Stagione 2023/2024 - Campionato serie B Nazionale

La Virtus Padova non riesce a pareggiare la serie. Vicenza fa 2-0

Vicenza espugna il Palaberta anche in gara due e si porta a una vittoria dalla salvezza.  

Montegrotto Terme, 21.05.2024 –  I neroverdi non riescono a riequilibrare la serie contro la Pallacanestro Vicenza che vince anche gara due (55-68) e si porta a una vittoria dalla salvezza con la chance di chiudere i conti già venerdì in casa.

Gara due inizia a suon di triple da una parte e dall’altra del campo con Cagliani, Molinaro, Antelli e poi Bianconi a iscriversi a referto in un primo quarto dai ritmi subito alti (20-23). I vicentini si prendono l’inerzia nella seconda frazione, con la Virtus costretta a rincorrere all’intervallo (29-30). Dopo la pausa lunga tre canestri consecutivi di Cecchinato e una schiacciata di Molinaro riportano Padova in scia fino al meno sei prima del nuovo break vicentino che chiude il terzo quarto (42-53). Nel quarto quarto i neroverdi danno il tutto per tutto ma i canestri sputano ogni tiro utile a riaprire il match. Vicenza dall’altra parte risponde sempre colpo su colpo e nella seconda metà della frazione può tranquillamente gestire cronometro e punteggio sino al 55-68 esultando sulla sirena.

Venerdì a Vicenza sarà una partita da dentro o fuori per la Virtus Padova che, in gara 3, dovrà assolutamente vincere per riaprire le serie. Appuntamento venerdì 24 al Palasport di Vicenza, con palla a due alle ore 20.30.

La cronaca della partita Virtus Padova – Pallacanestro Vicenza 

PRIMO QUARTO

Vicenza apre il match con la tripla di Bugatti ma è Matteo Cagliani a rispondere subito con la stessa moneta. Altre due triple, una per parte, infiammano subito questa gara due con Molinaro a fare eco a Cucchiaro. Anche Michele Antelli si iscrive a referto da oltre l’arco per il più tre neroverde dopo due minuti di gioco (9-6). Con quattro punti consecutivi gli ospiti trovano il vantaggio che allargano dalla lunetta con Bugatti (3/3) sul secondo fallo personale di Cecchinato (9-13). Dalla lunetta Lorenzo Molinaro non sbaglia ma una schiacciata di Riva esalta i vicentini. Ferrari in transizione trova nuovamente il meno due ma, a 3’ dalla prima sirena, gli ospiti con i liberi di Cucchiaro e una penetrazione di Brambilla firmano il più sei (13-19). In uscita dal time-out padovano la Virtus torna a segnare con una bella penetrazione di Andrea Scanzi. Vicenza risponde immediatamente con Campiello ma la bomba di Bianconi rimette in scia Padova a meno tre. Il secondo fallo personale di Bianconi spedisce in lunetta Brambilla che non ne approfitta ma nell’azione successiva gli ospiti tornano a più cinque. Un arresto e tiro di Michele Antelli è l’ultimo canestro del primo quarto che si chiude sul 20-23.

 

SECONDO QUARTO

Il secondo quarto lo inaugura, dopo oltre un minuto e mezzo di gioco, una tripla di Sanad per gli ospiti. Dopo un doppio antisportivo a Cagliani e Sanad, i neroverdi non si sbloccano in attacco e, in un secondo quarto avaro di punti, a 6’ dall’intervallo Cucchiaro infila il più otto per i suoi (20-28). La Virtus è in rottura prolungata e sulla tripla di Cucchiaro la panchina di casa è obbligata a richiamare i suoi in panchina. Corrado Bianconi, dalla linea della carità, ferma l’emorragia e poi è lo stesso lungo numero 18 a scoccare la bomba dall’angolo che vale il meno sei di metà quarto (25-31). Stavolta è Vicenza a ricorrere al time-out ma è costretta poco dopo a far sedere Brambilla in panca (terzo fallo personale). Un Bianconi on fire, su assist di Antelli, ne appoggia due nel pitturato riducendo lo scarto. Cucchiaro infila un’altra tripla prima del viaggio in lunetta di Lorenzo Molinaro (29-34). Cucchiaro si conferma in striscia con altri due punti di pregevole fattura, la Virtus non trova la risposta in attacco e gli ospiti allungano nuovamente (29-38). Vicenza incrementa a più undici le lunghezze nell’ultimo minuto con i due liberi di Riva che mandano le due squadre al riposo (29-40).

