Stagione 2023/2024 - Campionato serie B Nazionale

La Virtus vince una Gara 2 ad alta tensione e si porta sul 2-0 nella serie

I neroverdi scappano con un meraviglioso terzo quarto e nel finale resistono al prepotente rientro di Ozzano  

Montegrotto Terme, 6.05.2024 –  La Virtus Padova, pur priva di Ferrari, vince anche Gara 2 della serie contro Ozzano al termine di una partita equilibrata nella prima metà e dalle mille emozioni nella ripresa. Il punteggio finale (91-87) fa esplodere di gioia un Palaberta infuocato che ha visto i neroverdi portarsi così due a zero nella corsa salvezza, con la chance di chiudere i conti già giovedì nella trasferta in Emilia.

La prima metà di gara sembra la fotocopia di Gara 1, con la Logimatic a provare a dettare i ritmi e i neroverdi bravi a rimanere sempre in scia nel primo quarto (17-18) e chiudere poi sopra di due a metà gara (37-35) grazie alle fiammate di Bianconi e le prime due bombe nella magica serata che è già parte della storia neroverde e di capitan Schiavon (17 punti con 5/6 al tiro pesante).

Dopo la pausa lunga i ragazzi di Coach De Nicolao stringono le maglie in difesa con un terzo quarto da antologia (31-6) nel quale in attacco viaggiano sulle ali dell’entusiasmo e mettono a ferro e fuoco il canestro emiliano a suon di triple ancora con Bianconi (doppia doppia da 23 punti e 10 rimbalzi) e Schiavon, oltre alle magie in penetrazioni di un ispiratissimo Andrea Scanzi (25 punti, 5 rimbalzi, 5 assist e 28 di valutazione). Una bomba del numero 16 neroverde da distanza siderale chiude il terzo quarto (68-41) e sembra chiudere anche i giochi, ma il quarto quarto sarà dei più imprevedibili. Gli ospiti gettano il cuore oltre l’ostacolo e piano piano iniziano la scalata, con la Virtus che, pur perdendo qualche pallone di troppo, trova sempre pronto sugli scarichi capitan Schiavon. Ozzano è dura a morire e in un finale thrilling si riporta fino a meno quattro. I neroverdi stringono i denti e le maglie in difesa nei possessi decisivi con Bianconi che, in mezzo a tre uomini, strappa il rimbalzo decisivo in difesa e, da terra, apre il contropiede finalizzato da Antelli che, insieme al successivo viaggio in lunetta di Scanzi, mette la parola fine a un incredibile ultima frazione (91-87).

Il Palaberta può esplodere di gioia, con la Virtus che si porta così sul 2-0 nella serie e giovedì sera alle 20.30 in trasferta ad Ozzano avrà il primo match point per chiudere la serie.

 

La voce del Coach 

“Anche oggi, come in Gara 1, siamo stati bravi a rimanere in scia, rispondendo colpo su colpo all’avvio di Ozzano e andare poi in vantaggio al riposo. Nel terzo quarto siamo riusciti ad esprimerci al meglio, grazie alle ottime prove individuali di Scanzi, Bianconi e specialmente del nostro capitano che ha messo in campo una prestazione superlativa, facendosi trovare sempre pronto.  – ha commentato a fine partita il Coach della Virtus Padova, Riccardo De Nicolao Nel quarto quarto abbiamo commesso l’errore di pensare che fosse chiusa, l’inerzia è passata nelle mani di Ozzano e gli episodi hanno iniziato a girarci a sfavore. Su questo dobbiamo lavorare in vista di Gara 3, senza toglierci la soddisfazione di quanto di buono fatto e di essere dove volevamo con due vittorie e la chance di chiudere la serie.”. 

