Stagione 2021/2022 - campionato serie B

U19 Academy – Campioni provinciali!

Energy Basketball – Virtus Bk Academy 61-63  PARZIALI :    11-16  ;  19-12  ;  15-11  ;  6-12 ; OT 10-12

Virtus Bk Academy: Mantoan 18, Contarini 11, Pittarello 11, Coccolo 8, Mucci 4, Piccolo 4, Greco 4, Vannucci 3, Bertuzzo, Sedusi, Michelon, Lazzaro.

Allenatore: Augusti

 

In una partita al cardiopalma rimasta in bilico fino all’ultimo secondo i ragazzi di Coach Augusti battono Energy Basketball dopo un tempo supplementare e conquistano un posto per la finalissima del 25 maggio.

Dopo la vittoria del Limena contro il Solesino nella prima semifinale delle F4 tocca ai 2004 neroverdi affrontare la prima classificata del girone OroTwo. Nei primi cinque minuti di gara i nostri appaiono visibilmente contratti ed emozionati e i ragazzi dell’Energy, squadra tosta e organizzata, vanno facilmente in vantaggio grazie ad alcune buone azioni individuali ed alla notevole fisicità di un paio di loro elementi. Coach Augusti corre subito ai ripari con un timeout ed i ragazzi tornano in campo più decisi, arginando le folate offensive avversarie con una difesa solida e tanto efficace da riuscire più volte a riconquistare palla per superamento del limite del 24 secondi da parte degli avversari e a chiudere il Q1 in vantaggio.

Tutta la gara andrà così, con scatti in avanti dei gialloblu e la successiva reazione d’orgoglio dei nostri, che non lasceranno mai andare la partita pur non riuscendo, a loro volta, a prendere il largo.

Il dispendio di energie è enorme anche perché Coach Augusti può contare solo su due lunghi e deve rinunciare per quasi tutta la gara a Pittarello, infortunatosi alla caviglia in allenamento e ancora non completamente recuperato.

Ma gli U19 di Virtus sono squadra vera e ognuno dei ragazzi dà l’anima per portare a casa la partita: Mucci, aiutato da Coccolo e Greco, fa a sportellate per 35 minuti con il bravo e pericoloso n. 22 gialloblu riuscendo quasi sempre a neutralizzarlo in fase d’attacco e a tagliarlo fuori per i rimbalzi, incitando per tutta la gara i compagni a non mollare. Mantoan e Contarini, pur stremati, tengono sempre vivo il gioco d’attacco e, tra canestri personali e assist, portano la squadra a meno tre dagli avversari ad un minuto dalla fine dei tempi regolamentari. Tutti i ragazzi stanno dando il 200%: la finale è lì, a solo un paio di canestri di distanza. Pittarello, entrato solo a fine Q3 a causa delle sue imperfette condizioni fisiche, decide che è il momento di dire la sua e piazza la tripla del pareggio che fa saltare di gioia compagni e pubblico neroverde ed inverte l’inerzia emotiva della gara.

Il tempo supplementare è da brividi: entrambe le squadre sono stanchissime e provano a vincerla con veloci azioni di attacco. Ne fa le spese la precisione, scarsa da entrambe le parti, ma i ragazzi di Coach Augusti ci credono di più e riescono a guadagnare e mantenere fino alla sirena i due preziosi punti di vantaggio che significano finale! Bravi ragazzi, avanti così e Forza Virtus!

 

Limena – Virtus Bk Academy 56-66

Virtus Bk Academy: Pittarello 21, Mantoan 15, Greco 10, Mucci 7, Contarini 6, Coccolo 6, Piccolo 1, Vannucci, D’Eredità, Sedusi, Michelon, Lazzaro.

Allenatore: Augusti

 

I ragazzi di Coach Augusti espugnano il fortino di Limena e si laureano campioni provinciali 2021/22.

