Stagione 19/20 campionato serie B

«Broetto, con la difesa il futuro è interessante»

Friso soddisfatto della vittoria a Desio che rilancia i neroverdi.
Grande soddisfazione in casa Broetto Virtus. I due successi ravvicinati, tra giovedì (alla Kioene Arena con l’Urania Milano) e soprattutto sabato sera a Desio in un vero e proprio spareggio play off, hanno proiettato la squadra di Massimo Friso in un’ottima posizione di classifica al giro di boa.

Con la concreta possibilità, visto il pieno recupero dei suoi uomini di punta (il sontuoso asse play-pivot Stojkov e Nobile) e memori dell’inizio di stagione (quando le quattro vittorie consecutive issarono i neroverdi in testa alla classifica da soli), di prolungare ulteriormente questa striscia vincente.

«La gara con Desio si è decisa in difesa spiega il coach -: delle tre bocche da fuoco avversarie, abbiamo faticato a contenere Negri (22 punti, ndr); mentre Nobile ha fatto un ottimo lavoro su Politi, e di squadra abbiamo limitato Torgano. Così, dopo aver preso il comando delle operazioni, abbiamo sempre fatto l’andatura: il divario, a parte un riavvicinamento degli avversari a -2, si è mantenuto tra i sei e i dieci punti. Fin qui, tra l’altro, avevamo sempre vinto quando oltre a Lazzaro e Canelo mandavamo un terzo in doppia cifra; sabato sono stati addirittura quattro e, soprattutto, il nostro play titolare, ormai sulla via del pieno recupero, ha fatto decisamente la differenza». 
Per Stevan Stojkov, lo score recita: 16 punti (con 2/2 da due, 2/4 da tre e 6/6 in lunetta) oltre a 5 assist. Friso così, al termine del girone di andata, può fare dei bilanci: «Un bilancio decisamente positivo, visto che siamo sopra il 50% di vittorie. Quella di sabato ci ha permesso di creare uno scalino con le inseguitrici della zona play off e soprattutto ci avvicina a quelle squadre che sono attualmente al 5°-6° posto, un paio delle quali dovranno venire per di più a Padova. Tra l’altro anche la formula, che a seguito delle proteste delle quattro pretendenti alla serie A del nostro girone di ferro è stata modificata e prevede ora degli incroci con l’altro girone, si prospetta interessante Però, lo ripeto, la nostra stagione e il nostro futuro si decide in difesa: in questa andata, infatti, è stata solo la nona del campionato».
Giovanni Pellecchia
alt
9 gennaio 2017