giocatori si allenano tantissimo in campo e in palestra. Fisicamente e tecnicamente sono fortissimi.

Molti dei tuoi avverarsi sono sotto i riflettori dei talent scout. Li conoscevi?
Con alcuni di loro avevo giocato in altre manifestazioni organizzate da brand sportivi. Conoscevo già Paunovic del Partizan che è stato eletto miglior giocatore del torneo.

A leggere le tue statistiche sorprendono gli oltre nove rimbalzi di media…
Sì è vero. In partita ne ho presi addirittura 14! Devo dire che giocare ed allenarsi con i senior nella Virtus mi ha aiuta parecchio nell’affrontare i pari età. L’intensità negli allenamenti, la forza atletica dei compagni e avversari, l’esperienza dei giocatori che si affrontano in Serie B sono un vantaggio non indifferente in queste occasioni.

Contento del riconoscimento personale?
Certamente! È una grande soddisfazione personale essere inserito nel quintetto ideale. A Belgrado c’erano tra i giocatori più forti di Europa: questo rende il premio ancor più prestigioso. Putroppo come squadra non abbiamo raggiunto il pass per le finali continentali e abbiamo chiuso in sesta posizione ma ci rifaremo nel campionato italiano.

Mentre tu eri a Belgrado la Virtus giocava a Cento….
Ovviamente ho seguito il play by play sul sito della lega… purtroppo non è andata bene.

I prossimi impegni?
Ora c’è il campionato di serie B con due partite importissime. Con la Reyer ora siamo alla seconda fase e cercheremo di raggiungere le finali nazionali. Poi ci sarà anche la nazionale con un torneo in Germania a fine mese. Ma per adesso penso ad allenarmi bene e a preparare un impegno per volta.

Federico, come sempre, assorbe con tranquillità i complimenti che gli piovono addosso da ogni dove.
L’unico vero momento di difficoltà sembra essere stato la sua prima intervista in inglese per il sito dell’Eurolega.
Link assolutamente vietato ai puristi della lingua di Albione e alla prof di Federico. Ma non so quanti di noi a 17 anni avrebbero fatto meglio!

Agli amanti del basket si consiglia assolutamente il video degli highlights del torneo.

Intanto godiamoci Federico in campo con la maglia neroverde. Il nostro augurio è che l’esperienza in Virtus sia di aiuto alla sua promettente carriera. A lui possiamo invece già promettere fin da ora che tiferemo per lui qualsiasi casacca indosserà in futuro.

Appuntamento a Rubano domenica alle 18.


Luca Kravina