Stagione 19/20 campionato serie B

Antonio Marziali e la caviglia del capitano

Il prodigioso recupero di Enrico Crosato è strettamente legato ai meriti del fisioterapista virtussino e del dottor Elvis Lela.

Che la salute dei giocatori della prima squadra virtussina sia legata al lavoro dello staff medico è ovvio. Che quest’anno ai nostri  medici siano state offerte tante occasioni per dare il meglio di se è noto! Alla sfortuna che ha accompagnato la Virtus in questa stagione fa però da contraltare la qualità di uno staff medico capitaniato per il terzo anno dal dottor Elvis Lela, medico radiologo specializzato nella traumatologia dello sport, con particolare interesse nella diagnostica e nella interventistica muscolo – scheletrica.
ImmagineOltre ad essere il responsabile medico della nostra società il dottor Lela è anche medico sociale e referente per la diagnostica presso il Centro Sportivo “La Ghirada” della Benetton Rugby Treviso, nonché referente per le terapie infiltrative e per i trattamenti sotto guida ecografica delle problematiche muscolari e tendinee.
Esegue numerosi trattamenti infiltrativi ecoguidati a livello della spalla, gomito, anca, ginocchio, caviglia, nella patologia tendinea cronica e acuta come la tendinopatia del tendine rotuleo, tendine di Achille e molte altre patologie.

Socio aggregato della Federazione Medico Sportiva (FMSI), membro della SIPRO, esegue la proloterapia ecoguidata secondo le linee guida della Winsconsin Univeristy e la Hackett Hemwall Foundation (HHF). Membro della SIOOT, esegue l’ozonoterapia per le patologie del rachide, quelle tendinee e osteo – articolari secondo le linee guida della SIOOT. Ottenuto il master di II livello per l’Ossigeno-Ozonoterapia presso l’Università degli studi di Pavia è anche membro del comitato scientifico IALT (International Association Laser Therapy).

IMG_3046Al suo fianco c’è il fidato Antonio Marziali, una vera e propria istituzione in Virtus. Fisioterapista professionista, esercita la professione presso l’Ortopedia dell’Ospedale di Padova e ha assunto la responsabilità della fisioterapia virtussina una ventina di anni or sono succedendo ad un mito della società, Remo Dalla Libera a cui sono rimaste legate tante storie e aneddoti dei decenni che hanno preceduto la promozione in serie A negli anni ’90.

Marziali in tanti anni ha compiuto svariati interventi “miracolosi”, e l’ultimo suo grande successo è stato il recupero di capitan Crosato per la partita di domenica scorsa. Un grande fisioterapista deve essere aiutato da un vero uomo e in questo caso il connubio è stato perfetto e ha consentito alla Virtus di vincere una partita “impossibile” nonostante le condizioni del suo capitano.

Crosato

Giovedì sera Crosato è stato costretto ad abbandonare il campo sorretto dai compagni di squadra per una brutta storta alla caviglia destra. In meno di 3 giorni Lela e Marziali lo hanno rimesso in piedi, poi ci ha pensato la forza di volontà del giocatore. Al termine della partita in tanti non credevano che la caviglia di Crosato fosse poi così malmessa… c’è voluta questa foto per farli ricredere!