Stagione 2023/2024 - Campionato serie B Nazionale

Trasferta amara a Imola per la Virtus Padova 

I neroverdi chiudono l’anno uscendo sconfitti 99-71 nella gara del PalaRuggi       

Imola, 23.12.2023 –  La Virtus Padova, costretta a rinunciare al proprio lungo Lorenzo Molinaro ancora fermo per infortunio, chiude il 2023 con una sconfitta e un passivo amaro (99-71) sul campo della Virtus Imola al termine di una gara in cui i neroverdi restano in partita fino al terzo quarto quando, complici anche i problemi di falli dei padovani, i padroni di casa riescono a trovare il break decisivo allungando poi negli ultimi 10’ di gioco.

La Virtus Padova, nella prima metà di gara, resta incollata nel punteggio grazie ai dieci a testa di Ferrari e Scanzi, oltre gli otto di Michele Antelli. I neroverdi chiudono in parità la prima frazione (24-24) e, nel secondo quarto, contengono il tentativo di allungo di Imola con le bombe di Scanzi e Cecchinato che consentono a Padova di essere a meno quattro all’intervallo (44-40). Ad inizio ripresa i ragazzi di Coach De Nicolao tornano a contatto con un’altra tripla di Scanzi (17 punti e 8 rimbalzi a fine gara) ma il quarto fallo personale comminato in rapida successione a Bianconi e Cecchinato inizia a pesare sulle rotazioni. A cavallo tra il terzo ed il quarto quarto, i padroni di casa mettono a referto il break decisivo che decide le sorti del match trovando il più diciannove a 6’ dalla sirena e chiudendo di fatto i conti. Negli ultimi minuti di una gara virtualmente già chiusa Padova deve rinunciare a Cecchinato e Ferrari per falli mentre Imola, sfruttando anche i molti viaggi in lunetta, allarga il divario rendendo più amaro il passivo finale per i neroverdi.

Con il campionato ora fermo per la sosta natalizia, il prossimo appuntamento per i neroverdi sarà il 7 gennaio alle ore 18 in casa al Palaberta contro la General Contractor Jesi.

La voce del Coach 

“Oggi siamo stati condizionati molto dalla situazione falli sin dall’inizio, venendo costretti a rimescolare sempre le carte con quintetti molto diversi. Fino all’intervallo siamo stati bravi a rimanere in partita ma poi Imola è sempre riuscita a contenere ogni nostro tentativo di accorciare nel punteggio e nel finale abbiamo ceduto subendo una sconfitta netta.  – commenta a fine partita il Coach della Virtus Padova, Riccardo De Nicolao La nostra prestazione difensiva di stasera non è stata sufficiente, dobbiamo crescere sotto questo punto di vista e adesso dobbiamo sfruttare al meglio la sosta natalizia, continuando a lavorare per tornare a competere sin da gennaio alla ripresa del campionato.”.

La cronaca della partita Virtus Imola – Virtus Padova 

PRIMO QUARTO 

Partenza a marce elevate per entrambe le squadre con Padova che mantiene la parità grazie a quattro punti di Michele Ferrari nel pitturato (4-4). Dopo 3’ 30’’ di gioco al due su due ai liberi di Antelli risponde Imola con due viaggi in lunetta di Ohenhen e Masciarelli che, causando anche il prematuro secondo fallo personale di Bianconi, riportano i padroni di casa avanti (7-6). Andrea Scanzi calamita un rimbalzo in attacco e realizza i primi punti della sua serata con la Virtus che, nonostante altre due punti di Ferrari, continua a inseguire a metà parziale (11-10) con Imola fa la voce grossa a rimbalzo d’attacco sfruttando la fisicità di Ohenhen. Il numero 14 neroverde Ferrari continua a mettere punti in cascina per i veneti, stavolta dalla lunetta. Grazie a due bombe ravvicinate di Schiavon prima e di Antelli poi Padova continua a condurre (15-18). I padroni di casa bucano con facilità la difesa neroverde e, dopo l’uno su due in lunetta di Antelli, impattano a quota 19 punti. A 2’ dalla fine del primo quarto una bella transizione in attacco di Padova consente a Marco Ius un comodo appoggio centrale (19-21) ma due liberi di Aglio ristabiliscono subito la parità. Con entrambe le squadre in bonus i viaggi in lunetta si susseguono, così come gli errori da ambo le parti: Aglio prima e Scanzi poi fanno uno su due in lunetta e, nell’ultimo minuto di gioco a una penetrazione vincente dei padroni di casa risponde il 2/2 ai liberi di Michele Ferrari (già a quota 8 dopo i primi 10 minuti) che fissa la parità a fine parziale (24-24).

SECONDO QUARTO 

In avvio di secondo quarto Ohenhen continua a fare la differenza sotto canestro in attacco e la bomba di Aglio dopo i primi 2’ di gioco fanno più cinque Imola (29-24). I neroverdi non riescono a mettere punti a referto e un altro canestro di Ohenhen obbliga Coach De Nicolao a chiamare il minuto di sospensione sul meno sette (31-24). L’emorragia offensiva di Padova viene stoppata dopo quasi 3’ da un bel canestro di Federico Osellieri ma, dall’altra parte, il terzo fallo personale di Bianconi, è un campanello d’allarme per la panchina padovana, già costretta a rinunciare a Lorenzo Molinaro ancora in precarie condizioni fisiche. Michele Ferrari, servito in area da Antelli, fa meno quattro (32-28). Imola segna ancora a rimbalzo d’attacco ma una bomba di Giacomo Cecchinato scrive il meno tre (34-31). In un amen si susseguono la risposta da oltre l’arco dei padroni di casa e la contro-risposta di Cecchinato che, in penetrazione, firma il 37-33 a 4’ dall’intervallo. Padova spende il suo secondo time out per gestire al meglio gli ultimi minuti del secondo quarto. Andrea Scanzi trova lungo la linea di fondo un pulitissimo lay up che riporta i neroverdi a meno due prima della tripla di Masciarelli per i padroni di casa (40-35). Andrea Scanzi, su assist di Antelli, scocca la bomba che riavvicina a meno due i suoi che subiscono però, poco dopo, il tiro pesante firmato Magagnoli. Negli ultimi 60’’ Aglio fa uno su due in lunetta e Scanzi timbra ancora con un canestro davvero di pregevole fattura che consente alla Virtus Padova di rimanere incollata all’intervallo (44-40).

