Stagione 19/20 campionato serie B

La società si rinforza

Antenore Energia Virtus Basket Padova continua nel suo processo di crescita e di evoluzione. Dopo i grandi cambiamenti a livello di prima squadra la società si rinforza anche nella struttura dirigenziale

Con l’ingresso nei vertici esecutivi di Andrea Bronzato, Massimo Cecchini, Marco Chioatto e Giorgio Maso quattro nuovi dirigenti che entrano a far parte del consiglio della società affiancando Mario Ruggiero, Manuella Michelon, Roberto Rugo, Riccardo Guolo, il dirigente responsabile Nicola Bernardi, il vice presidente Eugenio Papa e il presidente Gianfranco Bernardi.

I nuovi dirigenti da tempo seguono con interesse la vita societaria condividendone da sempre finalità e percorso e quest’anno hanno deciso di offrire il loro tempo e la loro passione per un contributo che intende essere di stimolo per una ulteriore crescita di Virtus Basket Padova.

Tra gli obiettivi della rinforzata compagine dirigenziale c’è quello di dar vita ad iniziative che consentano di coinvolgere le forze economiche e politiche interessate alla promozione dello sport, del basket in particolare, sia nelle forme agonistiche che in quelle partecipative e sociali.

“Sono quattro amici che da anni ci aiutano – ribadisce il dirigente responsabile Nicola Bernardi – e che quest’anno hanno accettato che il loro impegno a favore della società venisse formalizzato. La Virtus Basket Padova vuole crescere, abbiamo la fortuna di avere un amministrazione comunale che pone grande attenzione all’attività sportiva e che ha progetti importanti ben descritti dall’assessore Bonavina anche in occasione della presentazione del team di coach Rubini, noi in questa squadra abbiamo investito e siamo fiduciosi che potrà dare soddisfazioni alla città. Anche l’organico dirigenziale deve essere pronto nel far fronte ad impegni che per forza di cose aumenteranno e quindi diamo il benvenuto ad Andrea, Giorgio, Marco e Massimo, nella convinzione che anche grazie al loro arrivo la società finalizzerà progetti importanti.”