Stagione 19/20 campionato serie B

La Virtus non riesce a vincere il mal di trasferta

Inizia male e si chiude peggio la sfida play-off per la Virtus. Desio è in grande fiducia, segnano tutti mentre Padova non riesce mai ad entrare in partita, la post season la meritano i ragazzi di coach Frates.

Aurora Desio – Virtus Padova   75-47

Aurora Desio: Fumagalli 8 (1/4, 1/4), Perez 11 (1/9, 2/7), Fiorito 22 (2/2, 5/7), Corti 6 (3/3, 0/0), Mazzoleni 5 (1/1, 1/2), Malagutti 9 (0/1, 3/3), Brown 12 (3/5, 2/3), De Paoli 2 (1/3, 0/1), Parma 0 (0/0, 0/4), Casati 0 (0/1, 0/3), Peri 0 (0/1, 0/1), Binaghi 0 (0/1, 0/0). – All. Frates – Ass. Cogliati e Assi.

Tiri da 2: 12/31 (39%) – Tiri da 3: 14/35 (40%) – Tiri liberi: 9/11 (82%) – Rimbalzi: 38 (8+30 – Perez 7) – Assist: 17 (Brown e Perez 4)

Virtus Padova: Piazza 4 (2/7, 0/0, 0/0), Schiavon 0 (0/3, 0/1, 0/0), De Zardo 4 (2/4, 0/2, 0/0), Crosato 13 (3/8, 1/5, 4/7), Nobile 4 (2/8, 0/0, 0/0), Calzavara 1 (0/0, 0/0, 1/2), Canelo 15 (3/8, 0/1, 9/10), Buia 0 (0/0, 0/1, 0/0), Miaschi 6 (0/6, 1/5, 3/4), Maresca 0 (0/0, 0/0, 0/0), Tognon e Visentin n.e. – All. Rubini – Ass. Primon e De Nicolao.

Tiri da 2: 12/24 (27%) – Tiri da 3: 2/15 (13%) – Tiri liberi: 17/23 (74%) – Rimbalzi: 37 (10+27 – Crosato 11) – Assist: 10 (Piazza 4)

Parziali: 17-7, 16-19 (33-26), 23-11 (56-37), 19-10 (75-47)

Statistiche

Il terzo tempo di Energia Nero Verde che scalda il piazzale di fronte all’Aldo Moro, riempie la pancia e fa tornare il buon umore dopo una partita in cui Desio ha urlato la sua voglia di play-off e la Virtus si è sciolta subendo un 15 a 0 tra la fine del secondo e l’inizio del terzo periodo, un parziale che ha chiuso anzitempo la partita (45-26).

Dopo una partenza poco incoraggiante con Padova a litigare con il canestro (alla fine 27% da 2 e 13% da 3) e Desio spinta verso il cielo da un Fiorito che imbuca la retina con la precisione di un cecchino (2/2 da 2, 5/7 da 3, 3/3 ai liberi) il primo quarto si chiude 17 a 7.

Nel secondo quarto coach Rubini sembra ritrovare la strada che conduce alla post season con la squadra che gioca i suoi minuti migliori lottando alla pari con i padroni di casa. E’ JC Canelo a prendersi le maggiori responsabilità offensive, ben assisitito da capitan Crosato, Piazza, Nobile e De Zardo.  A 3’17” dall’intervallo Padova raggiunge la scia degli avversari (23-20), poi però si accende Xavier Brown e l’Aurora riallunga chiudendo con una tripla di Perez a fil di sirena che consente ai padroni di casa di rientrare in spogliatoio con 7 punti di vantaggio (33-26).

Al ritorno in campo delle squadre i supporter di Energia Nero Verde, arrivati fino a Desio per sostenere Crosato e compagni in una partita chiave della stagione, vengono ammutoliti dalla ripartenza dell’Aurora che è traumatizzante: tre bombe consecutive, due di Fiorito e una di Mazzoleni a cui i neroverdi non sanno reagire, allargano il distacco e sopratutto fiaccano le gambe ad una Virtus che in trasferta sembra incapace di opporsi a qualsiasi avversario.

Sarà che l’Aurora gioca la miglior partita della stagione, così almeno secondo coach Frates, fatto sta che dopo meno di 4′ la partita è già chiusa.

Adesso i play-off diventano lontanissimi, Desio è distante 4 punti e ha il favore della differenza canestri, a 3 giornate dalla fine quindi per riprenderli ci vorrebbe un tris di sconfitte per i lombardi e uno di vittorie per i padovani, insomma servirebbe un miracolo e in una stagione sfortunata come questa è difficile sperare che possa accadere.