Stagione 19/20 campionato serie B

Virtus non puoi sbagliare serve la vittoria contro il Lugo

Si gioca stasera (ore 18) nel fortino di Rubano. Il Guerriero invece è atteso da una trasferta rischiosa sul parquet di Montebelluna ma vuole allungare in classifica.
Sarebbe sbagliato considerarla una partita semplice. Stasera, ore 18, l’Antenore Energia Virtus Padova riceve Lugo nel fortino di Rubano. Memore della sconfitta rimediata qualche settimana fa nell’infrasettimanale di Serie B contro Reggio Emilia (fanalino di coda con la stesso Lugo), i ragazzi di Daniele Rubini non possono permettersi altri passi falsi, ma sono chiamati anche all’immediato riscatto dopo il ko nello scontro diretto di sabato scorso a Milano.
A lanciare un monito è Giacomo Filippini, il grande ex della sfida, che fino alla passata stagione era il punto di riferimento dei romagnoli. «Sono nato e cresciuto nella zona di Lugo e ho giocato lì per due anni», esordisce il lungo della Virtus, «è una squadra che ha iniziato con diverse sconfitte, molte sono maturate in partite punto a punto, altre con divari più ampi. Resta un’avversaria pericolosa: gioca tanti possessi ed è atipica rispetto alle altre squadre del nostro girone. Bisognerà stare attenti».
Anche coach Daniele Rubini, intervenuto a Radio Padova, si è espresso sulla stessa lunghezza d’onda. «Lugo è in piena ripresa dopo un inizio difficoltoso legato all’assemblaggio dei nuovi giocatori e a qualche infortunio di troppo», rileva il tecnico, «adesso sta vivendo un momento positivo. Si tratta di un gruppo con una mentalità e una tattica di gioco diametralmente opposte alla nostre, quindi in campo si scontreranno due modi di pensare differenti. Sicuramente non è una partita scontata: nel nostro campionato ormai questo concetto non esiste più».
In Serie C Gold, oggi, ore 18, il Guerriero Padova è atteso da una trasferta insidiosa sul campo di Montebelluna, dove vincendo avrebbe l’opportunità di allungare il passo in classifica. «Dovremo giocare sul ritmo e difendere a tutto campo», chiosa coach Christian Augusti, «Montebelluna è una squadra competitiva da prendere con le molle».
Mattia Rossetto