Stagione 2023/2024 - Campionato serie B Nazionale

Grande e importante affermazione in trasferta per la Virtus Padova

I neroverdi espugnano con merito il campo di Faenza con un finale al cardiopalma      

Faenza (RA), 21.01.2024 –  La Virtus Padova, in trasferta a Faenza, ottiene la seconda vittoria consecutiva ed espugna con merito il difficile campo della Raggisolaris (71-73) con una bella prova in difesa e in attacco, riuscendo a gestire il vantaggio anche nel concitato finale punto a punto.

Padova inizia il match con un convincente primo quarto (12-20) guidata da un positivo Michele Ferrari (12 punti con 5/5 da due all’intervallo). I neroverdi si portano fino al più dodici grazie anche alle bombe di Osellieri, Cecchinato e Molinaro nei primi 10’. Nel secondo parziale, complici anche i problemi di falli con tre a testa per Ferrari e Molinaro, Faenza recupera, sfruttando i molti viaggi in lunetta e tornando fino al meno uno, poi meno due all’intervallo (34-36). Il terzo quarto di questa partita dura un’eternità complici i molti fischi della coppia arbitrale. Con i padroni di casa presto in bonus, la Virtus capitalizza al meglio i tanti liberi guadagnati riuscendo a gestire anche i propri problemi di falli e chiudendo al 30’ avanti di sette lunghezza (49-56). I neroverdi difendono forte anche in avvio di ultima frazione e, con un Ferrari in grande spolvero (17 punti, 6 rimbalzi e 6 falli subiti) e le giocate di classe di Andrea Scanzi (11 punti), riescono a mantenere il pallino del gioco ricacciando i tentativi di rimonta dei faentini. Le bombe di Bianconi e Antelli (11 punti e 9 rimbalzi) in attacco e la grande presenza difensiva di Molinaro e Cecchinato consentono ai neroverdi di rimanere avanti di almeno sette lunghezze e conservare il vantaggio fino agli ultimi minuti.

Il finale è tutto da vivere con il fiato sospeso: i faentini cercano con grande cuore di completare la rimonta ma nell’ultimo vibrante minuto di gioco riescono ad arrivare solo fino al 71-73, mancando per due volte il canestro e consentendo così ai neroverdi di festeggiare sulla sirena finale.

I neroverdi ottengono così due punti fondamentali, oltre il 2-0 negli scontri diretti con Faenza, salendo a quota 14 punti in classifica e si apprestano a vivere una settimana importante che vedrà la Virtus impegnata mercoledì sera in casa al Palaberta con l’Andrea Costa Imola e poi subito nuovamente domenica, in trasferta, sul campo di Lumezzane..

 

La voce del Coach 

“I ragazzi oggi, contro una squadra importante come Faenza, si sono espressi al meglio, specialmente in difesa. Abbiamo seguito alla perfezione il piano partita che avevamo scelto e, nella nostra difesa di stasera, si è vista tutta la nostra coesione. È stata davvero una grande prestazione di tutto il gruppo, prima che dei singoli.  – commenta soddisfatto a fine partita il Coach della Virtus Padova, Riccardo De Nicolao In questo momento, oltre ad aver recuperato i nostri singoli dai vari acciacchi, abbiamo recuperato anche la fiducia necessaria, continuando a lavorare bene senza mai perderci d’animo anche nei momenti difficili delle precedenti settimane.”. 

La cronaca della partita Raggisolaris Faenza – Virtus Padova 

PRIMO QUARTO 

Coach De Nicolao propone il quintetto con Antelli, Osellieri, Cecchinato, Ferrari e Molinaro. Dall’altra parte invece subito nei primi cinque il neo acquisto Mitchell Poletti. I padroni di casa segnano per primi ma Ferrari, su assist di Molinaro, pareggia subito i conti. La bomba di Cecchinato spariglia dopo 2’ 30’’ di gioco ma Faenza resta a contatto con un canestro di Poggi (4-5). In questo inizio dai ritmi contenuti Poggi è il migliore dei suoi e, dopo un recupero difensivo, in contropiede materializza i due punti del controsorpasso. Michele Ferrari con un bel movimento in area, chiuso in gancio, ne trova altri due ma i Blacks di casa, con due liberi di Tomasini, restano al comando a metà del parziale (8-7). Ferrari, dopo un pregevole slalom in area, si beve la difesa faentina e appoggia due punti a tabellone. Padova allunga con la palla recuperata e il contropiede firmato Giacomo Cecchinato (8-11). Dopo un errore dei padroni di casa, una grande azione personale di Andrea Scanzi, chiusa con un tiro in allontanamento, porta i neroverdi a più cinque (8-13) e la panchina di casa spende il suo primo time out. La tripla dell’ex di serata, Lorenzo Molinaro, allarga il divario e, dopo un altro recupero difensivo, Giacomo Cecchinato si guadagna due tiri liberi che, mandati a bersaglio, confezionano il più dieci Virtus (8-18) a poco meno di 3’ dalla prima sirena. Padova difende ancora con grinta, recuperando ancora e finalizzando in contropiede con Michele Antelli obbligando Coach Lotesoriere al secondo, ravvicinato, minuto di sospensione. Il parziale aperto di Padova (0-13) viene chiuso da un canestro di Vico, che manda a referto anche il libero supplementare (11-20). La Virtus per più azioni non trova la via del canestro, perdendo due palloni, ma senza pagare subito dazio. Un fallo di Molinaro, secondo personale, consente a Vico di tornare in lunetta (uno su due) che fissa il 12-20 sulla prima sirena.

