Stagione 19/20 campionato serie B

A Montegrotto l’Italbasket con Martina

Broetto, iniziativa con l’Admo.
Torna, dopo che mancava da lungo tempo a Padova e dintorni, la Nazionale di basket femminile. Da domenica 26 a martedì 28 febbraio, le azzurre del commissario tecnico Andrea Capobianco si raduneranno a Montegrotto Terme per l’ultimo appuntamento prima della preparazione all’Eurobasket 2017, che si terrà in Repubblica Ceca dal 16 al 25 giugno. La comitiva azzurra sbarcherà alle Terme la domenica sera per sostenere tra lunedì pomeriggio (17.30-19.30) e martedì mattina (9.30-11) due sessioni d’allenamento al PalaBerta.
«A Montegrotto ci saranno anche ragazze molto giovani: come abbiamo sempre detto l’intenzione è quella di dare continuità e valore al settore giovanile femminile, che in questi anni ha ottenuto grandi risultati in Italia e nel mondo», osserva Capobianco. E tra le giovani opzionate dal ct ci sarà anche Martina Fassina (classe 1999), ala del Fila San Martino, alla sua prima convocazione con la Nazionale maggiore. Fassina, già medaglia d’argento con l’Italia agli ultimi Mondiali Under 17, quest’anno si è ritagliata minuti importanti nella squadra di Larry Abignente, grazie a cui ha vestito e indossa tuttora la maglia azzurra anche Marcella Filippi, che in questo caso figura fra le atlete a disposizione. Immancabile, invece, la presenza del playmaker padovano Francesca Dotto, cresciuta proprio a San Martino di Lupari, dove sono transitate in passato anche Martina Sandri (Reyer Venezia) e Federica Tognalini (Le Mura Lucca), fra le giocatrici nella lista di convocate e di quelle disponibili.
Intanto, prima dell’atteso derby contro il Vicenza, in programma domani alla Kioene Arena, in casa Virtus Broetto ha trovato spazio un’importante iniziativa solidale. Giovedì sera, la prima squadra di Serie B, i ragazzi delle giovanili e i dirigenti virtussini hanno incontrato i volontari dell’Admo al palazzetto di Rubano. La dottoressa Milena Luca, medico referente per il registro dei donatori di midollo osseo, insieme alla presidente dell’Admo di Padova, Paola Baiguera, ha spiegato a tutti cos’è il midollo osseo e la necessità di donarlo per aiutare quanti lottano contro leucemie, talassemie e tumori solidi.
Con l’occasione, il donatore Manuel ha raccontato la sua esperienza di eroe silenzioso e allo stesso modo ha fatto Davide, oggi 25enne, che invece ha ricevuto il midollo a 13 anni. Domani, la partnership proseguirà alla Kioene Arena: la Virtus, infatti, ospiterà gli amici dell’Admo, che esporranno il loro striscione e distribuiranno materiale informativo agli spettatori per lanciare insieme il motto “Facciamo squadra”.
Mattia Rossetto
mattino_logo
18 febbraio 2017