 

La cronaca della partita Virtus Padova – Logimatic Ozzano 

PRIMO QUARTO

Abega apre il match con una gran penetrazione e poi Bechi allunga di uno dalla lunetta dopo 1’ (0-3). I neroverdi si sbloccano con la bomba dalla punta di Corrado Bianconi ma Ozzano in un amen va a più cinque (3-8). Andrea Scanzi con un jumper dalla media accorcia a meno tre prima della risposta di Filippini. Le percentuali al tiro in questo avvio non sorridono alla Virtus che trova comunque due punti preziosi nel pitturato con Bianconi. Gli ospiti realizzano ancora con Bechi prima dell’ennesima risposta di Bianconi (9-12). Un Bechi ispirato ne mette altri due ma un tap-in a rimbalzo d’attacco di Molinaro e un gioco da tre punti di Giacomo Cecchinato riportano la sfida in parità (14-14) a 1’ 30’’ dalla prima sirena. Ozzano è un Bechi show con la tripla del nuovo vantaggio, ma per Padova si alza e realizza dall’arco l’eterno capitano Federico Schiavon. Dalla lunetta trema la mano di Abega che fa solo uno su due e nell’ultima azione del primo quarto i neroverdi non trovano il bersaglio chiudendo sotto di uno i primi 10’ di gioco (17-18).

 

SECONDO QUARTO

In avvio di seconda frazione gli emiliani segnano subito nel pitturato con Martini (17-20) prima che la bomba dall’angolo di Cagliani fissi la nuova parità. Cortese risponde in fadeaway ma un positivo Matteo Cagliani al rientro manda a bersaglio uno dei due liberi a disposizione. Martini a rimbalzo d’attacco e Cortese in transizione da oltre l’arco puniscono la difesa dei neroverdi che colpiscono comunque anche loro da tre punti con la bomba di Scanzi (24-27). Il due su due ai liberi di Michele Antelli riavvicina Padova, subito ricacciata indietro dalla tripla di Bechi (26-30) che consiglia alla panchina neroverde di spendere il primo time-out. Ozzano si dimostra concreta, colpendo ancora da sotto canestro con Martini, e, a metà parziale, il due su due in lunetta di Bianconi limita i danni. Dopo una buona difesa di squadra una gran giocata di Giacomo Cecchinato con danza sul perno in area vale il meno due (30-32). Dopo il minuto di sospensione ospite la Virtus recupera subito un altro pallone e impatta a quota 32 con un super canestro di Federico Osellieri. Adesso è la Logimatic a litigare con il ferro e la seconda bomba di capitan Schiavon scrive il primo vantaggio neroverde (35-32) a 2’ 30’’ dall’intervallo. Filippini servito in area accorcia a meno uno prima di una bella giocata a due Cagliani-Bianconi finalizzata dal numero 18. Nell’ultimo minuto si fa registrare solo l’uno su due in lunetta di Filippini e all’intervallo il punteggio è 37-35 per i padovani.

 

TERZO QUARTO

In avvio di ripresa la Virtus parte bene con un tap-in vincente di Antelli a rimbalzo d’attacco, un fallo in attacco fischiato a Filippini e la bomba sempre griffata Michele Antelli (42-35). Ozzano si infrange sul ferro per tre volte e Corrado Bianconi con la tripla allo scadere dei 24’’ fa più dieci. Dalla linea della carità Bastone fa uno su due ma, dopo un paio di azione convulse, il canestro con fallo e il libero supplementare di Abega riporta Ozzano in scia a meno sei (45-39). In un Palaberta infuocato una magia in penetrazione di Scanzi, una rubata di Antelli e il contropiede finalizzato ancora da Scanzi esaltano il pubblico con la Virtus nuovamente avanti di dieci lunghezze a meno di 6’ dalla terza sirena. Dopo il time out gli emiliani non trovano ancora la via del canestro e uno Scanzi scatenato allunga da sotto canestro su assist di Bianconi. I neroverdi sono in gas e dopo il due su due in lunetta di Scanzi arrivano la palla recuperata di Cecchinato  e l’appoggio di Bianconi per il più sedici (55-39). Ozzano sembra alle corde e una penetrazione centrale di Bianconi è pura poesia. Corrado Bianconi è on fire e da oltre l’arco non perdona per il più ventuno a 2’ dalla fine del quarto. La Logimatic accusa il colpo e dalla lunetta Martini fa solo uno su due. Dall’altra parte non sbaglia Bianconi che scrive il 62-40. Ozzano perde un altro brutto pallone in attacco la chirurgica bomba dall’angolo di capitan Schiavon è tanto scontata quanto bellissima. Con 53’’ sul cronometro gli ospiti non possono che chiamare time-out ma dopo il quarto personale di Molinaro, Bechi fa zero su due in lunetta. Va meglio a Cortese che fa uno su due poco dopo, ma per Ozzano sembra davvero letale la bomba da distanza siderale che Andrea Scanzi esplode sulla sirena del quarto (68-41).

