Stagione 19/20 campionato serie B

Rivincita Antenore, superata anche Vigevano

L’Antenore torna nel catino del PalaBasletta dove era stata eliminata l’anno scorso dai playoff con un tap a tempo scaduto, e questa volta riesce nell’impresa. Bianconi converte in canestro il tiro di Piazza allo scadere e Padova si aggiudica una partita già di intensità post season. Decisiva la zona chiamata da coach Rubini nell’ultimo quarto di gioco.

Elachem Vigevano – Antenore Energia Padova    66-68

Elachem Vigevano: Mazzucchelli 14 (2/6, 3/6, 1/1), Dell’Agnello 14 (7/13, 0/1, 0/2), Verri 13 (2/2, 3/7, 0/0), Rossi 8 (4/6, 0/1, 0/2), Passerini 7 (2/3, 1/3, 0/0), Aromando 6 (0/5, 1/2, 3/4), Filippini 4 (2/4, 0/2, 0/0), Beretta 0 (0/0, 0/0, 0/0), Brigato 0 (0/0, 0/0, 0/0), Martinoli e Rosa n.e. – All. Piazza – Ass.

Tiri da 2: 19/39 (49%) – Tiri da 3: 8/22 (36%) – Tiri liberi: 4/9 (44%) – Rimbalzi: 33 (5 + 28 – Aromando 10) – Assist: 21 (Mazzucchelli e Dell’Agnello 5)

Antenore Energia Padova: Ferrari 20 (7/10, 1/1, 3/4), De Nicolao 12 (2/6, 2/5, 2/5), Bianconi 12 (2/6, 2/5, 2/2), Morgillo 6 (1/3, 1/2, 1/1),  Dagnello 6 (0/2, 2/7, 0/0), Schiavon 6 (2/4, 0/0, 2/2), Piazza 5 (1/4, 1/3, 0/0), Calò 1 (0/0, 0/0, 1/2), Pellicano, Visone, Mazzonetto e Baccaglini n.e. – All. Rubini – Ass. De Nicolao e Primon.

Tiri da 2: 15/35 (43%) – Tiri da 3: 9/23 (39%) – Tiri liberi: 11/16 (69%) – Rimbalzi: 28 (4+24 – De Nicolao 9) – Assist: 18 (De nicolao, Dagnello e Piazza 4)

Parziali: 14-11, 18-26 (32-37), 23-12 (55-49), 11-19 (66-68)

Statistiche

L’Antenore Energia Virtus serve la vendetta a Vigevano. Nel modo più incredibile, nel modo più spietato. Un 66-68 deciso all’ultimo secondo da Corrado Bianconi, su tap-in dopo che il ferro aveva respinto il tiro di Piazza. Un remake al contrario della dolorosa sconfitta dello scorso maggio ai playoff, quando la sirena strozzò in gola l’esultanza di Filippini (ora passato dall’altra sponda). Ed i neroverdi espugnano così l’inferno del PalaBasletta, la Virtus mette in fila la quarta vittoria consecutiva e si tiene la testa della classifica: dopo Varese, NPO e Pavia anche i ducali devono arrendersi alla squadra di coach Rubini.

Si parte e per i neroverdi non nel migliore dei modi: 6-0 per i padroni di casa e Calò che incappa in tre falli in tre minuti. Poi però l’Antenore entra in partita: Ferrari e Piazza fanno il 6-6. Le difese sembrano avere la meglio sugli attacchi in un primo quarto in cui a fare la differenza sono le tre bombe di Mazzucchelli (14-11). Virtus però restituisce il 6-0 in avvio di secondo quarto. Due triple di Bianconi valgono il +4 e una bomba di De Nicolao il +6. Ancora Bianconi (dai liberi) firma il +8 ma Passerini manda tutti all’intervallo con la tripla del 32-37.

Nel secondo tempo  5’ di equilibrio ma poi un lungo blackout della Virtus permette a Vigevano di spingere sull’acceleratore, rimontare e portarsi sul +7: si arriva all’ultimo periodo sul 55-49. Ma qui la Virtus torna a ruggire: Morgillo e Ferrari rispolverano il tiro pesante (57-57) e la partita torna in equilibrio. Dopo un tentativo di allungo di Vigevano è De Nicolao a pareggiare di nuovo i conti dalla lunetta (64-64) a due dalla fine. Ferrari infila il +2 ma ancora Vigevano trova il pari a sessanta secondi dal termine. Palla ai ducali che sperperano il possesso, Virtus si affida a Piazza che prova il match point allo scadere, il ferro respinge ma Bianconi è ben appostato e a differenza di cinque mesi fa c’è il tempo di mettere in fondo alla retina il canestro della vittoria. Questa volta l’ultimo secondo premia l’Antenore Energia, che si prende la sua vendetta e si tiene la vetta della classifica. Ma ora testa al derby con Vicenza: appuntamento domenica alle 18 al PalaGoldoni.