Broetto, adesso serve qualcosa di straordinario

(Il Mattino)
I playoff sono a rischio, basilare vincere oggi alle 18 all’Arena
contro il Lecco.
La sconfitta con Crema ha lasciato il segno riaprendo a tutti gli effetti la lotta per l’ottava posizione playoff della Serie B maschile. La Broetto Virtus non è più così sicura di quel posto che fino a qualche settimana fa pareva ormai una certezza da certificare con la sola matematica. Oggi la formazione di Massimo Friso sente il fiato sul collo di Milano, rendendo il secondo scontro diretto consecutivo alla Kioene Arena, dove stasera alle 18 sarà ospite il Lecco, un appuntamento assolutamente da non fallire. La pensa allo stesso modo il tecnico della Broetto, infuriato nero con i suoi giocatori dopo l’inopinato ko con i cremaschi. «Diventa vitale», argomenta Friso, «Milano è l’avversaria più accreditata a correrci dietro. È chiaro che per raggiungere i playoff d’ora in poi toccherà fare gli straordinari. Dobbiamo anzitutto battere Lecco, ma poi occorrerà fare anche qualcosa in più. Non basterà vincere le partite che dobbiamo vincere, perché Milano ha un calendario più agevole sulla carta rispetto al nostro».
Nelle prossime giornate la Virtus, che ha appena accolto nel proprio pool di sponsor il ristorante Daltrocanto, dovrà infatti misurarsi con Orzinuovi e Piacenza, due delle quattro regine della Serie B, inserite nel doppio intermezzo del turno infrasettimanale con Reggio Emilia e la trasferta di Alto Sebino. Ma un passo alla volta. «Lecco è un gruppo di giocatori giovani nella fascia d’età dei 21-24 anni con un impatto fisico non comune», analizza Friso, «Schiera quattro lunghi oltre i due metri: dovremo limitare la loro pressione controbattendo con i nostri centimetri per portarli a giocare fuori dall’area».
Mattia Rossetto
mattino_logo
19 marzo 2017