Stagione 2020/2021 - campionato serie B

Broetto formato super con Stojkov e Lazzaro

Battuta Cento per la seconda volta nella stagione
Dove può arrivare davvero questa Broetto Virtus? La domanda sorge spontanea visto che ieri sera, in una Kioene Arena gremita e ribollente di tifo ha superato per la seconda volta su due in stagione la Baltur Cento ovvero una delle quattro grandi sorelle – come ama definirle Massimo Friso – di questo girone. E cresce semmai il rammarico per le grandi occasioni gettate al vento, nello stesso impianto con la Rucker Sanve e sabato scorso ad Iseo. La gara di ieri sera non era certo consigliabile ai deboli di cuore. Praticamente sempre sull’asse di un grande equilibrio. E risoltasi solo dopo un tempo supplementare.
Una grande prova del gruppo (sei in doppia cifra, ndr), che non ha mai mollato e ha sempre risposto – il commento a botta calda del coach neroverde -: senza scomporsi quando era sotto nè quando era andato sopra. Grazie anche al pubblico per una grande partita e un bellissimo spettacolo di basket.
Gli ospiti, che nel quintetto iniziale schieravano sia l’ultimo acquisto (la talentuosa guardia argentina Vico, 21 punti ma tutti sudatissimi grazie a un ottimo lavoro difensivo) sia soprattutto l’attesissimo Davide Andreaus, ala padovana che ha chiuso con 17 punti (7/8 ai liberi) e 11 rimbalzi, hanno fatto l’andatura nella prima parte della gara: allungando una prima volta in maniera sensibile a inizio di seconda frazione (28 a 20), quando la tripla di Schiavon era fondamentale, e poi ancora sul +10 quasi subito rintuzzato. Anzi, la Broetto Virtus metteva anche il naso avanti e lamentava un’altra tripla di Schiavon annullata per fallo di Lazzaro sottocanestro.
I padroni di casa, invece, uscivano decisamente meglio dagli spogliatoi: piazzando un micidiale parziale di 10 a 0, grazie alle triple di Stojkov (5/10) e Salvato (3/5). In questo frangente la Broetto, che leggeva bene il raddoppio difensivo sul P&R e attaccava con raziocinio liberando i tiratori sul perimetro, giocava forse il suo basket migliore. Per Cento, era proprio Andreaus ben supportato da Vico a prendersi le responsabilità. Gli ospiti colmavano lo scarto e anzi arrivavano avanti alla volata finale: ma capitan Crosato impattava con una tripla al 39′ (78-78) e anzi la Broetto falliva con un Lazzaro comunque monumentale la più ghiotta delle occasioni ben servito da Stojkov (9 assist!). Nell’overtime, la Virtus faceva l’andatura ma si perdeva colpevolmente due volte di seguito Pignatti in difesa. A poco più di 2 dal termine, l’1/2 in lunetta ancora del capitano era quello decisivo.
Giovanni Pellecchia
alt
28gennaio 2017