Stagione 2022/2023 - campionato serie B

Una Virtus ai limiti della perfezione fa l’impresa a San Vendemiano

Grande affermazione per una solidissima Antenore Energia che espugna il PalaSaccon con una convincente prova corale 

La Virtus espugna San Vendemiano e batte la capolista con una prestazione convincente tanto in attacco quanto in difesa. I giocatori di Coach De Nicolao mostrano tutta la grinta e la giusta intensità in difesa necessarie a questa importante affermazione esterna su un campo notoriamente difficile. Tra i migliori in campo Cecchinato, Ihedioha e un superlativo Francesco De Nicolao da 20 punti.

Prova corale di tutta la squadra che, con 19 assist e una grande carica emotiva sovvertono il pronostico della vigilia costringendo i padroni di casa alla prima sconfitta stagionale..

 

La voce del Coach 

“Una partita davvero esemplare, costruita passo dopo passo con sacrificio e abnegazione. – ha commentato il coach di Virtus Basket Padova, Riccardo De NicolaoI ragazzi hanno creduto nel piano partita mettendo, individualmente e come squadra, tutta la fiducia e la grinta necessaria per permetterci di giocare in scioltezza e trovarci a metà dell’ultima frazione anche sul più venti. Ora godiamoci questo successo meritato e capitalizziamo quanto costruito oggi in vista della sfida di settimana prossima con Bergamo.”. 

 

La cronaca della partita Rucker San Vendemiano – Antenore Energia Virtus Basket Padova 

PRIMO QUARTO 

Partenza a ritmi alti con Francesco De Nicolao per la Virtus e Hadzic per San Vendemiano che smuovono subito i tabellini. Ottimo approccio per la squadra di Coach De Nicolao che, grazie alla difesa a zona, produce tanti recuperi che fruttano in transizione il primo break (7-14 dopo quattro minuti) con la bomba di Cecchinato e i due canestri di Ferrari. I neroverdi mettono sul parquet tanta energia e lottano su ogni pallone in difesa. Ihedioha chiude il parziale di 16-0 che porta avanti di tredici lunghezze la Virtus (7-20) prima che Baldini fermi l’emorragia offensiva della Rucker. I trevigiani provano a riportarsi così in scia ma una bomba siderale di Cecchinato chiude il primo quarto sul 16-23.

SECONDO QUARTO 

Anche nella seconda frazione l’Antenore prova a fare la partita ma Rucker è brava a chiudersi in difesa e riesce a capitalizzare in attacco ribaltando il punteggio con le triple di Perin e Baldini (29-27) e costringendo al timeout la Virtus.
Marco Lusvarghi e Francesco De Nicolao mettono a referto due giochi da tre punti ai quali risponde quello di Gobbato che tiene in equilibrio il match fino al terzo fallo personale sia per Ferrari che per De Nicolao che li costringe in panchina con 4’43’’ da giocare nel quarto. I padroni di casa si portano avanti di sei grazie alla bomba di Gobbato, prontamente annullata da quelle di Cecchinato e Ihedioha che, con un altro canestro con fallo, riporta all’intervallo i neroverdi sotto di uno (43-42).

TERZO QUARTO 

Dopo la pausa lunga i problemi di falli si aggravano con il quarto personale per Lusvarghi ma, grazie ai sette punti di Giacomo Cecchinato (con un’altra bomba da distanza NBA) e a un De Nicolao in grande spolvero, la Virtus torna avanti (49-55). L’Antenore mette grande grinta in difesa e, su ogni palla vagante, i ragazzi di Coach De Nicolao sembrano avere una marcia in più. Con queste premesse i neroverdi, grazie ai liberi di Paolin e Marangon, riescono a chiudere avanti di dieci sulla sirena del terzo quarto (55-65).

QUARTO QUARTO 

L’ultima frazione inizia nel migliore dei modi per la Virtus: Francesco De Nicolao apre e chiude il parziale che riscrive il massimo vantaggio (+15) sul 57-72 in un break in cui mette la firma anche Federico Schiavon con un tiro dalla media. Il capitano continua a martellare e con altri cinque punti amplia il divario che tocca quota venti a sei minuti dal termine. La partita è virtualmente chiusa: i padroni di casa sono visibilmente travolti dalla carica agonistica dei neroverdi, non riuscendo mai a mostrare evidenti segnali di ripresa. La squadra di Coach De Nicolao che continua a difendere su ogni pallone può così amministrare il vantaggio per un successo importante che si chiude sul 75-91 finale.

 

RUCKER  75 – ANTENORE ENERGIA 91

RUCKER
Hadzic 17 (4/6, 1/5), Vedovato 14 (5/5, 0/0), Baldini 14 (3/8, 2/4), Gobbato 10 (3/5, 1/4), Sanguinetti 8 (0/4, 2/3), Perin 6 (0/1, 2/7), Colombo 6 (2/2, 0/2), Nicoli 0 (0/0, 0/2), Sackey 0 (0/2, 0/0), Guazzotti 0 (0/0, 0/0)

ANTENORE ENERGIA
De Nicolao 20 (7/7, 1/2), Cecchinato 18 (2/4, 4/10), Ihedioha 14 (5/8, 1/2), Ferrari 13 (6/9, 0/1), Schiavon 9 (2/2, 1/2), Paolin 7 (1/7, 0/6), Lusvarghi 7 (3/3, 0/0), Marangon 3 (1/3, 0/2), Osellieri 0 (0/0, 0/1), Ciadini 0 (0/0, 0/1)

 

Arbitri: Di Pilato Fulvio e Marenna Antonio

Note

Parziali: 16-23; 43-42 (27-19); 55-65 (12-23); 75-91 (20-26)

Tiri da due: 
Rucker San Vendemiano 17/33
Virtus Padova 27/43

Tiri da tre:
Rucker San Vendemiano 8/27
Virtus Padova 7/27

Tiri liberi:
Rucker San Vendemiano 17/24
Virtus Padova 16/25

Rimbalzi:
Rucker San Vendemiano 39
Virtus Padova 37

Assist:
Rucker San Vendemiano 15
Virtus Padova 19