Dopo la semifinale al cardiopalma della settimana precedente, vinta ai supplementari contro Energy Basketball, i 2004 neroverdi devono affrontare l’ultimo scoglio che li separa dalla vittoria in campionato: il Limena che, sbrigata la pratica Solesino, può giocarsi in casa la finalissima.

Il palasport Ilaria Alpi è una bolgia, gremito fino ai limiti della capienza dalle tifoserie di entrambe le squadre, che inciteranno –rumorosamente ma con correttezza- i rispettivi beniamini per tutta la gara. I ragazzi, sia della Virtus che del Limena, sono consapevoli che stanno per giocarsi in 40 minuti un intero campionato: essere arrivati fin qui è una grande soddisfazione, certo, anche perché le due squadre in campo hanno dimostrato, sul lungo periodo e al di là degli episodi, di essere le due squadre più toste e convincenti sia sotto il profilo del carattere che del gioco. Manca però l’ultimo tassello per trasformare questa soddisfazione in gioia pura.

La gara inizia nel frastuono generale di trombe e tamburi e i giocatori in campo fanno persino fatica a comunicare tra loro. I nostri sbagliano molto al tiro mentre il Limena, confortato anche dal fattore campo, parte forte e, grazie alla notevole fisicità dei suoi lunghi e ad una buona circolazione di palla, riesce a chiudere il Q1 in vantaggio di due canestri. Durante la pausa Coach Augusti incoraggia i ragazzi a giocare come sanno, puntando su una difesa aggressiva, e a sviluppare con maggiore tranquillità le azioni di attacco. I risultati si vedono perché i neroverdi si riportano sotto e, grazie alla solita bomba buzzer beater di Pittarello, imbeccato alla perfezione da Contarini, riescono a pareggiare sul 30-30 alla sirena di metà gara.

L’inizio del Q3 vede Limena tornare in vantaggio grazie ad un bel gioco corale e alle bombe da tre del suo n. 40, davvero in gran giornata. I ragazzi fanno fatica a difendere sul giropalla avversario e i punti di vantaggio dei padroni di casa sono già 8. Il momento è delicatissimo perché mancano meno di cinque minuti alla fine della terza frazione. Coach Augusti chiama time-out: non sappiamo cosa abbia detto, nell’occasione, ai ragazzi ma quel che è certo è che al rientro in campo i neroverdi sono dei leoni. Mantoan e Greco tagliano la difesa avversaria con le loro incursioni d’attacco e portano presto gli avversari in bonus, Mucci e Coccolo fanno a sportellate sotto canestro con i due loro -fisicatissimi- dirimpettai e riescono a portare a casa i rimbalzi che permettono alla squadra di ripartire e rifiatare, Contarini, versione metronomo, fa girare palla finché non riesce, nonostante la forte difesa avversaria, a concludere a canestro o a pescare il compagno libero, preferibilmente lo sniper Pittarello che ormai, diciamocelo, segna quasi più da tre che da due. C’è da dire, peraltro, che tutti i ragazzi entrati in campo ed anche quelli non entrati stanno dando il 300%, chi giocando, chi incitando i compagni. Non ci sono 12 singoli giocatori che si stanno giocando la finale: in campo, coi colori neroverdi, c’è una squadra vera che combatte, unita, per la vittoria.

L’inerzia positiva della gara è ormai innescata: i virtussini chiudono il terzo tempo in vantaggio di tre punti e, nel Q4 continuano a giocare come sanno, ottenendo un parziale di 19-12 e chiudendo la gara con 10 punti di vantaggio.

Al fischio finale la gioia esplode in campo e sulle tribune. I ragazzi hanno meritato questa vittoria ed il titolo di campioni perché non hanno mai mollato ed hanno sempre creduto di poter raggiungere questo traguardo.

Complimenti anche ai ragazzi del Limena: una squadra di ragazzi tecnicamente validi e molto corretti, che non solo giocano bene a basket ma hanno anche dimostrato di essere sportivi ed educati, caratteristiche, queste, non sempre automatiche e scontate.

Forza Virtus e ad maiora!

#LungaVita