SECONDO QUARTO 

I secondi 10’ di gioco si aprono con un altro gran movimento in area di Michele Ferrari che trova il fondo della retina, il fallo e il libero aggiuntivo (12-23). Pastore scocca la prima bomba nella serata di Faenza ma, dall’altra parte, Corrado Bianconi elude la difesa di Vico e appoggia i suoi primi due punti (15-25). Michele Ferrari, grande protagonista in questo inizio, dalla lunetta fa uno su due, dopo un canestro di Papa e il distacco è ora di nove lunghezze. Pastore, dopo la prima, manda a referto un’altra tripla che viene immediatamente annullata da quella di Osellieri (20-29). Ancora un canestro da oltre l’arco, stavolta di Galassi, aiutato dal ferro, riporta i Blacks a meno sei e Coach De Nicolao richiama i suoi in panchina. In uscita dal time out Padova non ritrova il feeling con il ferro e il terzo fallo personale di Ferrari, a 6’ dall’intervallo, costringe il lungo neroverde alla panca. Un fallo di Bianconi, secondo personale, manda Poletti in lunetta che non trova però i primi punti in maglia Faenza. Il neo entrato Marco Ius non lo imita e firma i due liberi del 23-31 a metà parziale. Il nuovo viaggio in lunetta di Poletti ha esito positivo, e il fallo in attacco di Molinaro (terzo personale) complica le rotazioni per i neroverdi. Poletti a rimbalzo d’attacco fa meno quattro (27-31) e, con entrambe le squadre in bonus, aumentano i giri in lunetta: al due su due di Antelli risponde quello di un Poletti che sembra entrato in ritmo partita, con Faenza che prova a prendersi l’inerzia del match (29-33). Coach De Nicolao, a 3’ dalla fine del secondo quarto, chiama nuovamente time out per provare a rimettere ordine ma la bomba di Pastore vale il meno uno per Faenza (32-33). Un canestro di pura classe di Andrea Scanzi sblocca i neroverdi ma i padroni di casa strappano un’altra contesa a rimbalzo in attacco per due punti facili (34-35). L’uno su due in lunetta di Michele Antelli chiude le ostilità all’intervallo con Padova che conserva un piccolo ma prezioso margine di vantaggio (34-36).

TERZO QUARTO 

In avvio di ripresa, dopo quasi un minuto, Michele Ferrari dalla lunetta segna i primi punti del terzo quarto (34-38). Poletti nel pitturato ne trova due rapidi ma la bomba di Molinaro fa più cinque Padova (36-41). Un fallo tecnico fischiato a Poggi per proteste viene convertito da Cecchinato in un punto con un tiro libero. Dopo un paio di azioni confuse da ambo i lati, Galassi segna nel pitturato. Con Faenza già in bonus dopo 3’ 30’’ di gioco Ferrari si ripresenta in lunetta e fa ancora due su due (38-44) portandosi a quota sedici personali. Un gran palla rubata di Cecchinato non viene convertita in punti con Molinaro che, nell’azione successiva, fa solo uno su due ai liberi. I neroverdi continuano a difendere forte, andando vicini a recuperare ancora palla, ma un fallo di Antelli allo scadere dei 24’’ permette a Vico di trasformare in lunetta due liberi importanti. Osellieri cattura un prezioso rimbalzo in attacco e, l’ennesimo fallo su Molinaro, porta il lungo neroverde nuovamente a cercare punti dalla linea della carità. Il numero 8 di Padova fa ancora uno su due (secondo libero non convalidato per invasione) e Faenza si riporta poi subito a meno quattro (42-46). A 4’ dalla fine del terzo quarto, Cecchinato mette a referto altri due punti ai liberi, ma i padroni di casa con quattro punti ravvicinati si riavvicinano a meno due (46-48). Corrado Bianconi segna con un gancio da sotto canestro e, dopo un recupero difensivo, Giacomo Cecchinato brucia la retina da oltre l’arco riportando Padova a più sette (46-53). Vico prova a prendersi i suoi sulle spalle riavvicinando, solo in parte, i suoi con l’uno su due in lunetta ma dall’altra parte, un fallo di Poletti, manda nuovamente in lunetta Lorenzo Molinaro. Il lungo friulano stavolta non sbaglia e fa due su due (47-55) quando si apre l’ultimo minuto di un lunghissimo terzo quarto. La Virtus recupera un’altra palla in difesa e, sull’errore da oltre l’arco di Cecchinato, Michele Ferrari si guadagna altri due liberi a rimbalzo. L’uno su due di Ferrari e un bel canestro di Galassi in penetrazione chiudono il terzo quarto sul 49-56.

