Stagione 19/20 campionato serie B

Broetto, espugnato il “bunker”

Vittoria che porta alle stelle il morale in casa neroverde sul campo della favorita Cento

In testa alla classifica del girone B di serie B, a punteggio pieno dopo tre giornate con il Basket 2000 Reggio Emilia, c’è la Broetto Virtus. Basterebbe questo semplice dato per far girare la testa in casa neroverde, specie ora che il calendario per la formazione di Massimo Friso prevede due incontri casalinghi consecutivi: domenica a Rubano con Faenza e il 30 ottobre alla Kioene Arena il derby veneto con la Rucker Sanve.

La cosa più importante però, che entusiasma i tanti supporters neroverdi, è come capitan Crosato e compagni si sono mantenuti in vetta. Ovvero, ieri sera a Cento, espugnando il campo di una tra le più serie accreditate alla promozione e capace, a sua volta, solo una settimana fa di andare a vincere lo scontro diretto a Bergamo. La Broetto Virtus, ancora priva del suo regista titolare Stevan Stojkov (assenza, in verità, pareggiata tra i padroni di casa con quella del regista Caroldi), ha sempre condotto nell’arco dei 40’. Partendo forte: chiusa la prima frazione sul 23 a 14. E rintuzzando poi i velleitari tentativi di rimonta dei ferraresi. Che solo nel finale, grazie al pressing, si rifacevano davvero sotto. Non abbastanza, però, da negare una più che meritata gioia ai virtussini. Nelle cui fila, inevitabilmente e seppur in una prova contraddistinta dalla bontà del collettivo, spiccano i tre in doppia cifra: ovvero Canelo, con 22 punti (2/3 da tre) miglior marcatore dell’incontro, ben supportato dal solito indomito Lazzaro (19 punti e 8 rimbalzi), e dall’altro padovano Schiavon (10). A maggior ragione in una gara che li vedeva opposti, tra gli altri, a due altri padovani: Michele Benfatto (12 punti e 8 rimbalzi) e Davide Andreaus (5). «La gara perfetta? Forse no, ma sicuramente una prova di grande maturità – spiega al riguardo coach Friso -. Ce lo eravamo detti alla vigilia che ripetere le due prime gare, con i giochi solo abbozzati, contro un’avversaria di questo calibro non sarebbe bastato. I ragazzi sono stati bravi a muovere la palla, stanando dall’area Benfatto che lì rappresenta un indubbio “fattore”. Poi, si sa, quando si è supportati da una gran difesa anche il canestro in attacco finisce per sembrare più largo (52% da due e 44% da tre, ndr) … Questi sono due punti di importanza capitale, perché non so quanti verranno a vincere su questo campo».

GIOVANILI. Soddisfazione doppia per gli Under 18 Eccellenza. La squadra di Riccardo De Nicolao, dopo l’esordio nel campionato Under 20 Gold regionale battendo di misura Salzano a Rubano (67-65, Verzotto 19 e Visentin 18), giovedì ha vinto per 71-58 Mogliano.

Giovanni Pellecchia
alt
17 ottobre 2016