Stagione 19/20 campionato serie B

Antenore Energia ottimo esordio

L’Antenore Energia non soffre l’assenza di Ferrari e nonostante la forza degli avversari, su tutti un grande Gergati e l’esperto Allegretti, si aggiudica la gara con l’ambiziosa Varese chiudendo con 6 uomini in doppia cifra. Ottima prestazione di Francesco De Nicolao che conduce con grande ritmo la squadra, segna 16 punti, stoppa 4 volte il diretto avversario ed è anche il miglior rimbalzista della gara.

Antenore Energia Padova – Coelsanus Varese    75-70

Antenore Energia Padova: De Nicolao 16 (7/10, 0/0, 2/2), Piazza 12 (3/7, 2/5, 0/0), Dagnello 11 (5/8, 0/3, 1/1), Bianconi 10 (2/7, 1/3, 3/3), Morgillo 11 (4/6, 1/1, 0/0), Pellicano 0 (0/0, 0/0, 0/0), Visone 0 (0/1, 0/0, 0/0), Schiavon 2 (1/2, 0/2, 0/0), Calò 13 (4/9, 1/1, 2/2), Mazzonetto e Baccaglini n.e. – All. Rubini – Ass. De Nicolao e Primon.

Tiri da 2: 26/50 (52%) – Tiri da 3: 5/16 (31%) – Tiri liberi: 8/8 (100%) – Rimbalzi: 40 (10+30 – De Nicolao 12) – Assist: 18 (De Nicolao 6) – Palle recuperate: 6 (De Nicolao 3)  – Palle perse: 14 (Schiavon 3).

Coelsanus Robur et Fides Varese: Gergati 22 (3/9, 4/5, 4/6), Allegretti 19 (7/9, 0/2, 5/6), Gatti 9 (2/6, 1/1, 2/2), Caruso 6 (1/6, 1/3, 1/2), Maruca 6 (1/7, 1/6, 1/2), Gatto 4 (2/4, 0/0, 0/0), Ballabio 2 (1/6, 0/1, 0/0), Rosignoli 2 (1/2, 0/0, 0/0), Calzavara 0 (0/1, 0/0, 0/2), Calcagni e Trentini n.e. – All. Vescovi – Ass. Donati e Barbarossa.

Tiri da 2: 18/50 (36%) – Tiri da 3: 7/18 (39%) – Tiri liberi: 13/19 (68%) – Rimbalzi: 31 (9+22 – Allegretti 10) – Assist: 9 (Gergati 3) – Palle Recuperate: 9 (Gergati 3) – Palle perse: 11 (Ballabio 4).

Parziali: 25-16, 13-20 (38-36), 17-14 (55-50), 20-20 (75-70)

PADOVA Non è ancora la Virtus che coach Rubini ha in mente, ma questa Antenore Energia basta per avere la meglio nel big match contro Varese nell’esordio in campionato. Alla KioeneArena infatti Padova si impone 75-70 nella più importante sfidadella prima giornata del girone B di Serie B, che metteva subito davanti l’una contro l’altra due delle possibili grandi protagoniste di questo campionato.

Primo scalpo quindi di rilievo per i neroverdi che si presentano al match con Ferrari indisponibile per un problema muscolare: nel quintetto d’avvio scendono in campo Piazza, De Nicolao, Dagnello, Morgillo e Bianconi. La partenza è subito positiva con Bianconi e De Nicolao particolarmente ispirati in un primo quarto in cui Virtus non ci mette molto a carburare: 25-16, con grande tripla allo scadere di Morgillo. Varese scollinato il primo periodoentra in partita e trova una reazione veemente: in un batter d’occhio si riporta sul 27 pari. La squadra di coach Vescovi, guidata in campo da uno straordinario Gergati (22 punti a fine gara), spiega a Virtus di non essere venuta a Padova in gita. A dare la svegliata ai suoi è però Francesco De Nicolao che, dopo alcuni minuti tremebondi dei neroverdi, estrae dal cilindro una super stoppata sul cui ribaltamento di fronte arriva una pesante tripla di Calò. Un canestro sulla sirena di Gergati però manda Varese all’intervallo  sul -2, con un parziale di 13-20 per gli ospiti.

Con questo prepotente ritorno in partita degli ospiti la ripresa si fa elettrica. Due bombe dell’incontenibile Gergati, costante spina nel fianco della Virtus, valgono il sorpasso di Varese, con le prime brutte nubi che sembrano addensarsi sopra le teste dei padroni di casa. Per Padova risponde però Bianconi che spara da fuori un pallone che balla pericolosamente sul ferro prima di infilarsi e diventare il 47 pari. L’Antenore Energia riprende fiducia e con una zingarata di De Nicolao, che scippa il pallone in difesa e si invola in solitaria in contropiede in attacco, si riporta avanti: 55-50 a fine terzo quarto. I dieci minuti finali diventano infuocati. Prima una tripla di Piazza e un canestro di Schiavon sembrano tenere a bada Varese, ma poi la Robur et Fides si rimette in carreggiata fino ad un 64-64 da cuori forti a 3’ dalla fine. Un break di 4 Virtus (Calò e Denik) ridà ossigeno a Padova, fino al gioco da tre di Dagnello che rimanda gli uomini di Rubini sul +7 a 120’’ dalla fine. Varese prova l’ultimo assalto finale ma Virtus regge. MVP della partita è Francesco De Nicolao con 16 punti, 12 rimbalzi, 4 stoppate e 6 assist. In doppia cifra vanno anche Calò (13), Piazza (12), Dagnello e Morgillo (11) e Bianconi (10).