Stagione 2023/2024 - Campionato serie B Nazionale

Al Palaberta vince Chieti: i neroverdi si arrendono lottando 

La Virtus Padova cede 61-72 alla solidità e alle percentuali della squadra teatina

Montegrotto Terme, 18.02.2024 –  Dopo un mese nel quale i tifosi neroverdi al Palaberta avevano visto sole vittorie, la LUX Chieti espugna con il punteggio finale di 61-72 la casa della Virtus Padova che, pur difendendo con cuore e forzando gli ospiti a 22 palle perse, paga una serata sfortunata al tiro. Di contro gli ospiti vincono la lotta a rimbalzo e per tutti i quaranta minuti di gioco tirano, tanto da due quanto da tre punti, con alte percentuali che fanno le fortune della squadra abruzzese.

Già dai primi minuti il match è caratterizzato da una Chieti che sbaglia poco e una Virtus che fatica ad avere il solito feeling con il canestro. In difesa i neroverdi trovano le energie per concretizzare poi in attacco con Cecchinato e Molinaro, riuscendo a rimanere incollati a fine primo quarto con la tripla di Bianconi (17-19). Gli ospiti prendono un piccolo margine di vantaggio già prima dell’intervallo, arrivando fino al più dieci, con Padova che riesce comunque a rimanere in scia a metà gara dopo un gioco da tre punti di Ferrari 30-39.

In avvio di ripresa la Virtus prova a colmare il gap ma è sfortunata al tiro, con gli ospiti che allungano e tentano subito la fuga decisiva con due bombe ravvicinate (40-57). I neroverdi, grazie anche a ottime difese, cercano e riescono a ricucire in parte (47-59) a fine terzo quarto con Antelli e Bianconi. Negli ultimi 10’ di gioco la Virtus prova a gettare il cuore oltre l’ostacolo per rientrare ma, nonostante un prolifico Michele Ferrari da 18 punti e 24 di valutazione, non riesce ad arrivare oltre il meno dieci. A metà frazione Chieti mette al sicuro il risultato con le triple che vanificano gli ultimi assalti di una Padova caparbia che comunque non molla e riduce nuovamente lo scarto fino al 61-72 finale.

 

Il focus per i neroverdi va ora, da subito, a settimana prossima: la Virtus, infatti, sarà impegnata, ancora in casa al Palaberta, nel match contro la Janus Fabriano valido per la ventiseiesima giornata del campionato di Serie B Nazionale Old Wild West.

 

La voce del Coach 

“Stasera a tratti abbiamo fatto un’ottima partita a livello difensivo, costringendo una squadra come Chieti a 22 palle perse. In attacco non siamo riusciti ad approfittarne, tirando con brutte percentuali nonostante il più delle volte avessimo prodotto buone scelte di tiro.  – ha commentato a fine partita il Coach della Virtus Padova, Riccardo De Nicolao Siamo in un momento di sfiducia, nel quale anche le cose più semplici diventano complesse. Dobbiamo essere bravi a uscirne subito, come fatto nell’ultimo mese, mantenendo il focus su noi stessi e continuando a lavorare uniti e compatti, dando sempre il massimo in tutte le gare che ci attendono da qui a fine stagione. ”. 

 

La cronaca della partita Virtus Padova – Lux Chieti 

PRIMO QUARTO

Matteo Cagliani in contropiede e Nwokoye per Chieti firmano i primi quattro punti del match e, dopo una bella difesa di Cagliani su Lips, Antelli fa più due prima della bomba di Ciribeni. Michele Antelli penetra la difesa ospite e rimette avanti i neroverdi (6-5). Chieti, da sotto con Paesano, ne appoggia altri due e, nell’azione successiva, Lips fa più tre (6-9). Un bel fadeaway di Lorenzo Molinaro riporta a contatto la Virtus che subisce però l’immediata tripla di Maggio (8-12). Ci pensa Giacomo Cecchinato, con un canestro di pregevole fattura, a riavvicinare i suoi ma Lips a rimbalzo d’attacco non perdona. In una partita ad alta intensità, dopo 5’ 30’’, Chieti conferma le ottime percentuali in avvio (7/9 dal campo) e con un’altra tripla si porta a più sette (10-17) con la panchina neroverde che chiama il primo time-out del match. La Virtus costringe gli ospiti a violare i 24’’ e dall’altra parte Cecchinato serve a Ferrari la palla del meno cinque. Nwokoye si fa spazio in area a rimbalzo d’attacco a 2’ dalla prima sirena (12-19) ma una gran schiacciata di Molinaro galvanizza subito il Palaberta che fa salire i decibel del tifo. Chieti inizia a sbagliare, abbassando le percentuali al tiro, e una bomba di Corrado Bianconi a 20’’ dalla fine riporta Padova al meno due, su cui termina il primo quarto (17-19).

 