QUARTO QUARTO 

Gli ultimi 10’ del match iniziano con il terzo fallo personale di Bianconi e il due su due in lunetta di Poggi per Faenza che recupera poi due palloni consecutivi fino a costringere Ferrari al quarto fallo. Poletti manda a referto solo un libero, ma i padroni di casa sono nuovamente a meno quattro (52-56). Michele Antelli, in penetrazione, appoggia due punti e segna anche il libero aggiuntivo rimettendo sette lunghezze (52-59) ma la bomba di Pastore è una sentenza. Una grandissima penetrazione di Scanzi viene annullata da quella di Pastore. La tripla a segno di Corrado Bianconi riscrive ancora il più sette e dall’altra parte Molinaro stoppa Poletti che casca nel fallo tecnico per proteste che Bianconi trasforma nel libero del più otto (57-65). La tripla di Galassi a meno di 6’ dalla sirena finale prova a scuotere i Blacks che subiscono però immediatamente la bomba dall’angolo di Antelli (60-68). Galassi risponde ancora da oltre l’arco ma l’ottimo uso del perno nel pitturato di Andrea Scanzi vale il 63-70 con 4’ 45’’ sul cronometro. Cecchinato ruba un pallone importante a Poletti e un arresto e tiro chirurgico di Scanzi allarga il divario a nove punti (63-72). Vico in lunetta fa solo uno su due ma, a 3’ 20’’ dalla fine, Padova perde un pallone sanguinoso con Vico che si guadagna altri due liberi sul quarto fallo personale di Antelli. Vico fa zero su due, graziando Padova che dall’altra parte però non segna. L’ennesima tripla di Pastore riporta i suoi a meno cinque (67-72) e gli ultimi 2’ del match si aprono con ancora una palla persa per i neroverdi. Faenza non ne approfitta e Scanzi, con grande esperienza, costringe Vico al quinto personale. Il numero 16 neroverde dalla lunetta fa solo uno su due (67-73). Papa realizza da sotto canestro il meno quattro. Padova sbaglia in attacco con Molinaro, Faenza per tre volte non trova il fondo della retina guadagnandosi però i rimbalzi e due liberi importanti che Papa trasforma per il meno due (71-73). Con Ferrari out per falli, in un convulso finale Cecchinato manca il canestro dalla lunga distanza e, con poco meno di 18’’ sul cronometro, Faenza ha la palla della parità o del sorpasso. Dopo il time out di Coach Lotesoriere Faenza non tira senza esito positivo da oltre l’arco, ma gli arbitri fischiano una palla contesa e, con cinque decimi da giocare, la palla è ancora per i padroni di casa. Dopo un nuovo time out il tiro della speranza dei Blacks si spegne sul ferro con Padova che può meritatamente festeggiare un importantissimo successo esterno.

 

RAGGISOLARIS FAENZA  71 – VIRTUS PADOVA 73

RAGGISOLARIS FAENZA

Pastore 17 (1/4, 5/11), Galassi 15 (3/4, 3/10), Vico 10 (2/2, 0/1), Poletti 9 (2/7, 0/4), Papa 8 (3/4, 0/0), Poggi 6 (2/7, 0/0), Tomasini 6 (2/3, 0/1), Petrucci 0 (0/0, 0/5), Ndiaye n.e., Siberna n.e., Lanza n.e.

VIRTUS PADOVA

Ferrari 17 (5/6, 0/0), Cecchinato 13 (1/6, 2/7), Antelli 11 (2/4, 1/2), Scanzi 11 (5/9, 0/2), Molinaro 10 (0/3, 2/5), Bianconi 6 (1/3, 1/3), Osellieri 3 (0/0, 1/1), Ius 2, Schiavon n.e., Marchet n.e.

 

Arbitri: Manco e Procida

Note:

Parziali: 12-20; 34-36 (22-16); 49-56 (15-20); 71-73 (22-17)

Tiri da due: 
Faenza 15/31
Virtus Padova 14/31

Tiri da tre:
Faenza 8/32
Virtus Padova 7/20

Tiri liberi:
Faenza 17/26
Virtus Padova 24/30

Rimbalzi:
Faenza 37
Virtus Padova 34

Assist:
Faenza 20
Virtus Padova 15