Stagione 2020/2021 - campionato serie B

La Virtus gioca solo per un tempo

La Virtus tiene per un tempo, nella ripresa Cento allunga e dopo 5′ vola  sul +17, Padova annaspa, si disunisce e la partita finisce troppo presto.

Virtus Padova – Baltur Cento   57-81

Virtus Padova: Piazza 6 (2/8, 0/3), Canelo 4 (2/10, 0/3), Miaschi 5 (1/3, 1/5), Crosato 13 (5/7, 0/2), Nobile 12 (6/13, 0/0), Buia 3 (0/0, 1/1), Schiavon 8 (0/0, 2/3), Lazzaro 6 (3/6, 0/0), Enrico Visentin (0/1, 0/0), Calzavara e Tognon n.e.  All. Rubini – Ass. Primon e De Nicolao.

Tiri da 2: 19/48 (40%) –Tiri da 3: 4/17 (24%) – Tiri liberi: 7/9 (78%) – Rimbalzi: 29 (10+19 – Crosato 10) – Assist: 15 (Canelo 6)

Baltur Cento: Cantone 7 (2/2, 1/2), Vico 6 (3/4, 0/4), D’alessandro 8 (0/3, 2/4), Rizzitiello 13 (5/7, 1/5), Giorgio Piunti 10 (5/8, 0/0), Pasqualin 8 (0/0, 1/1), Chiera 20 (2/3, 5/7), Mastrangelo 3 (0/0, 1/1), Graziani (0/1, 0/0), Govoni (0/0, 0/0), Ba 6 (2/4, 0/0), Benfatto n.e. All. Benedetto. Ass. Cotti e Parro.

Tiri da 2: 19/32 (59%) – Tiri da 3: 11/24 (46%) – Tiri liberi: 10/15 (67%) – Rimbalzi: 41 (9+32  – Piunti 10) – Assist: 17 (Cantone 7)

Parziali: 14-14, 18-24 (32-38), 14-24 (46-62), 11-19 (57-81)

Statistiche

Cento corre, segna, mette pressione, è una squadra completa in ogni ruolo e quando coach Benedetto pesca dalla panchina trova sempre sostituti che sanno essere protagonisti. La Virtus se la gioca per i primi due quarti, chiude in parità il primo (14-14), resta aggrappata agli ospiti fino al 14′ (24-24), poi quando Cento da spazio alla panchina subisce il primo colpo marchiato dal giovane argentino Chiera che con due bombe consecutive nel giro di 60″ imprime la prima svolta al match (24-32). Sono Schiavon e Buia, anch’essi usciti dalla panchina, a rimettere in partita la squadra di casa (30-32 al 17′)  ma il finale di tempo è ancora biancorosso e Cento rientra negli spogliatoi sopra di 6 (32-38).

E’ chiaro a tutti che per riuscire a far propria questa partita i neroverdi devono dar fondo a tutte le loro possibilità ma il fatto che in casa il gruppo di coach Rubini non si sia mai arreso lascia sperare che anche nel secondo tempo l’incontro possa giocarsi nell’equilibrio.

Invece Cento inizia a spron battuto, una bomba di Rizzitiello porta subito avanti di 9 (32-41) gli ospiti che ottimamente orchestrati da Cantone impiegano cinque minuti per raggiungere un margine di 17 punti (35-55 dopo 5’33”) che di fatto chiude anzitempo l’incontro.

Il momento per la squadra neroverde non è facile, dopo il derby con Vicenza questa è la terza sconfitta consecutiva (Lugo, Faenza) e sabato alle 20.30 i virtussini sono attesi da una trasferta difficile. Dopo questo trittico di Emilia-Romagna si va in Lombardia per affrontare Bernareggio, un’altra squadra molto giovane, una neopromossa che oggi ha perso a Desio e in classifica ha due punti in meno dei neroverdi. Speriamo che in settimana il gruppo di capitan Crosato sappia smaltire le tossine prodotte da queste ultime partite perché, ricordando gli esiti finali a cui condannarono le sei sconfitte consecutive patite in questo stesso periodo dello scorso anno, la serie negativa deve esere interrotta al più presto.