Stagione 19/20 campionato serie B

Derby in Arena: la Virtus preferisce non fidarsi del Vicenza dell’ex Crosato

Il Mattino) Dice “Croce”: «Padova compatta, che forza il mio amico Piazza» Che replica: «Uno come lui ci manca, ma abbiamo grande combattività»
È la notte del derby. La febbre del tifo sale nello stesso modo in cui l’Antenore Energia Virtus è stata capace di scalare la classifica ritrovandosi capolista in condominio con i Tigers Cesena. Alla vigilia del derby con Vicenza, la squadra di Daniele Rubini aspetta una degna cornice di pubblico, raccogliendo le forze per quella che non può essere una normale partita di campionato. Stasera, ore 20.30 alla Kioene Arena, la Virtus si gioca ancora il primato in una sfida molto complessa da decifrare. Tutto farebbe propendere l’ago della bilancia dalla parte dei neroverdi, che hanno peraltro vinto pure all’andata, ma la Tramarossa del grande ex Enrico “Croce” Crosato si presenta con la voglia di riscattare le due sconfitte indigeste contro Olginate e Orzinuovi. «Uno dei punti di forza della Virtus è proprio il mio amico Piazza», analizza l’ex capitano dei virtussini, «La scelta del doppio playmaker con De Nicolao sta pagando, ma in realtà è la forza del gruppo che fa paura. Si percepisce l’unità soltanto guardando come stanno in campo i giocatori».Forse Crosato fa pretattica, ma Piazza non abbocca all’amo. «Spesso nei derby si dice che la squadra che sta peggio è favorita», rammenta il play dell’Antenore, «Non so se sia vero, ma è sicuramente una partita sempre a se stante, in cui non contano la condizione fisica o la classifica. Alla Virtus uno come Crosato manca per la sua mentalità vincente e per la sua importanza nello spogliatoio, ma rispetto allo scorso anno abbiamo mosso uno step in avanti aggiungendo altri giocatori importanti che stanno facendo un grande lavoro». Scambi di cortesie in attesa di uno scontro fisico duro e crudo.Ospiti speciali alla Kioene Arena saranno le ragazze della Nazionale di basket in carrozzina: la capitana Chiara Coltri (Cus Padova) e le compagne in azzurro si stanno allenando in questi giorni al centro sportivo Civitas Vitae diretto da Silvana Santi presso l’Oic della Mandria. Da qui parte il nuovo corso delle azzurre selezionate da coach Fabio Castellucci e dal direttore tecnico Carlo Di Giusto. L’ingresso sarà gratuito anche per tutti gli atleti dei settori giovanili padovani che si presenteranno con la felpa della propria società, mentre i tifosi che assisteranno alla partita di calcio tra Padova e Foggia, o esibiranno il proprio abbonamento per le gare dei biancoscudati, usufruiranno di un biglietto ridotto a 5 euro.
Mattia Rossetto