Stagione 2020/2021 - campionato serie B

L’assistente De Nicolao presenta il big match con Juvi Cremona

L’Antenore Energia Virtus Padova torna in campo. Big match e scontro diretto da non perdersi contro la Juvi Cremona, con appuntamento domenica alle ore 18 a Rubano in via Rovigo.


A presentare l’avversario di questo importante incontro è il vice coach Riccardo De Nicolao.

«Cremona è una squadra molto affiatata e coesa che gioca molto bene insieme, ha uno spartito comune e una identità ben chiara che porta loro molti vantaggi. Non a caso la Juvi in difesa è una delle migliori squadre del torneo grazie a ottima fisicità e aggressività e per questi fattori prevedo una gara molto tosta.

Tra i loro giocatori più importanti c’è sicuramente Bona che è il loro primo terminale offensivo, una guardia molto pericolosa con ottimo tiro e bravo a giocare l’uno contro uno, molto bravo a passare anche la palla riuscendo a coinvolgere i suoi compagni e l’attacco gira principalmente attorno a lui. Altro giocatore d’esperienza e molto valido è Valenti, anche se non si sa se sarà della partita a causa di un infortunio. La sua presenza o meno cambierà molto il loro assetto, se ci sarà è infatti un importante appoggio spalle a canestro altrimenti vedremo la Juvi con un gioco più perimetrale. Da tenere sott’occhio è senz’altro il playmaker Belloni: ottimo tiro, buona gestione di gioco e bravo ad andare anche in situazioni spalle a canestro grazie alla sua stazza fisica. Ragazzo giovane, del ’98, ma già molto completo e abbastanza imprevedibile è Veronesi anche lui una guardia/ala  di grande fisicità e alta pericolosità.

A noi sicuramente brucia ancora la sconfitta subita all’andata quando abbiamo perso di un solo punto con un loro tiro a pochi secondi dalla fine e la conclusione di Piazza che è girata sul ferro ed è uscita all’ultimo secondo. Ora dovremo restare molto attenti perché loro sono a due punti dietro di noi e perdere vorrebbe dire perdere l’obiettivo del quarto posto: quindi una partita che va presa con le pinze e dove dovremo assolutamente invertire questo trend negativo che ci sta penalizzando.

Speriamo nell’apporto del pubblico che in questi casi non deve mancare e anzi deve sentirsi ancora di più e vediamo se tutti insieme riusciamo a riprendere quello che avevamo lasciato».