Stagione 19/20 campionato serie B

Piazza, play da Serie A per la Virtus

(Il Mattino)
Gran colpo, il giocatore arriva da Roseto.
Girone B, niente sorprese
La Virtus Padova irrompe sul mercato di basket della Serie B mettendo a segno l’atteso colpo in cabina di regìa: Andrea Piazza (nella foto) è il nuovo playmaker della squadra di Daniele Rubini. Classe 1989, nato e cresciuto cestisticamente a Pordenone, ha indossato le divise di Castelletto Ticino, Costa Volpino e Udine, prima di trasferirsi a Chieti. Qui ha giocato per una stagione e mezza, salvo poi passare lo scorso gennaio a Roseto, sempre in A/2. Atleta dotato di una buona altezza per il ruolo (189 centimetri), andrà a sostituire Stevan Stojkov, rientrato alla Salus Bologna in C Gold. «È un giocatore di Serie A/2 che aveva ampio mercato nella categoria», spiega il dirigente responsabile Nicola Bernardi, che ha seguito passo a passo la trattativa con Roberto Rugo. «Siamo riusciti a portarlo in B perché ha voluto venire alla Virtus, conciliando il desiderio di riavvicinarsi a casa». Verrà presentato martedì a mezzogiorno, nella sede della società in via Vescovado.
Nessuna grossa sorpresa, intanto, per quanto riguarda la composizione dei gironi di Serie B. I neroverdi restano nel gruppo B, in cui ritrovano diverse squadre già affrontate nell’ultimo biennio. Probabilmente sarà un raggruppamento ancora più equilibrato, ammesso che Bergamo venga ripescato in A/2, in seguito all’esclusione di Caserta in A/1. Ecco le 15 avversarie della Virtus: Rimini, Lugo, Forlì, Piacenza, Reggio Emilia, Faenza, Cento, Bernareggio, Olginate, Bergamo, Lecco, Crema, Alto Sebino, Desio e Vicenza. Bernareggio, Olginate, Rimini, Forlì e Lugo costituiscono delle novità per i virtussini. «È un girone, che si conferma il più competitivo della B», commenta coach Rubini. «Sicuramente duro, anche se geograficamente è più favorevole rispetto alla scorsa stagione, dato che non dovremo più sobbarcarci la lunga trasferta a Sestu in Sardegna».
Da segnalare, nel girone D, l’approdo di Massimo Friso sulla panchina di Barcellona Pozzo di Gotto.
Mattia Rossetto
mattino_logo
16 luglio 2017