Stagione 19/20 campionato serie B

Antenore Energia caduta rumorosa

L’assenza di Ferrari e le condizioni di salute di Dagnello penalizzano oltremodo la compagine padovana che rimane in partita solo nei primi minuti. Emblematica la differenza di percentuali realizzative tra le due squadre (T2=61% – 37%, T3=40% – 22%, T1=90% – 74%). Mercoledì (ore 20.30 a Rubano) contro una rigenerata Vigevano è necessario un pronto riscatto.

Omnia Pavia – Antenore Energia Padova   83-58

Omnia PaviaFerdinando Nasello 19 (8/11, 1/1, 0/0), Mattia Venucci 15 (3/5, 2/7, 3/3), Marco Torgano 15 (3/5, 2/4, 3/3), Alessandro Spatti 12 (5/5, 0/0, 2/2), Michael Sacchettini 10 (5/11, 0/0, 0/0), Filippo Fazioli 6 (0/2, 2/3, 0/0), Nicolò Benedusi 5 (1/2, 1/4, 0/0), Andrea Mazzoleni 1 (0/0, 0/1, 1/2), Nicholas Dessì 0 (0/0, 0/0, 0/0), Mohamed ToureLuca Botteri e Carlo Arnone n.e. – All. Baldiraghi – Ass. Cova e Susino.

Tiri da 2: 25/41 (61%) – Tiri da 3: 8/20 (40%) – Tiri liberi: 9/10 (90%) – Rimbalzi: 33 (6+27 – Nicolò Benedusi 7) – Assist: 23 (Mattia Venucci 8)

Antenore Energia Padova: Ivan Morgillo 25 (8/12, 1/2, 6/8), Francesco De Nicolao 18 (1/5, 4/8, 4/6), Corrado Bianconi 6 (2/5, 0/7, 2/2), Andrea Dagnello 5 (0/0, 1/5, 2/2), Andrea Piazza 4 (2/5, 0/2, 0/0), Emanuele Mazzonetto 0 (0/1, 0/1, 0/0), Ruben Calò 0 (0/6, 0/0, 0/0), Federico Schiavon 0 (0/0, 0/2, 0/0), Riccardo Visone 0 (0/1, 0/0, 0/0), Nicolo’ PellicanoGuido Baccaglini e Michele Ferrari n.e. – All. Rubini – Ass. De Nicolao e Primon

Tiri da 2: 13/35 (37%) – Tiri da 3: 6/27 (22%) –  Tiri liberi: 14/18 (78%) – Rimbalzi: 34 (13+21 – Ivan Morgillo 13) – Assist: 12 (Francesco De Nicolao 5)

Statistiche
Parziali: 27-16, 24-12 (51-28), 15-23 (66-51), 17-7 (83-58)

Brutta battuta d’arresto per la Virtus Padova Antenore Energia che nella diciottesima giornata di Serie B viene sconfitta 83-58 dall’Omnia Basket.
Una domenica nera per la squadra di coach Rubini, in difficoltà fin dai primi minuti di gara e scivolata sotto 51-28 già all’intervallo lungo dopo una brutta prova collettiva nei primi due quarti in cui ha certamente influito, tra le altre cose, anche la pesante assenza di Michele Ferrari che alla vigilia ha subìto il riacutizzarsi del dolore alla coscia accusato una settimana fa.

Una chiara dimostrazione di forza invece quella messa in scena da Pavia, una squadra rivitalizzata dai nuovi innesti del mercato invernale e in grado di esibire sul parquet di casa una prestazione di grande spessore. Infatti solo nel terzo quarto si riesce a rivedere la vera Antenore Energia (quella delle 13 vittorie in 16 partite prima degli ultimi due passi falsi) grazie ad una grande reazione d’orgoglio che ha riportato Padova a toccare il -10 sul 58-48, facendo riaccendere per un attimo la speranza nel tifo neroverde. Purtroppo per gli ospiti però Pavia alla fine è riuscita a respingere i tentativi di rimonta: in particolare quelli di De Nicolao e Morgillo, migliori in campo tra i virtussini che chiuderanno la partita con 18 e 25 punti rispettivamente.

Dopo un iniziale 20-7 di parziale infatti un colpo di coda di Pavia nel finale di terzo periodo permette ai ragazzi di coach Baldiraghi di arrivareall’ultimo quarto con un margine ancora confortevole di +15. Qui Virtus si scioglie già dopo i primi minuti subendo un contro-parziale di 11-2 che affossa ogni velleità di rimonta.

Per l’Antenore Energia la possibilità di rifarsi sarà già mercoledì sera alle 20.30 quando a Rubano arriverà Vigevano, per una partita carica di rivalità. Per l’Omnia grandi prove per Venucci, Torgano e Nasello, per Virtus – come detto – solo le ottime statistiche di Francesco Denik e Ivan Morgillo (doppia doppia per lui) riescono a rendere meno amaro il tabellino. Ma non la serata: funestata invece dalla notizia della scomparsa di un’immensa icona della storia del basket e dello sport mondiale come Kobe Bryant. Grazie di tutto Black Mamba!