 

TERZO QUARTO

Dopo la pausa la Virtus riparte da una penetrazione di Giacomo Cecchinato. Una tripla di Molinaro viene sputata dal ferro mentre Vicenza trova il bersaglio grosso (31-43). Il viaggio in lunetta di Michele Antelli non mette a referto punti ma, dopo un minuto di sospensione, è ancora Cecchinato a mandare a bersaglio due punti preziosi. Vicenza non risponde e un altro canestro in penetrazione di Giacomo Cecchinato riporta Padova a meno otto (35-43). I neroverdi recuperano un altro pallone in difesa e una schiacciatona di Molinaro infiamma il Palaberta di fede neroverde. Una tripla di Bugatti prova a spegnere gli entusiasmi ma Molinaro, in versione assist-man, serve una palla al bacio per Ferrari che appoggia il 39-46. La Virtus difende con grinta e cuore ma Brambilla non sbaglia portando a nove punti il margine. Dall’altra parte Ferrari non manda a bersaglio i due liberi a disposizione e una tripla di Campiello a 2’ dalla terza sirena prova a spostare definitivamente l’inerzia dalla parte dei vicentini (39-51). Giacomo Cecchinato firma solo un punto in lunetta e altri due punti di Brambilla pesano come un macigno. Negli ultimi 30’’ del terzo quarto Andrea Scanzi segna dalla media i due punti che chiudono i conti del terzo quarto (42-53).

 

QUARTO QUARTO

Vicenza parte in quarta l’ultimo periodo con una tripla di Bugatti ma la Virtus risponde con un gran canestro di Giacomo Cecchinato (44-56). Con 8’ 43’’ sul cronometro Brambilla ritocca il massimo vantaggio ospite e i neroverdi chiamano l’immediato time-out. Per oltre due minuti non segna più nessuno e il canestro di Antonietti in area rompe gli indugi portando a sedici punti la montagna da scalare per Padova. Lorenzo Molinaro dalla lunetta firma due punti e la Virtus recupera palla in difesa, senza trovare però sbocchi in attacco. I padovani difendono con tutte le energie ma un viaggio in lunetta di Sanad consente a Vicenza di mantenere il margine di sicurezza a metà quarto (46-62). Corrado Bianconi manda a bersaglio i due liberi guadagnati, il Palaberta prova a incitare i suoi giocatori ma il ferro continua a sputare ogni tiro dei neroverdi. Una bomba di Matteo Cagliani sa di liberazione, con Padova che resta però indietro di undici lunghezze (51-62). A 3’ 17’’ dalla fine, a bonus raggiunto, Antonietti sfrutta uno dei due liberi a disposizione ma, guadagnato il rimbalzo, ne mette altri due provando ad assestare il colpo del KO. A 2’ dalla sirena finale un, dubbio, fallo in attacco padovano sembra spegnere definitivamente le speranze. Vicenza non segna dall’altra parte, così come Padova che vede un’altra tripla sputata dal ferro. L’ultimo minuto di questa gara due si apre con l’uno su due in lunetta di Brambilla e i due liberi di Corrado Bianconi dall’altra parte. Giacomo Cecchinato appoggia altri due punti dopo la palla recuperata in difesa ma Vicenza, in totale controllo, deve solo amministrare e far scorrere il tempo. Con i due liberi di Cucchiaro i berici certificano il successo in gara 2 (55-68) portandosi sul 2-0 nella serie.

 

VIRTUS PADOVA  55 – PALLACANESTRO VICENZA  68 

VIRTUS PADOVA

Bianconi 14 (1/3, 2/3), Molinaro 11 (1/3, 1/1), Cecchinato 11 (5/8, 0/3), Cagliani 6 (0/0, 2/6), Antelli 5 (1/2, 1/8), Ferrari 4 (2/7, 0/0), Scanzi 4 (2/7, 0/4), Schiavon 0 (0/1, 0/0), Padovani n.e., Marchet n.e., Bedin n.e.

 

PALLACANESTRO VICENZA

Cucchiaro 17 (2/4, 3/5), Brambilla 13 (6/7, 0/2), Bugatti 12 (0/2, 3/7), Riva 9 (2/4, 1/1), Antonietti 7 (3/3, 0/3), Campiello 5 (1/2, 1/3), Sanad 5 (0/1, 1/1), Cernivani 0 (0/1, 0/3), Pavan n.e., Carr n.e., Lurini n.e., Manganotti n.e.

 

Arbitri: Andretta e Bettini

Note:

Parziali: 20-23; 29-40 (9-17); 42-53 (13-13); 55-68 (13-15)

Tiri da due: 
Virtus Padova 12/31
Vicenza 14/24

Tiri da tre:
Virtus Padova 6/25
Vicenza 9/25

Tiri liberi:
Virtus Padova 13/18
Vicenza 13/18

Rimbalzi:
Virtus Padova 35
Vicenza 33

Assist:
Virtus Padova 9
Vicenza 13