Stagione 19/20 campionato serie B

Grande prova a Varese il baby Pellicano conquista la Virtus

(Il Mattino, 13 gennaio)
Il play con 12 punti è stato giudicato il migliore in campo
Padova resta al secondo posto alle spalle di Bernareggio
 Siamo a fine agosto 2018 e la nuova Virtus Padova è un cantiere appena aperto con i nuovi giocatori arrivati da pochi giorni per preparare la stagione, la scorsa, che la porterà fino ai playoff contro Vigevano. La prima amichevole è però un duro test a Gemona del Friuli contro l’Apu Udine, squadra di A2 con ambizioni di promozione: finirà con un sonoro 108-59 senza nessuna storia, almeno all’apparenza. Perché invece dentro questa partita una storia c’è e racconta di un Nicolò Pellicano (all’epoca un sedicenne con nel bagaglio solo una manciata di minuti di Serie B) che con l’incoscienza della sua età prende ripetutamente palla sparando in faccia agli americani di Udine dieci formidabili punti che, nonostante la scoppola presa, fanno tornare a casa col sorriso il presidente Franco Bernardi e il compianto vice presidente Gegè Papa durante il viaggio di ritorno.

NUOVO MVP
Sedici mesi dopo quell’incosciente ragazzino è l’MVP – con 12 punti messi a referto – della prima squadra dell’Antenore Energia nel successo 53-73 contro la Robur Varese, la tredicesima vittoria su sedici partite per la banda di coach Rubini. Nel mezzo una stagione, la scorsa, di apprendistato con 23 presenze e 34 punti collezionati. Quest’anno però il salto di livello è evidente, con i punti che a metà campionato sono già diventati 41 in 14 presenze: più che un under (è ancora protagonista con l’U18 Eccellenza di Seno) di fatto parliamo di un senior aggiunto.

DA RONCAGLIA A VIRTUS
Pellicano è un playmaker classe 2002 cresciuto a Roncaglia e poi approdato gradualmente in Virtus. Dopo il settore minibasket e l’U13 Èlite lì nasce infatti una collaborazione tra Virtus e la società del presidente Dicensi, che porta ad una U14 Èlite condivisa allenata da Valerio Salvato. L’anno successivo quel gruppo diventa U15 e sempre sotto la guida di Salvato si qualifica alle finali nazionali arrivando tra le prime otto squadre d’Italia, mettendo in luce proprio il talento di Pellicano. L’anno dopo ancora Nicolò diventa tutto virtussino e arriva all’U16 Eccellenza sotto le cure di Riccardo De Nicolao (attuale vice allenatore Virtus), venendo però subito adocchiato anche da quel Daniele Rubini che all’epoca allenava l’U18 e che, una volta approdato a capo della prima squadra, se lo porterà sempre con sé fino alla sontuosa prova di sabato sera contro Varese. Tutto questo col papà Francesco onnipresente sugli spalti.

VIRTUS SECONDA
Una prova che ha quasi messo in secondo piano anche la vittoria stessa dell’Antenore Energia e le altre grandi prestazioni dei neroverdi. In una gara condotta dall’inizio alla fine infatti protagonisti sono stati anche Morgillo (top scorer con 18 punti), De Nicolao (quasi tripla doppia con 8 punti, 10 assist e 10 rimbalzi), Ferrari (13 punti) e Piazza (12). Ma oltre ai due punti conquistati e al secondo posto alle spalle di Bernareggio confermato, c’è ora la consapevolezza di avere in “Pelli” un valore aggiunto in più nel roster. Un talento da continuare ad affidare alle cure – non sempre morbide – di coach Rubini, per far crescere al meglio la nuova stellina di casa Virtus.

Luca Perin