Stagione 2020/2021 - campionato serie B

La Broetto e le 48 ore della verità. «Playoff, due gare fondamentali»

Stasera riparte il campionato alle 20.30 alla Kioene Arena contro l’Urania Milano. 
Sabato di nuovo in campo a Desio alle 21. Ma la squadra di Friso deve fare i conti anche con l’influenza.

Con la Befana, stasera, ore 20.30, la Broetto Virtus attende alla Kioene Arena anche l’Urania Milano, sperando di trovare nella calzetta la prima di due vittorie fondamentali in ottica playoff. La seconda i neroverdi dovranno cercarla già sabato sera (ore 21) a Desio contro un’altra diretta concorrente nella lotta per gli spareggi promozione della Serie B. Al doppio turno a cavallo dell’Epifania, i padovani non si affacciano nelle condizioni fisiche auspicate: durante le vacanze natalizie, il gruppo di Massimo Friso non ha potuto allenarsi come avrebbe voluto a causa dell’epidemia di influenza, che ha costretto a letto alcuni giocatori. «Non possiamo farci nulla», spalanca le braccia coach Friso, «Ma faremo il possibile per esserci tutti. Con Milano e Desio sono due gare importantissime: la prima avversaria sarebbe stata la quinta “sorella” per la promozione con Bergamo, Orzinuovi, Cento e Piacenza; la seconda è una diretta concorrente per i playoff. L’Urania è la squadra più sfortunata del campionato: dopo aver perso per infortunio alla spalla Ghiacci, l’ex capitano di Caserta e il giocatore italiano con più presenze in assoluto in A/2, ha dovuto rinunciare anche a Tortù e Restelli. Ha pagato l’allenatore Montefusco con l’esonero e prima di Natale è subentrato Eliantonio con il quale la squadra è tornata a vincere proprio a Desio e ha tenuto testa in amichevole a Piacenza (72-70, ndr). Adesso, la società meneghina sta guardando al mercato per recuperare il terreno perso. Da qualche tempo si sta allenando con Milano anche l’argentino Nicolas D’Arrigo, un’ala-guardia che la passata stagione giocava a Martina Franca, sempre in B. Non risulta ancora tesserato», spiega ancora Friso, «ma potrebbe debuttare proprio qui a Padova». L’innesto del “gaucho” rappresenterebbe un’addizione valida per una formazione, che sta ricalibrando i suoi meccanismi di gioco impostati sulla solidità del lungo Paleari. «Milano proverà a imbrigliarci con una zona match up», analizza il tecnico virtussino, «Noi dovremo essere bravi a difendere sul pick and roll giocato tra il play Ferrarese e il pivot Paleari, che avranno in mano le chiavi dell’attacco». Per la Broetto, il problema più grosso sarà però la situazione d’emergenza causata dal virus influenzale. «Chi ci sarà, dovrà fare qualcosa in più per sopperire a eventuali assenze», chiosa Friso, «Saremo l’unica squadra a disputare due incontri a distanza così ravvicinata, ma vincerli entrambi varrebbe doppio, perché significherebbe prendere due punti e toglierne altrettanti ai nostri diretti avversari».

Mattia Rossetto
mattino_logo
5 gennaio 2017