Stagione 19/20 campionato serie B

Bernareggio infligge il quarto stop all’Antenore Energia

Non riesce a risollevarsi l’Antenore Energia che lotta per 40’ con una lanciatissima Bernareggio ma nel finale non trova l’inerzia della partita. Nonostante la sconfitta il quarto posto è conservato, domenica a Rubano un altra difficile partita interna contro Cremona.

Antenore Energia Padova – Lissone Bernareggio   71-75

Antenore Energia Virtus Padova: Filippini 19 (6/6, 2/6, 1/2), Ferrari 13 (6/9, 0/0, 1/2), Piazza 12 (2/5, 2/4, 2/4), Schiavon 9 (2/3, 1/2, 2/2), De Nicolao 8 (2/10, 0/5, 4/6), Bovo 8 (3/5, 0/2, 2/4), Pellicano 2 (0/0, 0/0, 2/2), Visone 0 (0/0, 0/0, 0/0), Mazzonetto 0 (0/0, 0/0, 0/0), Basso n.e. – All. Rubini – Ass. De Nicolao e Primon.

Tiri da 2: 21/38 (55%) – Tiri da 3: 5/19 (26%) – Tiri  liberi: 14/22 (64%) – Rimbalzi: 26 (3+23 – Filippini 8) – Assist: 15 (De Nicolao 6)

Lissone Interni Bernareggio: Laudoni 28 (7/12, 3/4, 5/6), Restelli 14 (4/10, 1/4, 3/3), Pagani 11 (5/8, 0/0, 1/2), Bossola 8 (0/6, 2/7, 2/2), Todeschini 7 (2/3, 0/2, 3/4), Monina 4 (2/3, 0/0, 0/2), Baldini 3 (1/6, 0/1, 1/2), Di Gianvittorio 0 (0/1, 0/2, 0/0), Ka, Ruzzon, Tulumello, Finazzer n.e. – All. Cardani – Ass. Saputo e Micheloni.

Tiri da 2: 21/49 (43%) – Tiri da 3: 6/20 (30%) – Tiri  liberi: 15/21 (71%) – Rimbalzi: 39 (12+27 – Restelli 11) – Assist: 13 (Laudoni e Di Gianvittorio 4)

Parziali: 20-16, 10-18 (30-34), 22-21 (52-55), 19-20 (71-75)

Statistiche

PADOVA – Brutto momento per i ragazzi di coach Rubini. Il quarto stop consecutivo è un campanello d’allarme sullo stato di forma della Virtus Padova, che una volta archiviata la conquista aritmetica dei playoff ora ha le ultime tre sfide di regular season per tenersi stretto uno dei primi quattro posti.

Alla Kioene Arena Bernareggio vince con merito 71-75 dopo una gara giocata fino all’ultimo punto a punto ma decisa nel finale da un allungo ospite che l’Antenore Energia non è riuscita a colmare. Primo quarto che si era chiuso sul 20-16 per l’Antenore, con un Filippini bello carico con nove punti in dieci minuti.

La risposta di Bernareggio arriva però nel secondo parziale, con Laudoni che inizia a scaldarsi e a portare ai suoi punti pesanti per il +4 con cui vanno all’intervallo.

Il terzo periodo è di grande equilibrio giocato punto a punto. Solo una tripla di Filippini vale il +5 (50-45) al 27’ ma con una bomba allo scadere di Bossola la Lissone Interni trova il 53 pari con cui si va agli ultimi dieci minuti. E la partita continua a traballare sul filo del rasoio. Piazza e Filippini guidano nella battaglia i neroverdi ( 12 e 19 i punti in totale per loro), con un buon apporto anche di capitan Schiavon e di Ferrari (per lui anche un bellissimo gesto di fair play correggendo una chiamata arbitrale ammettendo un ultimo tocco), e un De Nicolao generoso come sempre, ma questo giro col canestro – purtroppo -stregato.

Nel concitato ultimo parziale al 34’ Jack Filippini porta l’Antenore sul +4, Laudoni (28 punti in totale per lui) però ripiana i conti con un giro in lunetta due minuti dopo. Si ritorna sul filo del rasoio, la partita non sembra volere padroni fino alla fine. Con due liberi Bovo (per lui 8 punti in totale) rimanda col naso avanti Virtus a 30’’ dalla fine, Baldini però all’ultima curva firma il controsorpasso e nel gioco dei falli sistematici degli ultimi secondi a Virtus il canestro si restringe mentre Bossola dalla lunetta ha il ghiaccio nelle vene, chiudendo la contesa e con i due punti che vanno ai suoi.