TERZO QUARTO 

In avvio di ripresa segnano subito i padroni di casa che provano a spingere e trovano rapidamente il più otto (48-40) con Padova che nei primi 2’ non vede il fondo della retina. Un bel taglio di Corrado Bianconi sblocca i neroverdi che con la bomba di Andrea Scanzi accorciano ulteriormente (48-45). Il quarto fallo di Bianconi, oltre a mandare in lunetta i padroni di casa, è un campanello d’allarme per la Virtus Padova. I neroverdi accusano il momento: Ohenhen, con altri due liberi, allarga nuovamente il divario (52-45) e, a complicare le cose, anche Giacomo Cecchinato arriva a quota quattro falli personali. Imola prova a cavalcare il momento e, a metà parziale, si porta a più dieci con la bomba che obbliga Coach De Nicolao a richiamare i suoi in panchina (55-45). Dopo il time out Marco Ius, a rimbalzo d’attacco, trova due punti preziosi per Padova che, con un contropiede lanciato da Scanzi e finalizzato da Osellieri, prova a rimettersi subito in carreggiate (55-49). Ohenhen si conferma un fattore sotto le plance, strappando numerosi rimbalzi offensivi e consentendo a Imola di tornare a più dieci con quattro punti consecutivi (59-49). Il canestro con fallo subito e libero aggiuntivo di Marco Ius apre l’ultimo minuto di gioco per Padova che, dopo il 2/2 di Masciarelli in lunetta, subisce anche la tripla di Morara che chiude il terzo quarto con i padroni di casa che volano a più dodici (64-52).

QUARTO QUARTO 

Il quarto quarto inizia con la tripla di Balciunas e un rapido contropiede di Andrea Scanzi. Un canestro di Bianconi viene annullato dalla coppia arbitrale per uno sfondamento di Ferrari e un’altra bomba dei padroni di casa scava subito un solco decisivo (70-54) dopo 1’ 30’’ di gioco. Due punti di Michele Ferrari, su assist di Cecchinato, ridestano la Virtus che realizza poi da oltre l’arco anche con Cecchinato. Imola continua a trovare punti e, con due bombe consecutive del suo capitano Jacopo Aglio, mette una seria ipoteca sul risultato allungando fino al più diciannove (78-59) a 6’ dalla sirena finale. Dopo il time out di Padova un’altra tripla di Aglio, nonostante l’immediata risposta da tre punti di Corrado Bianconi, mette il sigillo per Imola che nell’azione successiva costringe Ferrari al quinto fallo personale e pesca il gioco da tre punti che fa più ventidue (84-62). Andrea Scanzi realizza altri due punti in penetrazione ma i neroverdi perdono anche Cecchinato per cinque falli. A partita virtualmente già chiusa arrivano l’uno su due ai liberi di Marco Ius e due viaggi consecutivi in lunetta per i padroni di casa che allargano ulteriormente il divario (88-65). Con entrambe le squadre in bonus anche Federico Osellieri si guadagna un viaggio in lunetta (2/2), mentre dall’altra parte Magagnoli confeziona un altro gioco da tre punti. In pieno garbage time, con spazio ai giovani da entrambe le parti, Marco Ius aumenta il suo bottino personale a rimbalzo d’attacco e, poi, con un bel movimento sotto canestro. I padroni di casa nell’ultimo giro di lancette, presentandosi per quattro volte dalla linea della carità, continuano a macinare punti rendendo più amaro il passivo finale per la Virtus Padova (99-71).

 

VIRTUS IMOLA  99 – VIRTUS PADOVA 71

VIRTUS IMOLA

Aglio 16 (0/2, 4/4), Barattini 13 (0/0, 1/5), Ohenhen 13 (5/10, 0/0), Chiappelli 12 (5/9, 0/1), Magagnoli 12 (2/3, 2/6), Morara 9 (3/4, 1/1), Fiusco 3 (0/2, 1/1), Balciunas 3 (0/1, 1/4), Morina 1 (0/0, 0/2), Alberti

VIRTUS PADOVA

Scanzi 17 (5/12, 2/3), Ferrari 12 (4/9, 0/0), Ius 12 (5/6, 0/2), Antelli 8 (1/2, 1/3), Cecchinato 8 (1/4, 2/7), Osellieri 6 (2/3, 0/2), Bianconi 5 (1/2, 1/4), Schiavon 3 (0/1, 1/2), Marchet 0 (0/0, 0/1), Guevarra (0/2), Padovani  (, 0/1), Molinaro n.e.

 

Arbitri: Scarfò e Migliaccio

Note:

Parziali: 24-24; 44-40 (20-16); 64-52 (20-12); 99-71 (35-19)

Tiri da due: 
Virtus Imola 20/38
Virtus Padova 19/41

Tiri da tre:
Virtus Imola 11/28
Virtus Padova 7/25

Tiri liberi:
Virtus Imola 26/34
Virtus Padova 12/17

Rimbalzi:
Virtus Imola 46
Virtus Padova 33

Assist:
Virtus Imola 21
Virtus Padova 17