SECONDO QUARTO

Il secondo quarto inizia con oltre un minuto a canestri inviolati prima della realizzazione di Cena per Chieti che allunga poi con Maggio da oltre l’arco (17-24). Corrado Bianconi ne mette due nel pitturato ma la Virtus continua a litigare con le percentuali da oltre l’arco e Nwokoye, dalla lunetta, fa uno su due (19-25). Michele Antelli, dall’altra parte, lo imita ma a 6’ dall’intervallo Chieti fa 20-27 in area. Su un’ingenuità di Nwokoye, Bianconi si guadagna tre tiri liberi, mandandone solo uno a bersaglio. Un gran canestro in penetrazione di Reale convince lo staff padovano a richiamare i suoi giocatori in panchina con la Virtus a meno otto (21-29) a 5’ 32’’ dalla pausa lunga. Al ritorno in campo i neroverdi non trovano il fondo della retina e Nwokoye si ripresenta sulla linea della carità. Il lungo ospite fa due su due ed è più dieci Chieti (21-31). Per i neroverdi, dalla lunetta, Michele Ferrari non sbaglia ma altrettanto fa Paesano dall’altra parte (23-33). Padova riesce a stappare il canestro con la bomba di Giacomo Cecchinato a 3’ dalla fine e Chieti spende il suo primo time-out della gara (26-33). Gli ospiti ripartono con un canestro nel pitturato. Gli ultimi 120’’ del primo tempo vengono aperti da un gioco da tre punti di Michele Ferrari e, dopo una bella difesa dei neroverdi, Andrea Scanzi ai liberi mette un punto prezioso (30-35). Gli ospiti, con Reale, trovano un canestro allo scadere dei 24’’ e, dopo un errore di Padova, costringono Molinaro al terzo fallo personale presentandosi in lunetta con Paesano. Il numero 98 in maglia blu non sbaglia e i suoi due liberi fissano il 30-39 a metà gara.

 

TERZO QUARTO

Dagli spogliatoi Chieti esce subito forte con due punti in area. La Virtus risponde con Michele Ferrari nel pitturato e una gran bomba di Cecchinato (35-41). Il numero 1 neroverde sale anche lui a quota tre falli personali e gli ospiti sganciano anche loro un canestro pesante. Da una palla quasi persa arriva la bomba di Andrea Scanzi ma Chieti, per due volte, continua a bucare la difesa neroverde (38-48). La quarta tripla nella serata di Maggio prova a scavare il solco sul più tredici e Coach De Nicolao, a poco più di 6’ dalla fine del terzo quarto, deve forzatamente chiamare time-out.  I neroverdi cercano di ritrovare feeling con il canestro grazie a due punti di Molinaro, che incappa però nel quarto personale a 4’ 44’’ dalla terza sirena. La tripla di Cena e quella di Paesano (40-57) sono pesanti, ma Michele Antelli realizza subito due punti importanti. Un appoggio di Bianconi, su assist di Cecchinato, fa meno tredici ma Chieti a rimbalzo d’attacco non perdona (44-59). Cecchinato si guadagna due liberi, di cui solo uno va a referto, e, dopo una palla recuperata in difesa, il terzo quarto si chiude con un canestro di Cagliani su assistenza di Antelli (47-59).

 

QUARTO QUARTO

In avvio di quarto quarto i neroverdi provano ad alzare il ritmo per colmare subito il gap, ma sono sfortunati al tiro e Lips, in contropiede, mette il più quattordici (47-61). Un canestro di Ferrari prova a scuotere la Virtus che recupera due palloni consecutivi, senza concretizzare velocemente. A 7’ 30’’ dal termine, spedito in lunetta, Michele Ferrari fa due su due (51-61). La tripla di Reale prova a spegnere le velleità di rientro dei neroverdi e, dopo il fallo in attacco di Cecchinato (quarto personale), è subito time-out Virtus. Michele Ferrari, su assist di Cecchinato, prova a caricarsi la squadra sulle spalle (53-64) ma a metà parziale un’altra bomba di Reale prova a far pendere definitivamente l’ago della bilancia in favore di Chieti. Per la Virtus è ancora Ferrari a cercare punti, stavolta dalla lunetta, ma è solo uno su due. I neroverdi recuperano altri due palloni consecutivi ma la serata al tiro è davvero sfortunata. Va meglio alla terza occasione con l’assist di Scanzi per Ferrari che ne realizza altri due a 3’ 16’’ dal termine (56-67). I neroverdi difendono con cuore e costringono Chieti a infrangere i 24’’ ma dall’altra parte non vedono il fondo della retina. A 2’ dalla fine è ancora meno undici e, dopo l’ennesima palla recuperata dalla difesa padovana, un fallo ospite manda Antelli in lunetta. Il play neroverde fa 0/2 e, a poco più di un minuto dalla sirena, la tripla di Lips chiude i conti (56-70). Con due tiri liberi Cecchinato prova a ridurre il gap che si accorcia ulteriormente con la bomba dalla punta di Andrea Scanzi che lascia 30’’ sul cronometro (61-70). Un canestro di Paesano fissa il 61-72 finale con i neroverdi che devono arrendersi alla LUX Chieti che espugna il Palaberta.

 

VIRTUS PADOVA  61 – LUX CHIETI 72  

VIRTUS PADOVA

Ferrari 18 (6/12, 0/0), Cecchinato 11 (1/3, 2/6), Bianconi 8 (2/5, 1/3), Antelli 7 (3/9, 0/2), Scanzi 7 (0/6, 2/4), Molinaro 6 (3/4, 0/2), Cagliani 4 (2/3), Schiavon , Padovani n.e., Marchet n.e., Bedin n.e.

 

LUX CHIETI

Paesano 20 (5/6, 2/3), Maggio 12 (0/2, 4/7), Reale 12 (3/7, 2/4), Nwokoye 9 (3/6, 0/0), Lips 9 (3/6, 1/3), Cena 7 (2/5, 1/4), Ciribeni 3 (0/1, 1/2), Masciopinto n.e., Gelormini n.e., Febbo n.e.

 

Arbitri: Scaramellini e Bortolotto

Note:

Parziali: 17-19; 30-39 (13-20); 47-59 (17-20); 61-72 (14-13);

Tiri da due: 
Virtus Padova 17/42
Chieti 16/33

Tiri da tre:
Virtus Padova 5/17
Chieti 11/23

Tiri liberi:
Virtus Padova 12/20
Chieti 7/8

Rimbalzi:
Virtus Padova 24
Chieti 46

Assist:
Virtus Padova 14
Chieti 13