Stagione 2021/2022 - campionato serie B

Impresa Antenore Energia: sconfitta Bergamo 102-96

RUBANO Grande impresa dell’Antenore Energia Virtus Padova. La truppa di coach Riccardo De Nicolao tra le mura amiche del PalaRubano stende 102 -96 una delle corazzate del girone come Bergamo e porta a casa due punti importantissimi per il suo campionato e una vittoria che dà la svolta alla propria stagione.

Avvio di gara non semplice per i neroverdi schierati nel quintetto di partenza con De Nicolao, Cecchinato, Bocconcelli, Ferrari e Lusvarghi. Bergamo infatti è squadra di valore e lo fa vedere già dalle prime battute, ma l’approccio alla partita dell’Antenore Energia è tosto e i ragazzi di De Nicolao rimangono incollati ai lombardi per tutto il primo quarto trovando il pareggio sul 16-16, protraendolo fino al 20-20 e trovando un’accelerata della WithU solo nel finale per il 22-26 con cui si chiude il primo parziale.

Nel secondo periodo Bergamo prova un secondo allungo ma arrivano provvidenziali le triple di Francesco De Nicolao e Pellicano a rimettere i conti a posto (38-39). Bergamo prova a mostrare i muscoli, ma Virtus tiene fisicamente e mentalmente e gli ospiti non riescono a scrollarsi di dosso i neroverdi guidati da Ferrari e Bocconcelli autori di prove super. Nel frattempo la tripla di Schiavon vale il 47 pari, quella di De Nicolao il sorpasso 50-49. Ancora una volta però Bergamo nel minuto finale riesce a dare un’altra accelerata e va al riposo sul 50-57.

Ma l’Antenore Energia è in partita e nonostante Bergamo continui a macinare gioco, riesce a rispondere colpo su colpo. Virtus trova il -2 con Cecchinato, il pareggio con Bocconcelli sul 70-70, il vantaggio con la bomba di Lovisotto sul 73-70 più due punti ai liberi. E ancora dalla lunetta arrivano i punti di Bocconcelli e Ferrari, mattatori dell’incontro, con Bergamo che ancora nel finale riesce a limitare i danni ma questa volta è la Virtus a chiudere il periodo sopra 81-79.

La partita è vibrante e il finale incandescente. Pellicano, altro grande protagonista del match, con la tripla dell’86-79 prova a creare il margine decisivo, ma Bergamo non vuole arrendersi e ritrova l’aggancio sull’86 pari. Bocconcelli però si inventa la tripla dell’89-86, Ferrari fa 91-86, Bocconcelli va di nuovo a canestro per il +7. La Virtus è in trance agonistica. Pellicano esplode la tripla del 96-88 e poi dai liberi nel finale è di ghiaccio, Bergamo ci prova fino all’ultimo ma la Virtus regge nel finale andando a chiudere con uno stupendo 102-96 e con una prestazione da favola.

ANTENORE ENERGIA 102 – BERGAMO 96

ANTENORE ENERGIA Cecchinato 8 (1/2, 2/3), Pellicano 17 (1/4, 3/4), Bocconcelli 24 (7/12, 2/3), Schiavon 3 (0/0, 1/2), F. De Nicolao 11 (1/4, 2/4), Marangon, Ferrari 23 (8/13, 0/1), Lusvarghi 3 (1/4, 0/0), Lovisotto  13 (4/6, 1/3) All. R. De Nicolao

BERGAMO Dell’Agnello 14 (6/9, 0/1), Isotta, Sodero 25 (5/8, 3/5), Negri 17 (2/3, 2/5), Ihedioha 26 (9/13, 1/1), Bedini 6, Savoldelli 6 (2/4, 0/1), Manenti, Dembelé 2 (1/2, 0/0) All. Cagnardi

Arbitri: Zaniboni di Bologna e Moratti di Reggio Emilia

Note: parziali: 22-26, 50-57, 81-79, tiri da due: Virtus 23/45 – Bergamo 28/46, tiri da tre: 11/20 – 6/16, tiri liberi: 23/31 – 22/29, rimbalzi: 38-27, assist: 15-12