Stagione 19/20 campionato serie B

Motta, energia per la Virtus «Mancava un tiratore puro»

 Ruolo: guardia-ala. Specialità: tiro dalla distanza. Queste le credenziali di tutto rispetto, con cui Matteo Motta si presenta ai tifosi dell’Antenore Energia Virtus Padova. Il neo acquisto della squadra neroverde, che si appresta a disputare il suo quarto campionato di Serie B, è uno dei cinque fiori all’occhiello del mercato estivo. Ieri, il 25enne giocatore, proveniente da Scandiano, era ospite del centro polifunzionale Invictus a Ponte San Nicolò, dove ha fatto gli onori di casa il direttore commerciale Maria Sole Peron. Assieme a Motta, ha risposto alle domande della stampa anche coach Daniele Rubini. «La società ha approntato un roster di qualità, in cui anche chi è sceso di categoria ha voglia di fare bene», racconta la guardia tiratrice, «L’obiettivo è chiaro a tutti, sarà il campo a dirci dove arriveremo». Esterno con licenza di uccidere, utile ad ampliare il ventaglio di opzioni a disposizione di coach Rubini. «Alla mia squadra», chiosa il tecnico neroverde, «mancava un tiratore puro, in grado di sbrogliare determinate situazioni. Matteo ha accettato di prendersi il peso di certe responsabilità e sa già che avrà la palla, che scotta fra le mani». E il diretto interessato, come replica? «Mi fa piacere che il coach mi abbia assegnato questo compito. Cercherò di fare meglio che posso per i miei compagni e questo deve essere anche il “mood” della nostra stagione, se vogliamo raggiungere l’obiettivo».

M.Ros.