Stagione 2020/2021 - campionato serie B

Assessore Diego Bonavina: «Nasce così il nuovo PalaBasket di Padova»

Il nuovo PalaBasket destinato alla pallacanestro della città di Padova è ormai quasi realtà. Entro questo mese di dicembre infatti partiranno gli attesi lavori per l’ammodernamento dello Stadio Euganeo di viale Nereo Rocco, opera che comporterà due importanti novità: la ricostruzione della Curva Sud più vicina al campo da gioco del Calcio Padova e in contemporanea la costruzione di due palazzetti sportivi, di cui uno sarà destinato alla pallacanestro cittadina. Un progetto che l’Antenore Energia Virtus Padova accoglie con grande entusiasmo.

«È un momento molto importante per la storia degli impianti sportivi nella nostra città: con questo progetto vogliamo anche lanciare un messaggio di ripresa e speranza in un periodo in cui lo sport di base è purtroppo fermo – spiega Diego Bonavina, assessore allo sport del Comune di Padova -. Il nostro sogno di costruire una vera e propria cittadella dello sport nella zona ovest di Padova sta iniziando a prendere forma: il progetto prevede la riqualificazione della curva Fattori per ospitare i tifosi del Calcio Padova con 3200 posti a sedere a ridosso del campo da gioco, in modo da avere finalmente il dodicesimo uomo in campo per la nostra squadra di calcio, ma anche la costruzione di due palazzetti polifunzionali di cui uno sarà dedicato alla pallacanestro. Il nuovo PalaBasket, che verrà realizzato anche grazie al sostegno della Fondazione Cariparo, diventerà un nuovo punto di riferimento per lo sport padovano: siamo una città ricca di basket, con due squadre in Serie B nazionale e un grande movimento giovanile, tutto questo meritava di avere finalmente una casa. Il palazzetto avrà 1200 posti a sedere in un’unica gradinata, con lo spazio inoltre per eventualmente ampliarli in futuro con tribune mobili fino ai 2500».

Un risultato frutto di mesi e mesi di lavoro. «Si è trattato di un duro lavoro e di un lungo iter burocratico – continua Bonavina -. I lavori partiranno entro questo mese per concludersi tra settembre e ottobre 2021: se non ci saranno ritardi la speranza è quella di avere il progetto ultimato già per il prossimo campionato. Padova infatti ha al momento una situazione particolare perché dispone o di un impianto straordinario come la Kioene da 4000 posti o di un impianto come la Gozzano da 440 posti: mancava la via di mezzo e un palasport da 1200 posti è la soluzione ideale per il nostro basket. Il movimento cestistico padovano poi è in grande crescita e per questo mi sono battuto perché uno dei due palazzetti venisse destinato al basket. Quest’opera è stata pensata innanzitutto per dare una casa allo sport di base che parte dal basso, quindi per dare ai nostri ragazzini un bel posto dove potersi allenare.  Poi è sicuramente un vanto e un motivo d’orgoglio avere anche due squadre con progetti ambiziosi come Virtus Padova e UBP che ora militano in Serie B».