 

QUARTO QUARTO

Balducci apre il quarto quarto con un appoggio comodo e Ozzano prova a iniziare la scalata con la tripla di Piazza poco dopo (68-46). I neroverdi perdono un brutto pallone e Coach De Nicolao chiama subito time-out per rimettere ordine. Gli emiliani sfruttano a pieno il viaggio in lunetta di Balducci, alzando la pressione e recuperando un’altra palla. Bastone dalla linea della carità ne mette solo uno prima della penetrazione di Giacomo Cecchinato che sblocca la Virtus (70-49). Cortese colpisce da oltre l’arco e un fallo tecnico consente ad Abega di accorciare ancora. Bastone in tap-in fa meno quindici, subito annullato da capitan Schiavon in lunetta. Gli emiliani ci credono e colpiscono da tre punti con Abega (72-58). La risposta neroverde arriva ancora ai liberi con Andrea Scanzi, ma Piazza è lesto in penetrazione (74-60). A metà parziale, sul quinto personale di Molinaro, Cortese infila canestro del meno dodici, senza il libero supplementare. La bomba di Federico Schiavon è un toccasana, ma con altri due liberi Ozzano resta in scia. Abega fa 77-66 a 4’ dalla fine e due consecutivi falli in attacco dei neroverdi riaprono i giochi. La bomba di Cortese fa meno otto, il due su due in lunetta di Scanzi  fa 79-69 con 2’ 48’’ sul cronometro. Dall’altra parte anche Piazza non sbaglia, prima dell’appoggio di Cecchinato a 2’ dalla fine (81-71). Ozzano non vuole morire con la tripla di Bastone ma la Virtus si affida al suo capitano che dall’arco riscrive il più dieci. Anche Piazza segna da oltre l’arco e la Virtus perde un pallone sanguinoso a 1’ 8’’ dalla fine. Un’altra tripla, stavolta di Abega, a 52’’ dal termine fa 84-80 aprendo a un incredibile finale. Dopo il time-out padovano, il viaggio in lunetta di Cecchinato frutta due punti ma il suo quinto fallo permette ad Abega di accorciare (86-82). Ricorrendo al fallo sistematico è il turno di Cagliani che fa solo uno su due. La Virtus tiene in difesa con uno stoico Bianconi che strappa il rimbalzo e lancia il contropiede per Cagliani con Antelli a finalizzare. Bastone la mette da tre e a 8’’ è Scanzi ad andare in lunetta per chiuderla definitivamente. Due su due e il canestro finale di Piazza è utile solo ad accorciare lo scarto nello finale (91-87).

 

VIRTUS PADOVA  91 – LOGIMATIC OZZANO  87 

VIRTUS PADOVA

Bianconi 23 (5/9, 3/7), Scanzi 22 (4/4, 2/7), Schiavon 17 (0/0, 5/6), Cecchinato 11 (4/5, 0/9), Antelli 9 (2/3, 1/3), Cagliani 5 (0/1, 1/3), Molinaro 2 (1/2, 0/2), Osellieri 2 (1/1, 0/0), Padovani n.e., Marchet n.e., Ferrari n.e., Bedin n.e.

LOGIMATIC OZZANO

Abega 19 (4/6, 2/8), Cortese 14 (2/8, 3/6), Bastone 13 (2/6, 2/4), Piazza 12 (2/5, 2/7), Bechi 11 (2/4, 2/7), Martini 7 (3/3, 0/0), Balducci 6 (1/4, 0/1), Filippini 5 (2/4, 0/1), Myers 0 (0/0, 0/0), Terzi n.e., Zambianchi n.e., Zanasi n.e.

 

Arbitri: Di Gennaro e Lilli

Note:

Parziali: 17-18; 37-35 (20-17);  68-41 (31-6);  91-87 (23-46)

Tiri da due: 
Virtus Padova 17/25
Ozzano 18/40

Tiri da tre:
Virtus Padova 12/37
Ozzano 11/34

Tiri liberi:
Virtus Padova 21/26
Ozzano 18/29

Rimbalzi:
Virtus Padova 44
Ozzano 40

Assist:
Virtus Padova 19
Ozzano 11