Stagione 19/20 campionato serie B

Una disfatta dopo l’illusione

(Il Gazzettino)
Broetto Virtus: che spa(Reggio) stregato! Nella prima di cinque finali (tra cui, gli altri due scontri diretti da disputare l’uno a Milano e l’altro con Desio in casa l’ultima giornata), ieri sera a Rubano la Broetto Virtus è stata sconfitta da Reggio Emilia 2000 per 64 a 65. Al termine di una gara nella quale la formazione di Massimo Friso ha dovuto inseguire. Ma nella quale tutto si è risolto nell’ultimo minuto e mezzo: le triple di Schiavon e Stojkov illudevano; i padroni di casa, uscendo da un time out con 14 da giocare, fallivano il sorpasso con Stojkov (e nonostante il disperato tentativo a rimbalzo di Lazzaro). La Broetto aveva fatto l’andatura solo nei primi tre minuti e mezzo: sul 6-4, con i canestri di Stojkov e di Canelo (2) in forse alla vigilia, subiva un primo parziale di 8 a 0 ospite (cinque punti di Malagutti). Da qui in poi i reggiani, nonostante fossero quasi subito riavvicinati (sul 12-11), sospinti da Bertolini hanno sempre tenuto il comando. Dopo un primo quarto in equilibrio, i padroni di casa sorpassavano al 13′ sul 20-19 (canestro di Canelo), ma subivano un altro parziale di 10 a 0. E sul finire del primo tempo, non erano fortunati: rimesso il naso avanti sul 32-31 (tripla di Canelo), andavano negli spogliatoi sul -4 per la tripla da metà campo sulla sirena di Bertolini. Nella ripresa, stesso spartito: gli ospiti, uscendo con un 4 a 0 dagli spogliatoi, a fare l’andatura; la Broetto Virtus che faticava per mantenersi a ruota. Quando,in apertura di ultima frazione, gli sforzi sembravano ripagati (mini-parziale di 5 a 0, tripla di Crosato e canestro di Lazzaro), sul 50-52 veniva ricacciata indietro oltre la doppia cifra con l’ennesimo 9 a 0 in due minuti. La tripla di Stojkov frenava l’emorragia, prima del già ricordato e illusorio arrivo in volata.


Giovanni Pellecchia
alt
30 marzo 2017